Al via la 13esima edizione del Simposio di Vergnacco

Komel
Saranno presentati i dieci artisti che fino al 27 giugno animeranno il Parco Sculture
I dieci scultori protagonisti della 13esima edizione del Simposio internazionale di scultura su pietre del Friuli Venezia Giulia, scelti tra centinaia di aspiranti simposiasti, saranno presentati venerdì 11 giugno alle 19, nella Sala consiliare di Reana del Rojale. Sei gli artisti internazionali: Marcia De Bernardo (Brasile), Raphael Beil (Germania), Toda Yusuke (Giappone), Antonis Myrodias (Grecia), Gail Morris (Gran Bretagna), Roberto Manzano (Spagna). Dall’Italia spiccano, invece, Giuseppe Colangelo (Abruzzo), Paolo Figar (Friuli-Venezia Giulia), Luca Marovino (Toscana) ed Emanuela Camacci (Lazio).
All’inaugurazione interverranno il presidente del Circolo culturale “Il Faro” Roberto Cossettini, promotore dell’evento, il commissario straordinario dell’Azienda Speciale di Villa Manin Enzo Cainero e l’assessore regionale alla cultura Roberto Molinaro, che hanno riconosciuto il simposio rojalese come uno degli eventi artistico-culturali di maggior rilievo in regione, ed il sindaco di Reana del Rojale Edi Colaoni.
Ospiti attesi sono il neoeletto sindaco del Comune di Fordongianus (OR) Serafino Pischedda e la delegazione sarda, che con la loro presenza riconfermano il forte legame tra Friuli e Sardegna, che affonda le sue radici in un analogo simposio che si svolge a Fordongianus (Forum Traiani), su pietra trachite.
Saranno presenti anche tutti gli sponsor pubblici e privati che sostengono l’iniziativa, a partire dai vertici della banca Credifriuli e della Fondazione Crup, fino alle Cave di pietra che hanno fornito la materia prima.
Durante la cerimonia saranno resi noti gli eventi che arricchiranno la manifestazione, spaziando dalla cultura alla musica, dalla poesia all’enogastronomia.
Sarà l’occasione per presentare anche l’originale locandina del Simposio, progettata dagli studenti della 5^H dell’istituto d’arte “Sello” di Udine.

Lascia un commento

882