Bearzi

Cormons: Quintorigo 4 Giugno 2011 per Hazz & Wine of Peace

Quintorigo
CORMONS (GO). Dopo il fulminante debutto dell’ultimo disco nel club vetrina dell’Underground inglese – avvenuto il 26 maggio al 93 Feet East di Londra – i QUINTORIGO si preparano a rappresentare l’Italia alla Festa Europea della Musica di Parigi, passando prima per Cormòns.
Alle ore 21 del 4 giugno 2011 infatti, per il secondo appuntamento di JAZZ & WINE OF PEACE – SCONFINANDO, la band romagnola sarà in piazza XXIV Maggio, a Cormòns, per un concerto a ingresso libero realizzato dal Circolo CONTROTEMPO, grazie al contributo di Comune di Cormòns, Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Gorizia, Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e Camera di Commercio di Gorizia.
Dopo il travolgente jazz del progetto “Play Mingus”, che gli ha fatto guadagnare il Top Jazz nel 2009 come miglior formazione jazz dell’anno, i QUINTORIGO compiono una nuova svolta artistica proponendo il rock viscerale degli esordi, con English Garden, un album interamente cantato in inglese, alla ricerca di un sound aggressivo, Rock-Blues, con la voce graffiante del nuovo vocalist Luca Sapio. Il “giardino inglese” rappresenta un simbolo di convivenza di opposti, un portentoso gioco di equilibri, in cui il selvaggio si bilancia con il regolare, l’ameno con il malinconico, il maestoso con l’elegante, il tutto espresso con gli strumenti classici di sempre (mal)trattati come non mai, sfibrati e trasformati con potente energia.
A Cormòns i Quintorigo “urleranno” musica, passando da episodi dolcissimi a rapinose ventate di furia musicale, da sospensioni bucoliche a momenti di avanspettacolo, da taglienti staffilate di archi e urla di sassofoni bruciati.
La seconda edizione di JAZZ & WINE OF PEACE – SCONFINANDO proseguirà in piazza Libertà, il 25 giugno con gli OTTAVO RICHTER, un terremoto di vibrazioni Funky, e l’1 luglio con JURI DAL DAN TRIO, special guest FRANCESCO BEARZATTI.

——————————————– PROGRAMMA DELLA RASSEGNA ————————————–

Domenica 22.5.2011 – 19h00 • piazza XXIV maggio – Cormòns
(Teatro Comunale in caso di maltempo)

Premiazione Premio Letterario Dolfo Zorzut
a seguire
JASHGAWRONSKY THE BROTHERS

Sister Ani tube, accordion ukulele, percussion, backing vocal
Brother Suren brush bass, trompet tube, iron keyboard, ukulele, violin, percussion, backing vocal
Brother Pavel lead vocal, ukulele, percussion
Brother Sylvian toy guitar, electric guitar, ukulele bass, backing vocal
Brother Octavio trombone tube, trumpet, clavietta, ukulele, percussion, backing vocal
Brother Benjamin washing drum set, ukulele, armonica, backing vocal

Sono loro! Sono gli Jashgawronsky Brothers e sono tra gli inventori del genere musicale più strano del mondo: la musica da riciclo! Dopo aver esplorato la musica da cucina ottenendo suoni incredibili con scope, imbuti, barattoli, cucchiai, piatti, bicchieri, tubi e cestini, eccoli pronti ad affrontare il mondo della lavanderia: batteria stendino, lavatrici e spazzoloni contrabbasso, ferri da stiro fumanti e molto altro. Radio Armeniac è uno show dove la musica e il circo si incontrano per dare vita a un’ora e mezza di comicità moderna, giocoleria, acrobazie ed un tocco di “sensualità”. Insomma: lavatevi bene le orecchie e godetevi lo spettacolo più unico del mondo!
Radio Armeniac: washing sound machine from dirty space! Da non perdere!

INGRESSO LIBERO

———————————————————————

Venerdì 27.5.2011 – Smartno (SLO)

19h00 – HISA KULTURE (casa della cultura)
POR LOS CAMINOS FLAMENCOS – Apertura mostra del KUD Dablo

21h00 – Severni Trg (piazza nord)
ROBELDULE

INGRESSO LIBERO

dopo concerto – cantine di Smartno
POR LOS CAMINOS FLAMENCOS

———————————————————————

Sabato 28.5.2011 – Smartno (SLO)

21h00 – Severni Trg (piazza nord)
DRUYD
ETNOPLOC

ENTRATA 5,00 EURO

dopo concerto – cantine di Smartno

———————————————————————

Sabato 4.6.2011 – 21h00 • piazza XXIV maggio – Cormòns
(Teatro Comunale in caso di maltempo)

QUINTORIGO // English Garden

Luca Sapio voce
Valentino Bianchi sax
Andrea Costa violino
Gionata Costa violoncello
Stefano Ricci basso

Dopo il travolgente jazz del progetto “Play Mingus”, che gli ha fatto guadagnare il Top Jazz nel 2009 come miglior formazione jazz dell’anno, i Quintorigo propongono il rock viscerale degli esordi, con English Garden. Il “giardino inglese” rappresenta un simbolo di convivenza di opposti, un portentoso gioco di equilibri, in cui il selvaggio si bilancia con il regolare, l’ameno con il malinconico, il maestoso con l’elegante, il tutto espresso con gli strumenti classici di sempre (mal)trattati come non mai, sfibrati e trasformati con potente energia.
A Cormòns i Quintorigo “urleranno” musica, passando da episodi dolcissimi a rapinose ventate di furia musicale, da sospensioni bucoliche a momenti di avanspettacolo, da taglienti staffilate di archi e urla di sassofoni bruciati.

INGRESSO LIBERO

———————————————————————

Sabato 25.6.2011 – 21h00 • piazza Libertà – Cormòns
(Sala Civica in caso di maltempo)

OTTAVO RICHTER

Raffaele Kohler tromba
Luciano Macchia trombone
Domenico Mamone sax baritono
Alessandro Sicardi chitarra
Marco Xeres basso
Paolo Xeres batteria

Funk e swing, bossa nova e ballad. La band milanese, nata su iniziativa di Raffaele Kohler e Luciano Macchia, parte dal jazz per esplorare territori musicali anche imprevedibili.
Il gruppo nasce dalle raffinate e singolari idee di due giovani musicisti: Raffaele Kohler (tromba) e Luciano Macchia (trombone). Il loro percorso ha un classico inizio da biografia d’artista: suonano per strada nelle notti di Milano, applauditi dai passanti, ma quasi sempre scacciati dalle forze dell’ordine. Nel corso della sua storia, il gruppo ha vissuto diverse modifiche stilistiche e di formazione, sino a raggiungere l’ensemble attuale, composto da sei elementi, che passano volentieri, e con rilassata competenza, dallo swing al funky, dalla ballad alla bossa nova.

INGRESSO LIBERO

———————————————————————

Venerdì 1.7.2011 – 21h00 • piazza Libertà – Cormòns
(Sala Civica in caso di maltempo)

JURI DAL DAN TRIO
special guest FRANCESCO BEARZATTI

Juri Dal Dan pianoforte
Piero Cescut basso
Alessandro Mansutti batteria

Francesco Bearzatti sax tenore, sax soprano, clarinetto

Se per il precedente lavoro discografico – Trilogia di un Viaggiatore – il tema portante era il viaggio del personaggio immaginario Dosti Kudret, il nuovo lavoro del Trio di Juri Dal Dan fa emergere gli aspetti poetici, contradittori e bizzarri dell’essere soli, per indole, in balia della propria sensibilità e delle proprie nevrosi, sottolineando come la solitudine sia condizione necessaria per la sopravvivenza di un universo sensibile che ci rende ancora umani.
Con il grande sassofonista Francesco Bearzatti (friulano, adottato dai francesi e apprezzato a livello internazionale), la collaborazione del Trio parte nel 2007, con Africa Personale.

INGRESSO LIBERO
concerto realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturaglobale

facebook

Lascia un commento

493