Ente Fiera: Da Pozzo per la fusione Udine-Pordenone

La Camera di commercio di Udine, socio di riferimento di Udine&Gorizia Fiere Spa con il 42% delle quote, vuole essere protagonista della razionalizzazione del sistema fieristico e manifesta la volontà di procedere alla fusione con la Fiera di Pordenone.

LASCIA LA TUA IDEA SUL FRIULI DEL FUTURO

L’ha annunciato oggi il presidente della Cciaa udinese Giovanni Da Pozzo, lanciando la proposta alla conferenza stampa di presentazione di Casa Moderna 2010, nella sala del consiglio della Cassa di Risparmio del Fvg, ospite del presidente Giuseppe Morandini e alla presenza del presidente e dell’amministratore delegato di Udine&Gorizia Fiere, Sergio Zanirato e Claudio Gottardo, e del presidente di Amga Spa Antonio Nonino.
«Molti tavoli sono in piedi – ha detto Da Pozzo – ma noi crediamo che sia ora di fare qualcosa di concreto. Ho condiviso questa volontà con le categorie e ne ho già parlato con il presidente della Regione Renzo Tondo, manifestando l’importanza di questa possibilità, in tempi veloci, perché vi sia il necessario raccordo politico-istituzionale per portare avanti come sistema questo percorso, che va nell’ottica di una migliore organizzazione e della razionalizzazione, in un momento in cui il sistema fieristico non solo locale, ma nazionale e internazionale, è in difficoltà e ha bisogno di risposte immediate».
Da Pozzo ha dunque parlato del sostegno della Cciaa alla Fiera e alle sue iniziative migliori, tra cui la Casa Moderna si colloca a pieno titolo. «Interazione, comunicazione, partecipazione, innovazione e internazionalizzazione: sono le linee che la Cciaa sta portando avanti – ha aggiunto il presidente – nel suo ruolo di rappresentante delle realtà economiche friulane, come stimolo nuovo al suo sviluppo e alla sua valorizzazione. Su questo solco s’innesta, infatti, il progetto Friuli Future Forum, lanciato proprio nei giorni scorsi, in occasione di Friuli Doc (www.friulifutureforum.com). E sullo stesso itinerario la Cciaa percorre anche i suoi passi all’interno di Casa Moderna 2010». Un nuovo modo di presentarsi, dunque, che mira all’approfondimento e al coinvolgimento, anche con quattro talk show tematici: tutto ciò si concretizza in Spazio alla Sedia, in sinergia con Promosedia e con ASDI Sedia, per presentare al meglio e con originalità ai visitatori l’eccellenza della produzione del Distretto. A corollario della presenza in fiera, ci sarà anche la mostra itinerante “Carnia, confine fra cielo e terra” che, dopo il suo tour estivo in tante località della provincia e il suo “attracco” in piazza Venerio a Udine per Friuli Doc, approda ora a Casa Moderna, nel giardino fra il padiglione 5 e il 7.
Spazio alla sedia sarà ospitato al Padiglione 8 ed esteso su 180 mq. Sarà teatro di una mostra virtuale che sviluppa – attraverso le immagini e racconti – i due grandi temi: il Distretto della Sedia, con i modelli, i designer e le aziende protagonisti; Promosedia e le sue più importanti iniziative a sostegno della cultura del progetto.
Che cos’è, dunque, Spazio alla Sedia? Una piazza della conoscenza che darà a tutti la possibilità di approfondire un pezzo importante della storia e dell’attualità produttiva della regione, attraversata da grandi protagonisti della creatività progettuale, ricca di successi colti dalle nostre aziende sui mercati internazionali. Ma sarà anche un angolo di conversazione con il pubblico, animato da presentazioni e interviste riunite in quattro tal-show con i principali interlocutori del settore, appunto, da pubblicazioni dedicate alla sedia che i visitatori potranno consultare comodamente seduti sugli arredi selezionati tra la produzione del Distretto, rigorosamente muniti di carta d’identità per illustrarne le specificità innovative. Uno spazio di conversazione, dunque, fortemente divulgativo, che mira a coinvolgere non solo operatori ed esperti, ma anche, direttamente, i tanti visitatori e curiosi che passeggiano tra gli stand alla scoperta delle novità per la casa.

Quattro i TALKS della CCIAA ospitati a Spazio alla Sedia
1
Sabato 25 settembre, ore 17.30
Titolo: Progettare una sedia, lavorare nel Distretto
Alcuni progettisti, profondamente legati al territorio raccontano la complessità del progettare un oggetto d’uso strettamente legato alla funzione ma, al contempo, profondamente legato alle dinamiche di competizione del mercato.

2
Domenica 26 settembre, ore 17.30
Titolo: Mode e modi: tendenze e design
Come si inventa un trend? Qual è la ricaduta nella realtà del mondo produttivo? Una riflessione su aziende trend setter e aziende follower: quale il ruolo che hanno nel mondo del design le figure professionali che si occupano di “inventare” le tendenze?
3
Venerdì 1 ottobre, ore 17.30
Titolo: Design, dal Produttore al Consumatore
Il Design non è solo un valore intrinseco al prodotto: per essere davvero fattore strategico nella competizione globale deve essere un valore condiviso e promosso da tutti gli attori che intervengono lungo il percorso, e difeso nei confronti dell’utente finale.
4
Sabato 2 ottobre, ore 17.30
Distretto della sedia: presente, passato e futuro
A partire da un’analisi della crisi economica e delle potenzialità del distretto, la conversazione vorrebbe aprire alcune finestre sul futuro delle aziende del territorio. Aggregazione, riposizionamento, riconversione della produzione: questi alcuni dei termini della conversazione.

Lascia un commento

507