L’Italia vince ai rigori e sbarca in semifinale – PAGELLE E VIDEO

L’Italia fatica, pur giocando bene, a superare gli ostici inglesi di Hodgson che schiera una squadra quasi totalmente rinunciataria. Gli azzurri aparte dicei minuti nel primo temp odominiano l’intero match sbagliando una quantità colossale di occasioni. Non bastano nemmeno i 30 minuti dei supplementari. L’Italia ce la fa solo ai rigori e raggiunge la Germania in semifinale. Giovedì sera appuntamento con i tedeschi


 

BUFFON 7: quasi inoperoso per l’intera partita trasmette grande sicurezza con qualche uscita che toglie le castagne dal fuoco ai difensori azzurri., due le aprate degne di nota: quella del primo tempo su Johnson e il rigore bloccato a Cole.

ABATE 6,5: primo tempo fra l’anonimo e l’intimidito esce alla grande nella ripresa quando capisce che gli inglesi hanno non pensano a spingere sulla fascia. Indovina dei buoni cross e si fa pungente dalla sua parte. Cede per un problema muscolare che dovrà essere superato entro giovedì visto la squalifica di Maggio

dal 46° st. MAGGIO 6,5: ha la freschezza nelle gambe quando tutti gli altri sono ormai al gancio. Sfrutta molto bene la chance che gli viene concessa, pesca anche Nocerino con un assist che trova il milanista in fuorigioco. Peccato che una ammonizione incomprensibile lo metterà fuori causa per la semifinale

BARZAGLI6,5: al solito prova di grande concretezza con poche sbavature. E l’unico saltatore rimasto alla difesa e quindi deve fare a sportellate su quasi tutte le palle alte. Nel finale cammina sfinito e forse anche con qualche problemino.

BONUCCI 7: con tutti i compagni di reparto in difficoltà fisica è l’uomo che interviene su più palloni nel finale. davvero positiva la sua prova dopo che un anno fa era stato bollato con l’etichetta di bidone

BALZARETTI 7: quantità, qualità e cuore. Nel primo tempo percorre millemila volte la fascia che gli spetta mettendo in difficoltà gli inglesi. Con la difesa così chiusa spesso non viene pescato col tempo giusto dai compagni ed è quindi costretto ad appoggiarsi anzichè tentare l’affondo o il cross. E’ la vera arma segreta dell’Italia. Encomiabile anche in difesa dove nel finale si immola in scivolata, rischiando i connotati

MARCHISIO 6,5: meno presente del solito in fase avanzata si dà un gran da fare sulla mediana recuperando tantissimi palloni. Non può esprimere le sue doti di incursore ma giovedì sarà tutta un’altra partita

PIRLO 7: gioca una infinità di palloni dando i tempi a tutta la manovra azzurra. Alterne giocate da applausi a qualche ghirigoro di troppo. E’ comunque il cervello dell’Italia. Si inventa pure il cucchiaio ai calci di rigore

DE ROSSI 7: senza niente togliere agli altri componenti della squadra e a questo progetto lui sembra ancora nel mondiale del 2006. Una voglia di vincere e una determinazione di ferro cui aggiunge anche un palo che sarebbe stato, con qualche centimetro in meno nel destino, un gol da leggenda. La speranza è che recuperi per la semifinale.

NOCERINO 6,5: entra al posto di De Rossi e fa notare subito le sue grandi qualità offensive prima con uno veloce stop-tiro che il solito Johnson devia in angolo e poi trasformando in gol un cross di Maggio. Peccato che era partito in fuorigioco

MONTOLIVO 6,5: il modulo inventato da Prandelli prevede un trequartista-regista alto che il neo milanista interpreta molto bene. Alterna delle ottime giocate a numerosi passaggi tic-toc perdendo però pochi palloni. Tenta anche il tiro da fuori ma le polveri sono bagnate. Forse non c’erano i 120 minuti nel suo destino ma la contingenza lo ha costretto agli straordinari. Sbaglia il rigore che solleva i fantasmi che dal 90 non ci hanno mai abbandonato

CASSANO 5: Antò non ne imbrocca quasi nessuna. Quello che infastidisce è il suo continuo tentativo di inventarsi la giocata decisiva con tocchi difficilissimi; Prandelli gli cambia più volte posizione: prima in appoggio a Balo, poi seconda punta, poi esterno a sinitra, poi centravanti. Niente da fare. Non salta quasi mai l’uomo. E’ probabilmente l’anello debole della squadra

DIAMANTI 6,5: entra e fa subito capire a Cassano come si dovrebbe giocare: pochi fronzoli e molta sostanza; ha gamba quando gli altri sono ormai da ricovero però ci mette molta quantità tentando anche di accendere la qualità che può arrivare dal suo piede sinistro con cui imbrocca un cross che finisce sul palo. Segna il rigore decisivo. Quotazioni in rialzo Diamantino…

BALOTELLI 5,5: Balotelli gioca bene ma sbaglia almeno 3 occasioni imperdonabili. Dopo gli errori e soprattutto nei supplementari si mette al servizio della squadra lasciando da parte i suoi atteggiamenti da Big Jim con un’umiltà che non gli credevamo propria. Nel finale,  probabilmente su commissione, calcia verso la porta da tutte le posizioni. Segna un rigore contro il suo compagno di squadra Hart che avrebbe potuto condizionare la sua carriera in azzurro. Ora che impari a scaricare tutta la sua rabbia sul pallone, si guardi un paio di cassette dei gol di Batistuta e il gioco è fatto

 

Lascia un commento

380