Il Giro d’Italia tornerà in Friuli dal 2013 al 2015. Vajont, Zoncolan e percorsi della Grande Guerra

Sia nel 2013 che nel 2014 – e con una prospettiva molto favorevole anche per il 2015 – la carovana del Giro d’Italia farà tappa in Friuli Venezia Giulia.
Lo hanno assicurato oggi 4 luglio 2012, l’assessore regionale allo Sport Elio De Anna ed il project manager Enzo Cainero nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede regionale di Udine dove sono stati illustrati alcuni dettagli della ‘corsa rosa’ che per i prossimi tre anni interesserà il territorio del FVG. La presentazione fa seguito all’approvazione dell’assestamento di bilancio avvenuta la scorsa notte in sede di Consiglio regionale, dove è stata approvata una specifica posta che destina 420.000 euro alla manifestazione per il 2013. In attesa di conoscere tutti i dettagli, che verranno svelati in una conferenza stampa entro la fine del mese di luglio alla presenza dei responsabili organizzativi della RCS MediaGroup, sono stati comunque anticipati alcuni elementi essenziali. In particolare, per il prossimo anno sono state previste due partenze e due arrivi tra le province di Udine e Pordenone, tra cui il traguardo posto ad Erto nelle vicinanze della diga del Vajont, in occasione del cinquantenario dalla sciagura che colpì questa zona.
Per quanto riguarda invece il 2014, il fulcro della manifestazione sarà lo Zoncolan; la gran fondo prevista ad agosto di quest’anno sul Crostis rappresenterà inoltre il banco di prova per vedere quanto sia fattibile il reinserimento anche di questa vetta accanto al “Kaiser”, mentre per il 2015 si potrebbe concretizzare un percorso che celebri il centenario della Grande Guerra. Nei giorni scorsi, alla presenza del direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni, il project manager Enzo Cainero ha compiuto una serie di sopralluoghi lungo i tracciati che potranno essere sede di tappa. In particolare sono state proposte numerose alternative sulle quali ora gli organizzatori stanno compiendo alcune valutazioni tecniche prima di annunciare le sedi delle due partenze e dei due arrivi per i prossimi due anni. Ancora sfumate le alternative per il 2015, che potrebbero però vedere protagonista la Venezia Giulia con partenza da Trieste e circuito lungo Carso e Cividalese.

Lascia un commento

517