Aperitivo a Grado

Udine: Mediocredito entra in ICCREA

Da oggi, Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia è ufficialmente nel perimetro del Gruppo bancario Iccrea. A conclusione di un iter che aveva visto, nel mese scorso, l’arrivo delle autorizzazioni da parte delle Autorità di Vigilanza (Banca Centrale Europea e Banca d’Italia), a Udine questa mattina è stato perfezionato il closing dell’operazione.

Nel dettaglio, con l’ingresso di Mediocredito FVG all’interno del Gruppo Iccrea sarà possibile valorizzare il ruolo storico della Banca a sostegno delle PMI che operano in Friuli Venezia Giulia, accrescendo al contempo le attuali risorse e potenzialità del Gruppo bancario Iccrea, anche in sinergia con le BCC che hanno pre-aderito al costituendo Gruppo bancario Cooperativo di Iccrea.

Con l’operazione ci sarà, da una parte, uno scambio di azioni di Iccrea Banca con quelle di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia in possesso della Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste e, dall’altra, un contestuale aumento di capitale di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia riservato al Gruppo Iccrea, affinché – in linea con i piani di sviluppo che verranno adottati da Iccrea – l’istituto diventi, in ambito regionale e in collaborazione con le BCC pre-aderenti al Gruppo bancario Cooperativo di Iccrea, un centro di competenza per le attività di credito agevolato, i finanziamenti a medio e lungo termine, le attività di tesoreria degli Enti pubblici e la consulenza alle imprese.

L’operazione prevede quindi l’uscita della Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste dal capitale di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia e l’ingresso della stessa nel capitale di Iccrea Banca.

Tra le attività che verranno sviluppate nel nuovo corso di Mediocredito FVG, inoltre, ci sarà una forte focalizzazione su quelle relative alla finanza straordinaria e ai servizi di advisory, tra i quali quelli tipici di consulenza alle aziende per l’accesso al mercato dei capitali.

Nel pomeriggio, si è tenuta la prima Assemblea ordinaria di Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia e la prima riunione del Consiglio di Amministrazione. Durante l’Assemblea è stato nominato Presidente Alfredo Antonini e Amministratore Delegato Enrico Duranti. Inoltre, il Consiglio della Banca è composto da 5 membri: Alfredo Antonini, Lionello D’Agostini, Enrico Duranti, Carlo Napoleoni, Francesca Peruch. Il Collegio Sindacale è composto da Fernando Sbarbati, in qualità di Presidente, Ruggero Baggio e Annamaria Fellegara. Il Consiglio, durante i lavori della prima seduta, ha ringraziato il Consiglio di Amministrazione uscente, e in particolare il suo Presidente, Emilio Casco, per l’impegno profuso nella gestione di Banca Mediocredito FVG in una delicata fase transitoria, in cui è stato necessario adottare scelte complesse ma fondamentali per garantire una nuova crescita della banca per un servizio ancora più efficace al territorio.

“Siamo profondamente soddisfatti del traguardo raggiunto oggi, con il completamento di un’operazione fondamentale per il rilancio di Banca Mediocredito FVG e importante per lo sviluppo economico di tutta la comunità regionale”, ha affermato l’assessore regionale alle Finanze e Patrimonio Barbara Zilli. “Le nuove linee di gestione dell’amministrazione, unitamente alla ristrutturazione dell’architettura della compagine sociale e alla nuova solidità che il closing di oggi assicura a Mediocredito – ha commentato Zilli -, permetteranno alla banca della Regione di recuperare il suo imprescindibile ruolo a sostegno delle piccole e medie imprese del nostro territorio. A tutti gli attori di Banca Mediocredito FVG impegnati in questa nuova fase societaria, al cda e ai sindaci gli auguri di buon lavoro per una stagione proficua e ricca di risultati a vantaggio di tutta la comunità regionale”.

“Ringrazio la Regione Friuli Venezia Giulia per la fiducia che mi ha voluto accordare affidandomi la guida dell’istituto, così importante per il territorio – ha dichiarato Alfredo Antonini, Presidente di Mediocredito FVG – sono certo che questa nuova partnership tra Mediocredito e Iccrea, che giunge alla fine di un lungo percorso di risanamento compiuto saggiamente dai miei predecessori, saprà dare un importante slancio all’economia regionale e alle sue imprese. Oggi più che mai il Friuli Venezia Giulia ha bisogno di poter contare su partner concreti e consulenti affidabili capaci di dare alle imprese e agli imprenditori quel sostegno di cui possono aver bisogno per crescere. Al nuovo Consiglio di Amministrazione che avrò l’onore di presiedere, al nuovo Amministratore Delegato e a tutti i dipendenti di Mediocredito, vanno i miei migliori auguri di buon lavoro. Oggi iniziamo un nuovo percorso che ci porterà ad allargare il nostro perimetro di azione pur mantenendo un piede ben fermo sul territorio, è una sfida quanto mai stimolante che sono convinto potremo vincere assieme”.

“È con molta soddisfazione che oggi si porta a compimento l’acquisizione della maggioranza di Mediocredito Friuli Venezia Giulia, percorso già avviato 3 anni fa”, ha commentato Giulio Magagni, Presidente di Iccrea Banca. “Questa operazione – ha continuato Magagni – oggi assume un ruolo ancora più significativo nella strategia del Gruppo bancario Cooperativo di Iccrea che si focalizza nel supporto alle BCC ed allo sviluppo delle piccole e medie Imprese, il vero motore dell’economia italiana. L’impegno di Iccrea è volto a sostenere la crescita dei territori e delle comunità locali attraverso diversi strumenti e investimenti, nell’ambito tradizionale come in quelli innovativi, per favorire l’accesso delle PMI anche a capitali non bancari. In questo senso la consulenza e la finanza straordinaria avranno un ruolo importante, in quanto attività fortemente qualificate in Iccrea BancaImpresa e a cui si darà ulteriore slancio grazie a operazioni come quella siglata oggi”.

“Oggi certamente il Gruppo bancario Iccrea, e il nostro futuro Gruppo Bancario Cooperativo, cresce in termini di qualità e di forza di servizio al territorio – ha aggiunto Giovanni Pontiggia, Presidente di Iccrea BancaImpresa – con l’obiettivo di agevolare le BCC nella loro fondamentale attività di affiancamento alle imprese della regione, con ancora maggiore impegno e risorse per il loro sviluppo. Con questa operazione Banca Mediocredito FVG potrà offrire anche servizi all’avanguardia sotto il fronte della consulenza e del supporto alle aziende per la finanza straordinaria, l’estero e l’agrindustria”.

Di seguito, le brevi biografie del Presidente Antonini e dell’Amministratore Delegato Duranti.

Alfredo Antonini

Alfredo Antonini, classe 1954, laureato in giurisprudenza presso l’Università di Trieste, è avvocato dal 1980. È consulente di compagnie di assicurazioni, banche, enti pubblici, società commerciali, imprese di navigazione marittima e aerea, nonché difensore degli interessi dei medesimi nelle sedi civile e penale. È inoltre professore ordinario all’Università di Udine dove insegna Diritto dei Trasporti e Contratti di Impresa; è stato Prorettore vicario nello stesso Ateneo. Presso l’Università di Trieste insegna Diritto della navigazione. In passato, ha ricoperto l’incarico di presidente o componente del consiglio di amministrazione di enti e società di rilevanza nazionale e regionale. Arbitro in procedure arbitrali, fra cui alcune amministrate da Camere di commercio nazionali e dalla Camera di commercio internazionale di Parigi, Antonini è anche mediatore e gestore della crisi da sovraindebitamento presso la Camera di Commercio Venezia Giulia. È stato inoltre componente della Commissione ministeriale per la riforma della parte aeronautica del codice della navigazione e consulente del Ministro dei Trasporti. È membro dell’Associazione Italiana di Diritto Marittimo e Presidente del Comitato di Trieste della stessa; oltre a essere membro di altre associazione scientifiche, professionali e culturali. Autore di oltre 150 pubblicazioni scientifiche e relatore in numerosi convegni nazionali in materia giuridica.

Enrico Duranti

Enrico Duranti, romano, classe 1961, laureato in Economia e Commercio presso la Sapienza di Roma con Master in Business Administration presso la Manchester Business School, è abilitato alla professione di Dottore Commercialista e revisore dei conti. Dopo esperienze in San Paolo, McKinsey, Bank of America Intl. (dove è responsabile del dipartimento Corporate Finance), e Mediocredito Centrale (anche qui mantiene il ruolo di responsabile Corporate Finance). Nel 2001 entra nel Gruppo bancario Iccrea come Amministratore Delegato di BCC Capital, partecipando – nel 2004 – alla costituzione della società BCC Private Equity, specializzata nella gestione di fondi di private equity. Mentre nel 2005 Duranti diventa Direttore della Finanza Straordinaria di Banca Agrileasing – che nel 10 ottobre 2011 prende il nome di Iccrea BancaImpresa – diventandone poi il 24 giugno 2009 Direttore Generale. A giugno 2017 è stato nominato Presidente di Assilea, l’Associazione italiana del leasing. Duranti è altresì membro del Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Bancaria Italiana.

Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia nasce nel 1957 come istituto di credito a medio termine per il finanziamento di piccole e medie imprese della Provincia di Udine. L’istituto, oggi, è la Banca per lo sviluppo del territorio del Friuli Venezia Giulia, e si propone di supportare il sistema economico regionale facilitando la disponibilità di servizi e risorse finanziarie ai soggetti pubblici e privati del Friuli Venezia Giulia, in una prospettiva di creazione di valore. Nel 2017 Banca Mediocredito FVG ha erogato alle imprese credito per 175 milioni di euro, perfezionando nuove operazioni creditizie per 110 milioni di euro. Ad oggi le imprese clienti di Banca Mediocredito FVG sono 2.958 con un numero di rapporti superiore a 4.000 controparti. La raccolta diretta ammonta complessivamente ad euro 596 milioni di cui Euro 448 milioni da clientela istituzionale, corporate e retail, quella realizzata attraverso il prodotto contoforte.it supera i 318 milioni di euro con oltre 7.000 clienti.

Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo bancario Iccrea, è candidata Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo ai sensi della Legge n. 49/2016, che prevede la riforma del Sistema del Credito Cooperativo. Al 31 dicembre 2017, sono 145 Banche di Credito Cooperativo ad aver manifestato la preadesione al progetto di Iccrea Banca di Gruppo Bancario Cooperativo che, una volta costituito, sarà un Gruppo con quasi 4 milioni di clienti, 2.600 sportelli presenti in 1.720 comuni italiani, un attivo di circa 150 miliardi, un patrimonio netto di 11,4 miliardi ed un CET1 ratio superiore al 15 per cento.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
297