Gotti: “Napoli grande squadra ma nulla è scontato”

Alle 19:30 il Napoli scenderà in campo al San Paolo contro l’Udinese.
Le parole del mister pre Napoli Udinese

In vista del match contro il Napoli, mister Luca Gotti ha presentato la sfida in esclusiva ai microfoni di Udinese Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

Mister, seconda gara dopo quella con la Lazio e in vista di quella con la Juve, contro un’altra “big” come il Napoli. L’Udinese, però, arriva rinfrancata da un buon risultato e da un’ottima partita disputata mercoledì contro i biancocelesti.

Il Napoli è un’ottima squadra e dobbiamo pensare una partita alla volta. Tutti si stanno rendendo conto, non solo per i risultati nostri ma anche guardando quelli delle altre partite, che quello che dice la teoria spesso viene disatteso dal campo. Era difficile prevedere una vittoria contro la Roma; il punto contro la Lazio è importante perché arriva contro una squadra che si sta giocando la vittoria del titolo. Poi, magari, uno pensa che sia più facile fare il bottino pieno contro squadre come il Genoa o la Samp, cosa che non è avvenuta. Di volta in volta ci sono queste alternanze di energia fisica e mentale da portare ogni due o tre giorni in campo.

Napoli che, post lockdown, è una delle squadre che è scattata meglio dai blocchi. Ha vinto la Coppa Italia. In campionato adesso, archiviata la qualificazione Europa League, forse non ha obiettivi di classifica impellenti ma sta facendo, comuqnue, molto bene. Al tempo stesso l’Udinese ha dimostrato di poter dire la sua contro le “big”. Che tipo di match si aspetta?

Non c’è nulla di scontato. Il Napoli è una squadra di grande qualità, non solo negli undici giocatori iniziali, ha una rosa secondo me fatta per l’altissimo livello del calcio in Italia. È ancora in corsa per la Champions League e quindi è una squadra che arriverà fino in fondo, cercando di presentarsi nel migliore dei modi. A me è sempre piaciuta molto. Anche prima del lockdown, aveva trovato degli equilibri fra le qualità della fase offensiva e una fase difensiva fatta di squadra che mi è sempre piaciuta. È una squadra complicata da affrontare e noi cercheremo di mettere tutte le nostre armi in campo.

La gara contro la Lazio ha lasciato, purtroppo, come strascichi gli infortuni di Jajalo e Teodorcyzk. Qual è la loro situazione? Sono, infatti, due pedine preziose che verranno a mancare per la gara di domani, tenendo conto anche  della squalifica di Stefano Okaka

Mentre stiamo parlando Jajalo, Teodorcyzk e Mandragora stanno facendo una visita a Roma. Per Jajalo, parrebbe trattarsi non di un infortunio gravissimo ma credo che il campionato sia, per lui, finito e sarà a disposizione solo all’inizio della prossima stagione sportiva. Per quanto riguarda Teo, aspettiamo delle buone notizie ma non sappiamo altro.

C’è anche la questione diffidati: è un fattore che può indirizzare le sue scelte? Ekong e Nestorovski sono in diffida da po’, ma questa situazione pende anche su Fofana e Larsen che sono stati due tra i giocatori più utilizzati.

Abbiamo 14 giocatori a disposizione della prima squadra, poi abbiamo tanti ragazzi della Primavera. Di questi 14, 5 sono difensori centrali. È chiaro che devo fare delle valutazioni generali, cercare di capire che direzione può prendere la partita ma riuscire a fare una gestione delle diffide non è così facile in questo momento.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Lobotka, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Nuytinck; Larsen, de Paul, Walace, Fofana, Sema; Lasagna, Nestorovski

237