La Mappa del Sapore, 15 anni di promozione del territorio

Un progetto consolidato, apprezzato dagli operatori economici e dal turista. Alessandro Tollon, in conferenza stampa nella Camera di commercio di Udine, presenta le ultime due guide Mappa del Sapore, quelle di Lignano (undicesima edizione) e From Cividale to Cormons (seconda), da un lato l’aperitivo in riva al mare e l’eccellenza della ristorazione lignanese, tra pescato di giornata e vini bianchi delicati e profumati, dall’altra il matrimonio felice tra la tradizionale cucina friulana e i vicini sapori di confine.

Come dalla prima edizione del 2003, le due nuove proposte Mappa del Sapore – progetto che comprende anche le guide di Udine e Sportland –, sottotitolo “Percorsi enogastronomici”, traduzione in tedesco e inglese, 10mila copie stampate, si presentano nella forma di un volume snello, un centinaio di pagine, a racchiudere il meglio dell’offerta culinaria delle località friulane.

Ricordato l’autofinanziamento del progetto, Tollon ribadisce la riuscita di un format che, restando alla mappa di Lignano, ha consentito di distribuire nelle precedenti dieci edizioni dedicate a Lignano e alla Laguna quasi 300mila volumi. Confermata la veste grafica di Emporio Adv di Enrico Accettola, tra le novità di quest’anno il saluto di un altro grande personaggio della cucina regionale. Accanto a quello di Joe Bastianich, compare infatti in prefazione un intervento di Antonia Klugmann, chef del ristorane stellato L’Argine di Vencò. E poi c’è la raccolta timbri con gadget in regalo. «L’iniziativa – spiega Tollon – ha raccolto un notevole interesse».

Ad aderire come al solito ci sono ristoranti, trattorie, gastronomie, pizzerie, enoteche (59 nella mappa di Lignano, 40 nella From Cividale to Cormons). «Il Friuli offre vini e prodotti gastronomici che raccontano la storia della nostra terra – scrive Tollon nella premessa –. Diffondere la cultura del territorio è la missione dei nostri osti, ristoratori, cuochi, vignaioli, prosciuttieri e casari tra tradizione e innovazione. La missione è far conoscere i nostri tesori: vino friulano, ribolla, refosco, birra artigianale, cape, canoce, calamari, fasolari, prosciutto di San Daniele, pezzata rossa, montasio, formadi frant, ricotta friulana, frico, gubana, olio d’oliva, brovada, musetto, sclupit…offriamo e chiediamo il meglio».

«Nel turismo di oggiAggiungi un appuntamento per oggi l’enogastronomia è un fondamentale elemento di attrazione – le parole del presidente Da Pozzo –. La Mappa del Sapore, nel segno del rispetto e dell’esaltazione della qualità, «è un progetto di identificazione del territorio che unisce le diverse realtà della cucina in una festa per il palato, alla riscoperta di sapori antichi in gustose rielaborazioni moderne».

Contestualmente alla nuova pubblicazione è anche possibile scaricare le mappe all’indirizzo web www.mappadelsapore.it. Come la versione cartacea, l’online è pure in lingua tedesca e inglese. I volumi sono distribuiti da Tarvisio a Lignano passando naturalmente per Udine, negli infopoint della regione, nelle fiere internazionali, con particolare attenzione al turista austriaco e bavarese.

963