Homepage Festival 2017. Il programma

_RGI1359
Homepage Festival, in occasione del decimo anno di attività, lunedì 12 giugno ha inaugurato nella splendida cornice di Piazza Primo Maggio di Udine la nuova stagione dedicata all’aggregazione giovanile. Una nuova edizione, ancora più ricca e variegata delle precedenti, iniziata con una tappa speciale ai Magazzini Generali di Milano in occasione della prima data mondiale dei Soulwax e poi ripartita a Tolmezzo, all’insegna della street-art e della riqualificazione del territorio. In un ideale percorso che dalla montagna scende fino al mare, Homepage ha già cominciato a toccare le quattro province del Friuli Venezia Giulia, collaborando con Sexto Vintage a Sesto al Reghena (Pordenone) e con Stazione Rogers a Trieste. Ora si appresta a riempire di colore e musica i Green Games di Ariis di Rivignano Teor il 24 giugno, con il concerto di Bassi Mestro e Dj Zeta. Si passerà poi alla piazza del Castello di Udine nella Notte bianca del primo luglio con Doro Gjat e Carnicats live band, Playa Desnuda e Dolcetti. Il tour proseguirà fino a Lignano per la finale del contest musicale che premia i giovani artisti, “Play Homepage”, svolto in collaborazione con The Groove Factory e in programma il 16 agosto.

Il commento degli organizzatori
«Sono passati tanti anni da quella prima serata al Parco del Cormor del 2008 in cui creammo il format Homepage Art / Music Festival – spiega il direttore Manuele Ceschia -. Durante questo periodo siamo cresciuti e maturati, abbiamo avuto mille difficoltà, ma ci siamo sempre rialzati, organizzando eventi musicali con artisti di altissimo rilievo come Robert Miles, Carnicats, Mellow Mood, Playa Desnuda e Linea 77, ma chiamando pure intellettuali di caratura internazionale, come Margherita Hack, Serge Latouche e il dottor Claudio Costa. Questa decima edizione, già in corso di svolgimento, rappresenta in maniera più ricca il vero spirito di aggregazione che coinvolge i giovani. Quest’anno il modello Homepage per la prima volta è stato esportato fuori regione, partendo da Milano. Dispiace invece non aver potuto riportare il Rototom come ci eravamo prefissati».
Ad approfondire l’importanza delle attività di Homepage Festival sul territorio e cosa rappresenta la manifestazione per i giovani della regione ci pensa l’art director Marco Da Rin: «Lo staff oggi si occupa di creare opportunità per esprimere la creatività dei giovani organizzando eventi culturali e promuovendo attività di riqualificazione urbana e informazione giornalistica. Dieci anni fa il nome “Homepage” non rappresentava ciò che può significare oggi: il web rappresenta una risorsa fondamentale in tutti gli aspetti della vita e in particolar modo nell’ambito della comunicazione. Questa natura aggregativa per noi è rappresentata dall’ambizione di mantenere un ruolo centrale per l’associazionismo giovanile in Regione tramite il nostro portale».
Nonostante Homepage abbia cambiato il proprio format nel corso degli anni, il festival oggi itinerante si avvale sempre della creatività dei tirocinanti universitari e dell’intraprendenza dei giovani volontari, inseriti in un contesto che offre loro vere opportunità di lavoro, perseguendo gli obiettivi che il festival ha più a cuore: l’aggregazione giovanile e le politiche “verdi”.
Un elemento molto importante che da qualche anno alimenta la linfa del festival itinerante è la collaborazione che Homepage ha stipulato con l’azienda di autotrasporti SAF, cioè il progetto “Road2Green”. Questa campagna ha lo scopo di rivitalizzare e valorizzare i luoghi di passaggio e di incontro della nostra regione attraverso azioni concrete di riqualificazione artistica e promuove l’utilizzo dei mezzi pubblici nel segno della mobilità sostenibile.
A tal proposito, l’amministratore delegato di SAF Alberto Toneatto spiega la valenza del progetto: «Le iniziative della campagna Road2Green volte alla riqualificazione e rivitalizzazione di ambienti di grande passaggio e affluenza di giovani hanno una valenza sociale molto forte, non solo legata al tema dell’utilizzo del trasporto pubblico come scelta ecologica. Uno dei temi fondamentali sui quali poniamo la massima attenzione è l’educazione dei giovani al corretto e responsabile utilizzo del sistema di trasporto pubblico, la lotta al bullismo e al vandalismo. l’obiettivo è il coinvolgimento in particolare dei giovani verso uno stile di vita più attento all’ambiente, attraverso l’utilizzo della mobilità pubblica integrata e della bicicletta, ad esempio, come scelta preferenziale al posto dell’automobile privata, anche in occasioni non legate al tradizionale utilizzo dei mezzi pubblici, nel tempo libero, ad esempio».
Il sostegno delle autorità
La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, già protagonista del festival nel 2011 in un incontro organizzato in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia, precisa le azioni che la Regione sta attuando nei confronti dei giovani, nelle quali Homepage è grande protagonista: «Sento forte il dovere di dare ai giovani la possibilità di esprimersi e l’opportunità di incidere nella realtà in cui vivono. La Regione propone ai suoi giovani opportunità per valorizzare i propri talenti e per favorire l’aggregazione. Con la legge regionale 5/2012 sosteniamo la realizzazione di progetti di cittadinanza attiva da parte di Associazioni giovanili, enti locali e centri di aggregazione giovanile, per favorire la partecipazione dei giovani alla vita sociale e civile. Siamo però consapevoli che il primo problema da affrontare è quello occupazionale e in questo senso stiamo sviluppando sia le iniziative di Garanzia Giovani per favorire la formazione e l’occupabilità sia il nuovo “Attivagiovani”: è uno strumento che offrirà ai nostri ragazzi ad alto rischio di emarginazione la possibilità di migliorare le proprie competenze offrendo un servizio alla comunità locale o produttiva di appartenenza».

Alessandro Venanzi, assessore al commercio e al turismo del Comune di Udine, spiega l’importanza di Homepage Festival per il capoluogo di provincia friulano: «L’amministrazione comunale ha sempre cercato nelle varie forme di favorire non solo l’aggregazione giovanile ma di darle contenuto e servizi. Nel caso di Homepage abbiamo cercato di lottare assieme affinché le iniziative continuassero a permanere al Parco del Cormor. In ottica normativa, nel nuovo regolamento acustico, abbiamo identificato il parco del Cormor come luogo di aggregazione e luogo idoneo per attività giovanili e concerti. Homepage rimane per noi un riferimento sul tema tant’è che è presente negli eventi più importanti della città, non ultima la Notte bianca».
Alle parole di Venanzi si associano quelle dell’assessore alla cultura del Comune di Udine, Federico Pirone: «La proposta culturale e musicale di Homepage è per la nostra amministrazione molto preziosa, perché rappresenta un’attività di lancio e della migliore musica, giovanile e non, nel nostro territorio. Ecco perché le istituzioni hanno sempre sostenuto questo genere di manifestazioni di cui il nostro territorio ha assoluto bisogno».
Infine, l’assessore alla Mobilità e all’ambiente del Comune di Udine, Enrico Pizza: «Un’azione come quella di Homepage, che alla musica affianca attività di riqualificazione ambientale, è importantissima, in quanto oggi come non mai è necessario coniugare il legittimo bisogno di stare insieme con il rispetto dell’ambiente».

1.536