home page
Diffondere tra i giovani la cultura artistica, migliorare i processi di partecipazione giovanile, sensibilizzare alla cultura della salute e del rispetto dell’ambiente, promuovere momenti di libero confronto e di integrazione fra i giovani, questo in sintesi è Home Page Festival 21 Maggio- 29 Agosto – Parco del Cormor – Udine .

Home Page Festival, patrocinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo FVG, dalla Provincia di Udine, dal Comune di Udine, dalla Camera di Commercio e da Confartigianato, è una manifestazione culturale che si svolge nell’accogliente cornice del Parco del Cormor a Udine.

La rassegna, giunta alla terza edizione, che prenderà il via venerdì 21 maggio e si concluderà venerdì 27 agosto 2010, si presenta come un ricco contenitore culturale, artistico e musicale, nelle sue forme più svariate, innovative e dinamiche. Tutti gli appuntamenti saranno proposti, come in passato, ad ingresso gratuito.

Grazie alle prime due edizioni, Home Page Festival è riuscita a ritagliarsi un ruolo di prim’ordine nel panorama giovanile regionale, arricchendo sempre di più la sua offerta, e diventando a tutti gli effetti uno tra gli appuntamenti più attesi dell’estate udinese.

L’edizione 2010 si presenta oggi con un intenso calendario culturale e musicale, impreziosito inoltre da una serie di attività sperimentali che fanno da corollario al Festival, dandogli un ulteriore valore aggiunto.

Molto fitto è il programma delle conferenze, vera e propria spina dorsale del festival; dalla giustizia all’economia, dall’ambiente alla tolleranza e all’integrazione, questi alcuni dei temi, più che mai attuali, che saranno affrontati da ospiti eccellenti quali Margherita Hack, Gianni Barbacetto, Fabio Salviato, Salvatore Borsellino, Eugenio Benetazzo solo per dirne alcuni.

Tutti gli incontri si svolgeranno il venerdì pomeriggio con inizio alle 19, a partire dal 21 maggio con “l’Economia allo Sbando”, fino alla grande chiusura del 27 agosto che vedrà protagonista Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, nell’atteso appuntamento dal titolo: “L’Agenda rossa di Borsellino”.

Se lo spazio pomeridiano è riservato alle conferenze, nelle serate il festival cambierà veste grazie agli appuntamenti musicali.

Ad alternarsi sul palco del Cormor saranno artisti del calibro di Robert Miles, Meg, Ex-Otago, The Zen Circus, Twofingerz, T.M. Stevens, Diaframma, Immanuel Casto, Pino Scotto e tanti altri ancora. L’offerta musicale è stata concepita in maniera da differenziarsi in ogni serata, questo per accontentare un pubblico da sempre attento e informato riguardo la scena musicale italiana e internazionale. Non solo artisti di fama nazionale, infatti Home Page da sempre si pone al fianco delle diverse realtà friulane, promuovendo e sostenendo giovani artisti che, con la loro bravura e passione, si stanno facendo conoscere nella scena musicale, come ad esempio Angelica Lubian, Carnicats, Superegos, Funkabit, Alfabox, Film da Fuga e tanti altri.

Nel corso dell’estate saranno poi due gli appuntamenti che porteranno musica durante tutto il weekend al Parco del Cormor. Si comincia il 4, 5 e 6 giugno con il Fabrik Free Festival, appuntamento errante che fa tappa a Home con il suo importante seguito di grandi artisti. Il 25 e il 26 giugno sarà la volta del Free Cormor Rock, abituale rassegna che si svolgerà all’interno di Home Page per premiare anche quest’anno le migliori band locali. A chiudere le serate musicali sarà poi, il 27 agosto, l’Home Page Music Contest, finale del concorso che, grazie alla collaborazione di diversi locali della regione e del vicino Veneto, ha portato all’individuazione dei gruppi più promettenti di vari generi musicali che si sfideranno dunque al Cormor nella gran serata finale del festival.

Mostre d’arte e allestimenti coloreranno inoltre il parco nei giorni del festival creando un’atmosfera stimolante e suggestiva. Diffondere la cultura artistica e la libertà di espressione sono da sempre finalità centrali per la manifestazione, per questo per tutta l’estate si succederanno esposizioni e vere e proprie mostre che vedranno protagonisti molti artisti in erba.

Intuizione positiva della scorsa edizione, visto il coinvolgimento di molti ragazzi, è stata quella della creazione di laboratori e workshop. Fra le attività pensate per quest’anno ci sono laboratori di musica, corsi di grafica al computer, corsi di fotografia creativa, street art, corso per barman free style e di fumetti, oltre un particolarissimo momento dedicato agli animali con corsi di portamento, educazione e tanti consigli utili per gli amici a quattro zampe.

Nel contesto del Festival, grazie al contributo della Camera di Commercio, verrà inoltre allestito un mercatino che sarà funzionante durante tutte le serate in programma; saranno quindici gli stand a disposizione degli espositori per promuovere i prodotti tipici dell’artigianato locale.

Se obiettivo del festival è anche quello di promuovere la cultura della salute, non potevano mancare lo sport e il benessere; sabato e domenica 5 e 6 giugno si svolgerà infatti il torneo di volley maschile e femminile “Fischio d’Inizio”, mentre per chi desidera rilassarsi sperimentando i benefici del massaggio shatsu, potrà rivolgersi a vere e proprie esperte del settore, che si occuperanno, durante gli eventi del festival, dell’area benessere.

L’edizione 2010 di Home Page Festival vede rinnovate le collaborazioni con l’Università degli Studi di Udine, il M.E.I. (Meeting Etichette Indipendenti di Faenza), Arezzo Wave, Exit Festival di Belgrado e Sziget di Budapest.

PROGRAMMA CONFERENZE

Venerdì 21 maggio ore 19

“L’ECONOMIA ALLO SBANDO”

Interviene:

EUGENIO BENETAZZO, operatore di borsa indipendente primo ed unico predicatore finanziario in Italia.

Venerdì 28 maggio ore 19

“OMOGENITORIALITA”

Uno sguardo oltre i pregiudizi

Intervengono:

MAURO TABOR, dell’associazione di genitori omosessuali “Famiglie Arcobaleno” .

MARGHERITA BOTTINO, psicologa e autrice di diverse pubblicazioni sui temi dell’ dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale, con particolare riferimento al tema dell’omogenitorialità

SARI MASSIOTTA, ha partecipato alla realizzazione del documentario dal titolo “Le famiglie arcobaleno”, di Lucia Stano e Nadia Dalle Vedove

Venerdì 4 giugno ore 19

CONSIDERAZIONI SULLA CAMPAGNA REFERENDARIA “L’ACQUA NON SI VENDE”

Riflessione sul tema della privatizzazione di uno dei beni più preziosi dell’umanità

Interviene:

LUCIANO ZORZENONE, presidente del Cordicom FVG, associazione che rappresenta oltre 40 comitati per l’ambiente e la qualità della vita.

Venerdì 11 giugno ore 19

“HO SOGNATO UNA BANCA”

Dieci anni sulla strada di Banca Etica

Interviene:

FABIO SALVIATO, presidente nazionale di Banca Etica ed autore dell’omonimo libro.

Venerdì 18 giugno ore 19

“PENSA ALLA NATURA, PENSA A TE”

La filiera ecologica per la detersione e la biologica per l’alimentazione, dalla produzione all’etichetta

Intervengono:

MICHELA BORSI, responsabile della produzione dell’Istituto Ecologico Edelweiss di Talamona (SO).

FRANCESCO BREDA, tecnico controllore dei prodotti biologici.

Venerdì 25 giugno ore 19

“IL MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO E LA COSTITUZIONE”

Intervengono:

CLARA COMELLI, presidente dell’associazione Certi Diritti

FRANCESCO BILOTTA, avvocato e socio fondatore dell’associazione Avvocatura per i diritti LGBT – Rete Lenford.

Venerdì 9 luglio ore 19

“IL MURO DI GOMMA”

La gestione dei rifiuti

Intervengono:

CARLA POLI, del centro per il riciclaggio di Verdelago (TV).

EZIO ORZES, assessore alle politiche ambientali del comune di Ponte nelle Alpi (BL).

GUSTAVO MAZZI, presidente ISDE di Medici per l’Ambiente della sezione di Pordenone

MARIA GENERO, promotore dei progetti Ark Flood Defences per il recupero dei pneumatici.

Parteciperanno i comitati di Fanna e Povoletto

Venerdì 16 luglio ore 19

“LE QUATTRO DIMENSIONI DI MARGHERITA HACK”

Intervista aperta guardando le stelle e le realtà del nostro paese

Interviene:

MARGHERITA HACK, astrofisica e divulgatrice scientifica.

Venerdì 23 luglio ore 19

“PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED OPEN SOURCE: UNA POSSIBILITA’ DI SVILUPPO”

Intervengono:

PAOLO COPPOLA, assessore all’innovazione ed e-governement del comune di Udine e professore associato di informatica all’Università di Udine.

FABIO BOTTEGA, responsabile sviluppo software per la pubblica amministrazione della Tecnoteca.

IVAN BORTOLIN, presidente ASCI, Associazione Studentesca Cultura Informatica dell’Università di Udine.

Venerdì 30 luglio ore 19

“I GIORNALISTI FANNO ANCORA INCHIESTE”

Intervengono:

GIANNI BARBACETTO, giornalista e scrittore, ha anche coordinato la redazione di Anno Zero.

FABIO FOLISI, giornalista e direttore del quotidiano E-Polis Friuli.

EMILIANO MORRONE, giornalista, scrittore e regista.

Venerdì 6 agosto ore 19

“CARNE PER TUTTI”

Presiede:

LAV, Lega Anti Vivisezione proporrà una rivisitazione della famosa puntata di report.

Venerdì 27 agosto ore 19

“L’AGENDA ROSSA DI PAOLO BORSELLINO”

Interviene:

SALVATORE BORSELLINO, fratello del giudice Paolo, assassinato nella strage di Via D’Amelio il 19 luglio 1992.


PROGRAMMA CONCERTI

Venerdì 21 maggio ore 21.30

Superegos

VITTORIO CANE

FUNKABIT and his wonderful friends

Venerdì 28 maggio ore 21.30

JOTA ASSASSINA

Presenta:

IMMANUEL CASTO

Barbarina

Tia dj

Venerdì 4 giugno ore 21.30

FABRIK FREE FESTIVAL

THE ZEN CIRCUS

EX-OTAGO

Orange

Sabato 5 giugno ore

FABRIK FREE FESTIVAL

PINO SCOTTO

W.I.N.D

The Lorean

Dolcetti

Domenica 6 giugno ore 18

FABRIK FREE FESTIVAL

Heavy House

Urban Clotes

Favole Di Carta

Novalisi

Dalle 21

DIAFRAMMA

The Casuals

Venerdì 11 giugno ore 21.30

Alfabox

MY ANSOME MIXTAPE

Ale pq Edera di Codroipo

Poletto djset

Venerdì 18 giugno ore 21.30

Akhtamar

MP3 Michele Pirona Trio

Tystnaden

Special Guest

BLACK STUFF BAND Joe’s Birtday Eve

Venerdì 25 giugno ore 21.30

FREE CORMOR ROCK

Pagella Rock

Trabant

DENTE

Sabato 26 giugno

FREE CORMOR ROCK

Beatrice Antolini

Carry All

DJ Carnia

AREZZO WAVE FVG CONTEST

Venerdì 9 luglio ore 21.30

Simone Rosso

Air keybords

Aga

ROBERT MILES

Venerdì 16 luglio ore 21.30

NG + Shef

Carnicats

GIUANN SHADAI

DARGEN D’AMICO + TWOFINGERZ

Venerdì 16 luglio ore 21.30

Barbariga Funky Band

Film da Fuga

T.M STEVENS

Venerdì 30 luglio ore 21.30

Greta

PLAYA DESNUDA

The Holliwoods

Venerdì 6 agosto 21.30

MEG

Frost

The Natural Dub Cluster

Venerdì 20 agosto ore 21.30

Angelica Lubian

TBA

Tobie Project

Venerdì 27 agosto ore 21.30

HOME PAGE MUSIC CONTEST

Finale del concorso promosso da Home Page Festival con la collaborazione di diversi locali del Friuli e de Veneto, riservato a band emergenti del panorama musicale locale.

MOSTRE D’ARTE

Venerdì 21 maggio

CONCORSO GOCCIA DI CARNIA

Opere e i installazioni sfruttando le bottiglie

A cura dell’Istituto d’Arte G. Sello

Venerdì 28 maggio

WRITERS CONTEST

Quindici artisti si sfidano per colorare il parco

Venerdì 11 giugno

GAIA BARACCETTI, POESIE

Un momento d’incontro fra arte poetica e pittorica

A cura di Gaia Baraccetti

Venerdì 25 giugno

ART PAGE_RYTS MONET e PIETRO BERARDI

Esposizioni grafiche, video arte e installazioni

A cura di Chiara Di Stefano

Venerdì 9 luglio

CONIGLIO BIANCO

Aperitivo artistico con opere a tema

A cura di Barnaba Ponchielli

Venerdì 9 luglio

DON’T MISS A PIC!

Mostra fotografica collettiva

A cura del gruppo Ud& di Flickr

Venerdì 23 luglio

GREETINGS FROM…

Raccolta di scatti dalla Romania, dall’india, dall’Etiopia e dal Nepal

A cura di Silvia Biasutti, Giulia Bravo, Andrea Moro, Associazione Rotarac

Venerdì 30 luglio

ART PAGE_JACOPO MEUCCI e FRANCESCO SCARPA

Video Art e installazioni

A cura di Chiara Di Stefano

Venerdì 6 agosto

FENOMENI OTTICI

Esposizione didattica con strumenti di illusione visiva

A cura di Giada Rossi e Mattia Cuttini

Venerdì 20 agosto

EX FACTORY

Mostra fotografica sulle zone dismesse di Udine

A cura di Graphicplayers

Venerdì 20 agosto

MOSTRE FOTOGRAFICHE PERSONALI

A cura di Marina Rosso e Federico Ferrari

Le date di venerdì 4 giugno e venerdì 18 giugno saranno annunciate prossimamente

Le installazioni permanenti sono state realizzate da Diego Lorenzo Zanitti

TEMI E PRINCIPALI RELATORI DELLE CONFERENZE

“L’ECONOMIA ALLO SBANDO”

Eugenio Benetazzo è il primo ed unico predicatore finanziario in Italia, conosciuto in tutta Italia come il Beppe Grillo dell’economia ed il Marco Travaglio dei mercati finanziari per il suo modo irriverente e dissacratore con cui analizza e racconta lo scenario macroeconomico contemporaneo. Laureato in Economia Aziendale, operatore di borsa indipendente e gestore di patrimoni, vive e lavora tra l’Italia e Malta, è considerato un vero e proprio guru finanziario soprattutto grazie alla sua capacità di lettura e sintesi del panorama finanziario della nostra epoca.

I suo seminari finanziari sulle dinamiche del risparmio gestito e sulle opportunità di investimento, convogliano migliaia di persone da tutta Italia desiderose di apprendere ed entrare in sintonia con il “Benetazzo Pensiero”. Le sue opinioni appaiono sempre più spesso sulla stampa finanziaria di settore, autentico personaggio cult nei palinsesti televisivi delle emittenti indipendenti, la sua figura è balzata agli onori delle cronache finanziarie per aver previsto e profetizzato con largo anticipo la crisi del 2008/2009 con un saggio economico bestseller allora controcorrente dal titolo Duri e Puri (2006), ed un ciclo di show finanziari itineranti in tutta Italia dal titolo BlekGek: Preparati al peggio

CONSIDERAZIONI SULLA CAMPAGNA REFERENDARIA “L’ACQUA NON SI VENDE”

Luciano Zorzenone, presidente del Cordicom Fvg, un’associazione che rappresenta oltre 40 comitati per l’ambiente e la qualità della vita nati spontaneamente sul territorio. Scopo dell’associazione è orientare la partecipazione e le proposte di questi molteplici gruppi che non hanno avuto quell’attenzione che avrebbero meritato, proprio per il loro operare singolarmente ed in modo sparso. Unanimemente è stata riconosciuta la necessità di dare voce anche al singolo Comitato, per sostenere il singolo cittadino che vive i disagi dovuti a scelte calate d’autorità sul territorio e/o che, venendo a conoscenza di problemi che riguardano la salute, esige che ogni scelta effettuata garantisca uno sviluppo economico e sociale rispettoso dell’ambiente e della qualità della vita.

“HO SOGNATO UNA BANCA”

Fabio Salviato, presidente e fondatore di Banca Etica, una banca unica al mondo, nata dal basso su iniziativa di movimenti pacifisti e ambientalisti, botteghe del commercio equo e solidale e di migliaia di cittadini attivi. A dieci anni dalla partenza il suo presidente e fondatore presenterà il libro che ne ripercorre la storia. Un racconto in prima persona che attraversa trent’anni di attivismo sociale, dagli scontri del ’77 all’occupazione della base americana di Comiso, dal messaggio rivoluzionario del commercio equo agli anni novanta, con il boom del Terzo settore, fino ai giorni nostri, quando il modello di Banca Etica è pronto per essere esportato in altri paesi europei. Il libro racconta anche una storia mai scritta: quella dei movimenti e delle reti cooperative che da decenni animano la coscienza critica dei cittadini europei. Lontani dai riflettori della politica-spettacolo e dai salotti buoni delle grandi famiglie dell’industria e della finanza, le cooperative, le associazioni e le organizzazioni non governative hanno saputo rispondere ai bisogni di milioni di persone, creando opportunità di lavoro e integrazione per giovani emarginati, disabili, disoccupati dalle regioni più isolate e depresse fino alle periferie infinite delle grandi città contemporanee. Il progetto di una nuova grande Banca Etica Europea viene accompagnato dalle voci di chi sta cercando di costruirla: gli steineriani francesi della finanziaria La Nef, i baschi del Mondragón, ma anche i palestinesi del Parc, che lottano per la difesa delle proprie terre.

“PENSA ALLA NATURA, PENSA A TE”

Michela Borsi, responsabile della produzione dell’Istituto Ecologico Edelweiss di Talamona (So), ente che si prefigge lo scopo di trasformare naturalmente ciò che madre natura offre spontaneamente. Questa in sintesi la filosofia dell’ IEE che produce detergenti e cosmetici totalmente naturali, utilizzando erbe spontanee. Per fare ciò, si avvale del metodo di estrazione a temperatura ambiente con ultrasuoni, che permette di ottenere dalle piante estratte dei fitocomplessi particolarmente ricchi nella loro totalità di principi attivi primari e secondari

“IL MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO E LA COSTITUZIONE”

Clara Comelli, presidente dell’associazione radicale “Certi diritti”, centro di iniziativa politica nonviolenta, giuridica e di studio, per la tutela e la promozione dei diritti civili in materia di identità di genere, scelte, comportamenti ed orientamenti sessuali. Aderente alla conferenza permanente per la riforma del diritto di famiglia, alla rete Lenford e Membro dell’ILGA (International Lesbian and Gay Association).

Francesco Bilotta, è ricercatore di diritto privato nell’Università di Udine e avvocato in Trieste. Autore di numerosi saggi in materia di diritti delle persone, diritti dei consumatori, responsabilità civile, questioni legate al mondo LGBT. Ha collaborato alla stesura della proposta di legge sul “Patto Civile di Solidarietà e Unioni di Fatto” presentata nella XIV legislatura.

E’ Socio fondatore della Associazione “Avvocatura per i diritti LGBT – Rete Lenford”.

Coordina inoltre gli aspetti legali di “Affermazione civile”, campagna nazionale per il riconoscimento del diritto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso.

“IL MURO DI GOMMA, LA GESTIONE DEI RIFIUTI”

Carla Poli, imprenditrice, alla testa del famoso centro di riciclo di Vedelago, L’unico impianto in Italia. Il centro (che non gestisce la frazione umida e che quindi utilizza solo sistemi meccanici), grazie all’accoppiamento di diversi impianti che lavorano in serie, è in grado di rendere riutilizzabile circa il 99% del rifiuto derivante sia dalla raccolta differenziata residenziale porta a porta, sia rifiuti industriali di commercianti ed artigiani. Grazie a questi impianti, il centro è in grado di portare all’industria una materia riutilizzabile in ulteriori cicli di produzione. Brillante e testarda, la trevigiana Carla Poli è diventata la beniamina del coordinamento contro l’inceneritore trevigiano e da anni tiene conferenze sul tema dei rifiuti zero. Celebri i suoi incontri alla Camera di commercio di Napoli e della commissione ambientale di Novara

“LE QUATTRO DIMENSIONI DI MARGHERITA HACK”

Magherita Hack, nata a Firenze il 12 giugno 1922, è una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. Il suo nome è legato a doppio filo alla scienza astrofisica mondiale. Prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, ha svolto un’importante attività di divulgazione e ha dato un considerevole contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Margherita Hack è molto nota anche per le sue attività non strettamente scientifiche e in campo sociale e politico. Nel giugno 1971, è stata tra i firmatari dell’appello che denunciava il commissario Calabresi come «responsabile della morte di Pinelli», dal 1989 è garante scientifico del CICAP, e, dal 2002, è presidente onorario dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti; dal 2005 è iscritta all’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica. In passato è stata iscritta al Partito Radicale Transnazionale, si è candidata, nel 2005 e 2006, alle elezioni nelle lista del Partito dei Comunisti Italiani dove è stata eletta, rinunciando poi al seggio ottenuto per continuare a dedicarsi all’astronomia. E’ socia onoraria dell’associazione Libera Uscita per la depenalizzazione dell’eutanasia, ha presentato, su richiesta di un suo giovane amico, Stefano Pais, un testo per il Festival di Sanremo 2007, che è stato però escluso.

“PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED OPEN SOURCE: UNA POSSIBILITA’ DI SVILUPPO”

Paolo Coppola, classe 1973, è assessore all’innovazione ed e-government del Comune di Udine e professore associato di informatica all’Università di Udine. Ha scritto il suo primo programma su un TI-99/4A quando non aveva ancora dieci anni. Da quella volta non ha più abbandonato i computer. Ora si occupa di informatica teorica, di e-contents, web 2.0, e-learning e context-aware computing. Insegna programmazione, informatica per gli archivi e per le biblioteche e informatica applicata al turismo e ai beni culturali.

È stato delegato del rettore per l’informatica dell’ateneo udinese, direttore del centro servizi informatici e telematici ed ora, come assessore, gli sono state affidate le deleghe per la città della conoscenza, il controllo di gestione, il distretto delle tecnologie digitali, l’interoperabilità delle basi dati, i servizi demografici, i sistemi informativi e telematici, gli sportelli e i punti unici di accesso, gli studi e la statistica, la trasparenza e la verifica del programma

“I GIORNALISTI FANNO ANCORA INCHIESTE”

Gianni Barbacetto. Nato a Milano da genitori friulani provenienti dalla Carnia. È laureato in filosofia. Ha cominciato a lavorare negli anni Settanta in radio (Radio Milano Libera, Radio Città, Radio Rai), poi ha collaborato al quotidiano Bresciaoggi, a Linus e a tante altre testate. Nel pieno degli anni Ottanta, nella Milano da bere, ha contribuito a fondare il mensile Società civile, che ha diretto per una decina d’anni. In tv ha condotto un programma televisivo di economia e finanza su Rete A. Ha lavorato nelle redazioni dei settimanali Il Mondo, L’Europeo, Diario. Oggi collabora al periodico MicroMega e a diverse altre testate. È direttore di Omicron (l’Osservatorio Milanese sulla Criminalità Organizzata al Nord). Ha collaborato con la regista Francesca Comencini per il soggetto del film A casa nostra. Per la rete televisiva franco-tedesca arte ha realizzato, con Mosco Boucault, un documentario sul Lodo Mondadori, mai trasmesso in Italia; per la televisione italiana ha coordinato la redazione del programma di Michele Santoro, AnnoZero (Rai Due) ed ha collaborato con Carlo Lucarelli per la realizzazione di Blu notte (Rai Tre).

Fabio Folisi, giornalista e direttore del quotidiano Epolis Friuli. Nel 2008 ha portato alla luce una gara d’appalto per la realizzazione di una centrale di teleriscaldamento per l’ospedale di Udine che presentava delle note oscure, ha coinvolto il vignettista Altan e Carlo Bressan, che fece un esposto alla Procura; dopo alcuni mesi la gara fu bloccata ed anche la regione dovette mandare una nota chiarificatrice alla presidenza del consiglio dei ministri.

Recentemente il giornalista ha ricevuto pesanti minacce compreso il ricevimento di una busta con un proiettile

Emiliano Morrone, di formazione giuridica e filosofica, ha fondato nel 2004 la testata La Voce di Fiore, che ha acquisito notorietà per le sue battaglie sociali e l’impegno culturale dopo aver candidato il filosofo italiano Gianni Vattimo a sindaco di San Giovanni in Fiore, in una lista omonima. Morrone ha lavorato nel teatro assieme a Giancarlo Cauteruccio, col quale ha realizzato una messinscena con apparati digitali ed elettronici della Tempesta di William Shakespeare, insieme a Marco Messina e Maria Di Donna (Meg, dei 99 Posse).

Intellettuale poliedrico interessato alla filosofia della scienza, negli ultimi anni Morrone s’è impegnato a riprendere il discorso sul postmodernismo del filosofo Gianni Vattimo, inserendolo in un costante dibattito critico sulla politica in Calabria, di cui ha avversato modi e sistemi, spesso definendoli nei termini dell’illegalità. Attivo anche nella lotta alle mafie, ha partecipato come relatore a diverse conferenze, in università scuole e piazze italiane, insistendo sulla necessità di un’informazione molto più presente e attenta rispetto al fenomeno della criminalità organizzata; soprattutto in ordine alle relazioni tra mafie, politica e massoneria deviata

“CARNE PER TUTTI”

La LAV, Lega Anti Vivisezione, riproporrà una rivisitazione della famosa puntata di Report andata in onda su Rai 3 il 17 maggio. Ne riportiamo di seguito la presentazione.

In Italia siamo 60 milioni di abitanti e consumiamo circa un centinaio di chili di carne a testa, per lo più come in Europa e negli Stati Uniti. E così per soddisfare i nostri appetiti macelliamo circa 500 milioni di polli all’anno, 4 milioni di bovini e 13 milioni di suini, ma siccome non ci bastano il resto lo importiamo.

Ma sul pianeta Terra viviamo in 6 miliardi e mezzo e già adesso in molti muoiono di fame, altri che la carne la vorrebbero ma non possono permettersela. Tra qualche anno diventeremo 10 miliardi, si potrà produrre carne per tutti? C’è chi dice che sarebbe il suicidio del pianeta. Fao, Onu, Ipcc avvertono: il 18 per cento dei gas serra che alimentano i cambiamenti climatici sono frutto degli allevamenti, che battono tutte le altre attività umane, comprese le emissioni dell’intero parco auto del pianeta. Per produrre un chilo di carne di bovino si consumano 15.000 litri di acqua e cereali per dieci volte il peso dell’intero animale, cereali che potrebbero sfamare molte più persone.

Non basta. Più della metà degli antibiotici prodotti sono usati per uso zootecnico. Le malattie negli allevamenti intensivi aumentano, ma poi aumentano anche ceppi di batteri resistenti agli antibiotici e le malattie umane da benessere come le patologie coronariche, il diabete, l’ obesità che derivano anche da eccessivo consumo di alimenti animali.

Senza contare il problema della montagna di liquami ed escrementi che inquinano le acque e che non sappiamo più dove mettere.

Il paradosso è che più si produce carne a basso costo, grazie a questo modello di allevamento industrializzato, e più aumentano i costi per l’ambiente, e l’agricoltura è la prima vittima di un paradigma economico che non regge più. Eppure le soluzioni ci sarebbero, andrebbero però attuate subito, prima che sia troppo tardi.

“L’AGENDA ROSSA DI PAOLO BORSELLINO”

Salvatore Borsellino, fratello minore del magistrato Paolo Borsellino, dopo la Strage di via d’Amelio, in cui quest’ultimo fu ucciso dalla mafia assieme agli uomini della scorta, si è dedicato attivamente alla sensibilizzazione riguardo al contrasto alla criminalità organizzata, il malgoverno e le collusioni tra politica e mafia

Nel 2009 promuove a Palermo con la redazione del suo sito , in occasione del 17° anniversario della strage di Via D’Amelio e in collaborazione con il Comitato Cittadino Antimafia, “19 Luglio 2009” , la prima Marcia delle Agende Rosse da cui nascerà il “Movimento delle Agende Rosse”

Il movimento delle Agende Rosse fa riferimento all’agenda di Paolo Borsellino, sparita dopo la strage di via D’Amelio. In quell’agenda Borsellino scriveva appunti personali, supposizioni e dichiarazioni di collaboratori di giustizia come Gaspare Mutolo. L’agenda sparì dalla borsa di cuoio del Magistrato che era sul sedile posteriore dell’ auto su cui viaggiava il Giudice. Esisterebbero prove fotografiche e video di un carabiniere, Giovanni Arcangioli, con in mano la borsa. Nei confronti del carabinieri fu istruito un processo per favoreggiamento nei confronti di Cosa Nostra e per la sottrazione dell’agenda, ma non si è arrivati alla fase dibattimentale. Il capitano avrebbe fornito versioni diverse in diversi interrogatori: in un primo momento disse di aver dato quella borsa all’ex Magistrato Giuseppe Ayala, poi di aver dato la borsa ad un ufficiale di servizio ed infine, di averla riportata all’interno della vettura ancora in fiamme, dove fu poi ritrovata la borsa. I collaboratori e i familiari di Paolo Borsellino confermano che il Magistrato non si separava mai dall’agenda, soprattutto dopo la morte di Giovanni Falcone. La moglie del Magistrato ha confermato che il 19 luglio 1992 nella borsa era stata messa anche l’agenda rossa.

Lascia un commento

1.031