Aperitivo a Grado

UNESCO International Jazz Day 2019 Palmanova – 4 maggio 2019

facebook

Si celebrerà sabato 4 maggio 2019 a Palmanova l’International Jazz Day, promosso da UNESCO per celebrare il jazz e il suo ruolo di forma d’arte capace di sensibilizzare l’opinione pubblica come strumento educativo e come un motore per la pace, l’unità, il dialogo e la cooperazione tra i popoli. Un evento di rilevanza mondiale celebrato in più di 190 Paesi.

“Un appuntamento primaverile ormai consolidato quello della Giornata Internazionale del jazz. Crediamo davvero nella funzione sociale della musica, linguaggio universale che attraversa le culture giovanili da una parte all’altra del pianeta. ll suo linguaggio sempre più multietnico, ricco di messaggi che avvicinano i giovani di ogni razza e cultura, rappresenta un inno di appartenenza in cui tutti si riconoscono” commentano il Sindaco Francesco Martines e Thomas Trino, assessore comunale alle politiche giovanili.

Che aggiungono: “Obiettivo principale della giornata del jazz è diffondere la cultura di questo straordinario genere musicale, anello di congiunzione tra diverse tradizioni musicali e culturali. Uno degli obiettivi di quest’anno è quello di far recepire la grande capacità di socializzazione che la musica eseguita in gruppo generalmente esprime. Un’eccezionale occasione per i giovani di avvicinarsi a musicisti di primo piano, come il trombettista Giovanni Falzone”.

In Italia l’International Jazz Day 2019 verrà festeggiato da Nord a Sud anche grazie all’impegno dell’Associazione Giovani per l’UNESCO, che con i suoi 300 soci sostiene e promuove valori, iniziative e progetti legati al mondo UNESCO in Italia, riaffermando con forza il ruolo dei giovani quali motore del cambiamento sociale.

La quarta edizione dell’International Jazz Day a Palmanova, organizzato in collaborazione con l’Associazione MIDJ – Musicisti Italiani di Jazz e l’Associazione Culturale EURITMICA, con il sostegno del Comune di Palmanova e della Proloco Associazione Pro Palma, prevede la realizzazione di L.O.V.E. (Laboratorio Organizzato per la Vitalità Espressiva), un format per lo sviluppo e la condivisione della musica originale, dove l’idea è quella di invitare un artista italiano – in questo caso il trombettista Giovanni Falzone a presentare la propria visione della musica ed a condividerla con tutti coloro che vorranno prendere parte al laboratorio.

Sabato 4 maggio, presso la Polveriera Garzoni dalle 14.00 alle 19.00, Giovanni Falzone condurrà un workshop gratuito ed aperto a tutti. Per iscriversi basta scrivere una mail all’indirizzo friuliveneziagiulia@unescogiovani.it. I posti disponibili sono 20, ed i partecipanti saranno selezionati in base all’orario di arrivo della richiesta di iscrizione.

Alle 20.45 – sempre presso la Polveriera Garzoni – si terrà il concerto (con ingresso libero e gratuito) del trombettista insieme a tutti i partecipanti al seminario. Al termine dell’esibizione ci sarà una Jam Session aperta a tutti i musicisti presenti.

A partire dalle ore 20.00 verrà offerto al gentile pubblico un brindisi di benvenuto.

Sarà un pomeriggio dedicato alla sperimentazione e allo scambio, al quale chiunque musicista potrà partecipare gratuitamente, supportato anche dalla presenza del batterista Luca Colussi (rappresentante Midj per il Friuli Venezia Giulia) che affiancherà Giovanni Falzone.

Il lavoro svolto durante la giornata di prove si trasformerà in un concerto dal vivo, eseguito da tutti i partecipanti la sera stessa.

«Siamo molto felici di portare avanti uno dei primi eventi realizzati dalla nascita dell’Associazione, arrivando così alla quarta edizione del Jazz Day nella città a forma di stella nel frattempo diventata patrimonio UNESCO» afferma Marina Coricciati, Rappresentante della sezione FVG di UNESCO Giovani. «È importante evidenziare il ruolo diplomatico del jazz nell’unire le persone promuovendo la pace attraverso il dialogo, la cultura e le arti. Queste azioni di sensibilizzazione – continua Coricciati – sono parte delle iniziative concrete portate avanti dall’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO, e inoltre la celebrazione si questa giornata sarà occasione per rilanciare la campagna #veritàpergiulioregeni, sostenuta da sempre da UNESCO Giovani».

Giovanni Falzone, trombettista e compositore jazz pluripremiato (tra cui Best Talent Umbria Jazz 2000, Top Jazz 2004 e 2011, Premio Nazionale “Alessio Di Giovanni” 2017), si è esibito in qualità di Band-Leader in vari Festival Jazz Nazionali ed Internazionali ed attualmente insegna strumento e musica d’insieme per orchestra jazz presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia ed è docente presso la Siena Jazz University.

1.144