Bearzi

FINANZE: DEFINITIVO VIA LIBERA A DDL ASSESTAMENTO DI BILANCIO

Trieste, 21 giu – La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia
ha approvato oggi in via definitiva il disegno di legge relativo
all’assestamento di bilancio 2016. Il provvedimento, proposto
dell’assessore alle Finanze Francesco Peroni, dispone l’utilizzo
dell’avanzo libero risultante dai documenti contabili per un
importo di 276 milioni, integrato da una disponibilità di
ulteriori 60 milioni derivanti da recuperi, rientri,
rimodulazioni e adeguamenti.

In sintesi, le risorse a disposizione vengono così destinate,
aggregate per ambito di intervento:

AUTONOMIE LOCALI: 27 milioni destinati al fondo investimenti
delle Uti (19,5 milioni), al “volano opere” (5,5 milioni) e al
fondo ordinario dei Comuni (2 milioni).
A beneficio del sistema degli Enti locali vanno anche alcune
linee di finanziamento successivamente richiamate con riferimento
ai lavori pubblici (opere cantierabili, edilizia scolastica e
anticipazioni per progettazioni) e all’impiantistica sportiva.

SALUTE E POLITICHE SOCIALI: 29 milioni destinati principalmente
all’integrazione delle spese di parte corrente per il servizio
sanitario regionale (25 milioni) nonché a interventi di sviluppo
informatico.

AMBIENTE: 43 milioni, di cui 16 milioni destinati alle
agevolazioni sui carburanti, 10 milioni a opere connesse alla
prevenzione di calamità naturali e alla manutenzione di opere
idrauliche, 2,1 milioni relativi a interventi per nuove reti di
teleriscaldamento e per l’efficientamento energetico e 1,8
milioni destinati a incentivi ai Comuni in materia di prevenzione
della produzione di rifiuti e di rimozione dell’amianto dagli
edifici.

INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ LAVORI PUBBLICI E EDILIZIA: 54 milioni
destinati alla Viabilità e ai Trasporti, con il finanziamento,
tra gli altri, di interventi per la manutenzione stradale con 5
milioni, per lo sviluppo della portualità e della logistica con
5,5 milioni, la sicurezza stradale con 1,3 milioni e la
promozione del territorio regionale attraverso lo sviluppo dei
traffici aerei con 1 milione; agli interventi per l’Edilizia non
residenziale con le poste per lo “sportello” per opere pubbliche
cantierabili con 5,2 milioni, per gli interventi di verifica su
rischio sismico edifici con 1 milione, per l’edilizia
prescolastica e scolastica con 2,5 milioni e per i collegamenti
informatici di scuole e edifici pubblici con 2,5 milioni, per i
centri di aggregazione giovanile con 2 milioni, per gli edifici
di culto con 2 milioni e per il fondo anticipazioni per
progettazioni degli enti locali con 1 milione; agli interventi
per l’Edilizia residenziale, con le poste in materia di
manutenzioni della “prima casa” con 7,7 milioni.

ATTIVITÀ PRODUTTIVE: 33,5 milioni con riferimento, tra gli altri,
al fondo incentivi alle imprese con 7,3 milioni, al sostegno di
imprese e microimprese del turismo, del commercio e dei servizi
con 8 milioni, alle manutenzioni delle strutture turistiche con
1,3 milioni, alle attività promozionali del turismo con 2,7
milioni, al supporto manageriale alle piccole e medie imprese con
0,7 milioni, allo sviluppo dei cluster con 0,6 milioni e al
sostegno dell’imprenditoria femminile con 2 milioni.

SISTEMA DEL CREDITO REGIONALE: progetto di rilancio di Banca
Mediocredito FVG, con il quale sarà possibile garantire il
necessario rafforzamento industriale nel rispetto dei requisiti
patrimoniali richiesti dall’Autorità di Vigilanza bancaria. Le
disposizioni inserite autorizzano un intervento massimo di circa
32 milioni complessivi, da suddividersi tra apporto di capitale e
partecipazione ad un’operazione di cartolarizzazione delle
sofferenze secondo quanto recentemente esposto dai vertici della
Banca al Consiglio regionale.

RISORSE AGRICOLE E FORESTALI: 45 milioni destinati principalmente
al Fondo di rotazione in agricoltura per 13 milioni, a
finanziamenti integrativi del Programma di Sviluppo rurale per 11
milioni, ad interventi di trasformazione irrigua e opere di
bonifica per 8 milioni, ad opere idraulico-forestali per 2,1
milioni, alla gestione delle attività forestali per 3,5 milioni e
ad interventi di riordino dei terreni incolti per 0,7 milioni.

CACCIA E PESCA: 1 milione.

LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ISTRUZIONE E RICERCA: 24
milioni con interventi rilevanti per le misure di sostegno
all’occupazione relative alle Politiche attive del lavoro per 1,5
milioni, ai contratti di solidarietà difensivi per 1,3 milioni,
ai lavori di pubblica utilità per 3,2 milioni; per i percorsi
istruzione-formazione professionale per 9 milioni; per
l’università e il diritto allo studio universitario per 4,5
milioni.

CULTURA E SPORT: 5,4 milioni destinati principalmente alla
Fondazione Aquileia e all’impiantistica sportiva nonché a enti
culturali (Erpac e Ert).

PROTEZIONE CIVILE: 9 milioni.

INTERVENTI INTEGRATIVI DEI PROGRAMMI COMUNITARI (fondi del
Programma attuativo regionale/Par): 20 milioni.

MONTAGNA: 1,2 milioni finalizzati a interventi di riordino dei
terreni incolti, al ristoro di utenze gas, allo scorrimento delle
graduatorie delle opere di investimento dei Comuni e alla
strategia aree interne.

ALTRI INTERVENTI: 24 milioni per interventi, tra gli altri, nei
settori delle Relazioni internazionali, dei beni patrimoniali e
delle attività promozionali nonché per reiscrizioni di poste nei
diversi settori.
ARC/PPD/com

Powered by WPeMatico

facebook
376