Ein Prosit: programma di domenica 17 Novembre 2013

Un successo di pubblico senza confini quello registrato nella giornata di oggi, sabato 16 novembre, a Ein Prosit, la rassegna enogastronomica che raduna in Friuli Venezia Giulia tra Tarvisio e Malborghetto (Udine) i principali produttori enogastronomici e alcuni tra i più importanti chef del panorama italiano ed internazionale promuovendo l’eccellenza della produzione vinicola da vitigno autoctono nazionale ed internazionale.
Appassionati, gourmand e curiosi provenienti dall’Italia e dalle vicine Slovenia e Austria hanno letteralmente invaso Palazzo Veneziano e il Ristorante Casa Oberrichter di Marlborghetto (UD) per assistere ai percorsi della manifestazione: la mostra assaggio con 130 espositori in mostra, le degustazioni guidate con particolare successo per seguitissimo incontro-degustazione con l’attore Giuseppe Battiston che si è raccontato al giornalista Sandro Sangiorgi tra cibo, vino e cinema con la fortunatissima pellicola “Zoran, il mio nipote scemo”, i laboratori dei sapori, le cene degli itinerari del gusto con gli stellati Fabrizia Meroi e Peppe Stanzione e gli internazionali Hans Rueffert e Manfred Stufler e gli incontri con grandi esperti del settore alla scoperta, degustazione e assaggio delle eccellenze enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia, nazionali e internazionali.
Partenza sprint con le dichiarazioni di Gianluca Fusto alla presentazione di iStru, lo strudel stravolto e straordinario, nuovo dolce del Tarvisiano. “Sono gli ingredienti, la materia prima, la vera innovazione”. Il nuovo dolce non viene più chiuso in un guscio di pasta, ma aperto per far risaltare le materie prime: tre tipologie di mele, la Renetta, la Granny Smith e la Pink Lady; l’uva fresca (non più uvetta); le mandole in gratinatura e il pane che diventa pasta croccante. iStru è completato con una crema di mascarpone (unica parte grassa) ricoperta da una crema acida di mele verdi gelatificata a freddo con mele cotte nel ghiaccio.
Dalle ore 13.00 nell’ambito della diretta della trasmissione radiofonica cult di Radio2 “Decanter”, da segnalare le dichiarazioni del vicepresidente della Regione FVG Sergio Bolzonello sul valore del territorio – “una grande regione che ha veramente un grande varietà di prodotti enogastronomici, capacità di offrire uno scenario ampio e soprattutto tanta qualità. Riassumendo: dire, fare e mangiare”. A ruota, il presidente del Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e di Passo Pramollo, Gabriele Massarutto dichiara ”il turismo enogastronomico è una vetrina d’eccezione per tutta l’enogastronomia italiana nei confronti dei paesi contermini. Il Tarvisiano è l’unico luogo che consente a tre grandi culture (slava, tedesca, latina) di incontrarsi”.
Particolarmente seguito l’incontro del pomeriggio con l’inusuale tema “I peccati di gola dei campioni” ovvero il rapporto dei campioni con il cibo e la buona tavola tra dieta e peccati di gola; protagonisti il canoista friulano, campione olimpico, Daniele Molmenti e il giornalista della Gazzetta dello Sport e autore del libro “I peccati di gola dei campioni. Storie e ricette di grandi sportivi” Francesco Bibi Velluzzi.

Si replica domenica, grande conclusione, con la “Mostra Assaggio” alla scoperta della migliore produzione gastronomica e vinicola di aziende nazionali e internazionali. Per le “Degustazioni guidate”, l’appuntamento clou è alle ore 11.00 con il giornalista Sandro Sangiorgi che intervisterà la presidente della Regione FVG Debora Serracchiani tra politica e degustazioni e il doppio appuntamento con il miglior Sommelier del Mondo, Luca Gardini, alla scoperta di due eccellenze del territorio: la Vitovska, antico vino del carso (ore 13.00) e il grande Merlot Vistorta (ore 15.30). A completare i vini bianchi della C?te de Beaune della Borgogna con il grande esperto Giampaolo Gravina e il “Legno nello Champagne” con il guru delle bollicine d’oltralpe Alberto Lupetti. Alla scoperta dei grandi cocktail (ore 14.30) e del leggendario vino dolce francese Sauternes (ore 16.00) con Gian Luca Mazzella, wine writer di grande fama.
Parata di stelle nei “Laboratori dei Sapori” curati da Paolo Marchi, celebrità del mondo dell’enogastronomia nazionale e non solo, ideatore di “Identità Golose” con gli chef Loretta Fanella, la pasticciera italiana più famosa al mondo (ore 10.30), Antonia Klugmann, una stella Michelin anche per il 2014 (ore 12.30), Maria Leonardi, la cuoca esperta di cucina thailandese (ore 14.00), Fabrizio Ferrari, patron del Porticciolo 84 a Lecco (ore 15.30) e Giulio Grotto, il cuoco veneto innamorato del Giappone (ore 17.00).
Grande novità anche domenica con Gianluca Fusto, il re dei maestri pasticceri, che presenterà in anteprima il Tiramisù FVG (frescoverogenuino), nato da una collaborazione con la famiglia Castellani e 20 chef per redarre un vero e proprio “disciplinare” (ore 16.30).
A completare i laboratori, Bepi Cucciarelli giornalista e ideatore della rassegna Alpe Adria Cooking, per scoprire e assaporare i prodotti dei due parchi friulani, “Parco delle Dolomiti friulane” e “Parco della vite e del vino” (ore 13.30) e l’incredibile produzione del branzino di Pirano (ore 15.30).
La serata è affidata agli “Itinerari del gusto”, l’incredibile programma di cene realizzate dagli chef più affermati del panorama italiano e internazionale in cui la grande cucina incontra i grandi vini del Friuli Venezia Giulia. La chiusura, domenica 17 novembre, affidata al pluristellato Emanuele Scarello al Valleverde, mentre al Golf Club con Pejic in coppia Jürgen Perlinger, lo chef del celebre hotel cinque stelle Warmbaderhof e del nuovo “Das Kleine Restaurant” (1 cappello Gault Millau) di Warmbad.

Il programma completo della XV edizione, l’offerta turistica di EIN PROSIT, le informazioni per prenotare le cene e acquistare i biglietti degli eventi tutti a numero chiuso a Palazzo Veneziano sono consultabili al sito www.einprosit.org o telefonando al n. 0428.2392

La XV edizione di EIN PROSIT è realizzata dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, di Sella Nevea e di Passo Pramollo con il patrocinio del Ministero dell’Agricoltura in collaborazione con i principali partner istituzionali regionali: in primis la Regione Friuli Venezia Giulia, a seguire la Provincia e la Camera di Commercio di Udine, Terra dei Patriarchi, la Comunità Montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale e i Comuni di Tarvisio e Malborghetto. Fondamentale anche quest’anno il contributo di FriulAdria, principale partner privato di Ein Prosit e partner di riferimento per gli operatori della filiera che va dalla terra alla tavola individuando in questo ambito un asset di crescita economica e di visibilità internazionale per le aziende del settore e di Fondazione Crup che da sempre sostiene iniziative volte alla promozione del tessuto sociale, culturale ed economico del territori.

474