nube_cernobilLe notizie dall’allora Unione Sovietica giungevano in ritardo e confuse. Solo con alcuni giorni di ritardo il mondo venne a conoscenza del disastro nucleare. Le centrali di controllo svedesi infatti intercettarono la nube tossica proveniente da Chernobyl e i dati abnormi che registrarono furono il segnale che qualcosa era successo. Nei giorni successivi la nube tossica innalzatasi da Chernobyl si diresse verso l’Europa e l’Italia. In Friuli, regione di frontiera, i dati rilevati registrarono forte presenza di iodio e cesio. Fu vietata la vendita di verdura a foglia, il latte fresco non venne più venduto nei negozi. Un vero incubo. Voi cosa ricordate?

Lascia un commento

2.143