Raccolta firme per fermare abbattimento di 26 alberi sul colle del castello di Udine

“In un momento storico in cui gli alberi potrebbero restare dove sono, visto che le emergenze sono ben altre, l’amministrazione comunale continua imperterrita nel suo programma di abbattimenti seriali dei saggi custodi del verde. E’ paradossale il comportamento di Palazzo D’Aronco: tutti gli esperti invocano e chiedono una rivalutazione seria del verde e della natura proprio alla luce di questa emergenza sanitaria, mentre il Comune accelera addirittura su operazioni anti-natura e anti-verde”, afferma in una nota il Comitato spontaneo “Salviamo viale Venezia”.

Gli alberi non sono pericolosi né pericolanti, gli alberi non sono malati. Eppure l’amministrazione avallato dalla Soprintendenza ha detto che gli alberi impediscono la visuale e non consentono di guardare il panorama.

Il Comitato sta studiando un esposto da presentare in Procura e Corte dei Conti con l’ipotesi di reato di ‘spreco di denaro pubblico’: 39 mila euro per togliere alberi che ostacolano l’estetica sono un insulto di per sé e come motivazione.

In attesa che l’amministrazione esponga pubblicamente sul suo sito i rendering del prima e del dopo l’operazione, vista dalle varie angolazioni, e i costi, nel dettaglio, è partita una una raccolta firme per fermare l’operazione di abbattimento.

550