rototom free

Si è svolta questa mattina a Udine la conferenza stampa di presentazione di Rototom Free. A introdurre l’evento e il programma, davanti a un folto pubblico di giornalisti e appassionati, Alessandro Oria, responsabile cultura del Rototom. Sono intervenuti inoltre Luigino Bottoni, sindaco di Osoppo, Agostino Maio, capogruppo in consiglio comunale del PD, Alessandro Forabosco, segr. provinciale della Cgil, Diego Volpe Pasini e Marco Belviso. Debora Serracchiani, europarlamentare e segretaria del Pd regionale, non potendo essere presente, ha inviato un messaggio di solidarietà.

Durante la conferenza stampa è stata annunciata la presenza a Udine, proprio in occasione di Rototom Free, di una delegazione del comune di Benicàssim.

il programma  VENERDI 2 LUGLIO

Ore 17.00 – Inaugurazione

Ore 18.00 – “Che succede al belpaese? Il caso Italia” Marco Travaglio e Beppino Englaro (+info)

Palco Live
20.00: Makako Jump
20.45: Vincitore European Reggae Contest
21.30: Mellow Mood
22.00: Banda Berimbau
22.30: Sud Sound System

Ore 22.00 Palco Sound System

Red Storm | Pans Silecta | Kalafi e Rude Family | Chatter Box | Burnin Fire | Northern Lights

——————

il programma  SABATO 3 LUGLIO

Ore 12.00 – Presentazione di Affa Taffa (+info)

Ore 16.00“Italieni e internazionali: incontro con gli scrittori della letteratura migrante” Francesca Spinelli. Con Mihai Butcovan, Gabriella Kuruvilla , Tahar Lamri (+info)

Ore 18.00“Carceri e inferni: il sistema penitenziario italiano”. Introduce: Franco Corleone; Con Don Gallo, Ilaria Cucchi (+info)

Palco Live
20.00: Playa Desnuda
20.45: Sydney Salmon|Universal Vibes
21.30: Fantan Mojah
23.00: Alpha Blondy

Ore 22.00 Palco Sound System

Delly | Zion Cut | Bergamo Reggae | Bom Chilom | Northern Lights | Supersonic

Il Rototom torna in Friuli , anche se solo per due giorni, e a ospitare questa primizia sarà Udine che al Parco del Cormor vedrà svolgersi venerdì 2 e sabato 3 luglio un condensato di eventi e concerti a base di reggae dall’eloquente titolo di “Rototom Free”, nome della canzone dedicata al Rototom Sunsplash dalla grande star italo-giamaicana Alborosie.
Gratis per tutti, come omaggio per i sedici anni trascorsi in Friuli: e – a sorpresa – con la presenza di una delegazione ufficiale del comune di Benicassim, la località balneare spagnola che ha accolto il festival dopo il suo esilio, formata dall’assessore alla cultura Diana Bernal e dal responsabile dell’azienda di promozione turistica locale Luca Carena.
Questo è Rototom Free: un festival a ingresso gratuito che, il 2 e 3 luglio al Parco del Cormor (Udine), vedrà alternarsi sui due palchi live e dancehall il meglio del reggae mondiale, come Alpha Blondy, Sud Sound System, Fantan Mojah, Supersonic, Sidney Salmon e tanti tanti altri.
E che ospiterà gente, per citare solo alcuni nomi, come Marco Travaglio, Don Gallo, Guido Calvi, Beppino Englaro, Ilaria Cucchi, Angelo Maria Perrino, Mihai Butcovan, per parlare dell’Italia di oggi e delle sue profondissime contraddizioni.
Troverete poi chioschi di cucina etnica, bancarelle, le associazioni no-profit che assieme al Rototom portano avanti una cultura della pace e del rispetto. Verranno inoltre riproposte diverse aree tematiche che hanno caratterizzato il Sunsplash negli ultimi anni: l’African Village, Vivere l’Energia con terapisti e massaggiatori, l’House of Rastafari con un denso programma d’approfondimento sul rastafarianesimo, e il Magico Gioco che assicurerà laboratori creativi per i più piccoli. Sarà inoltre presente un maxischermo per la visione delle partite del mondiale.
E’ un miniassaggio di ciò che avrebbe potuto essere anche quest’anno la rassegna musicale e culturale che invece a seguito di quella che l’organizzazione considera una “caccia alle streghe” (procedimenti giudiziari molto discussi aperti ai danni del presidente Filippo Giunta e del sindaco di Osoppo Luigino Bottoni) cambierà location trasferendosi nella spagnola Benicassim dal 21 al 28 agosto. Bus, voli e pacchetti individuali da tutta Europa si stanno organizzando in quella che sarà una vera e propria mobilitazione del popolo reggae: decine di migliaia di presenze che i flussi turistici quest’anno calcoleranno a beneficio della Spagna e non del Friuli.
Ma nel primo weekend di luglio, in concomitanza con quello che era il canonico periodo del Sunsplash, il Rototom non poteva lasciare un vuoto nel cuore di tutti coloro che hanno seguito per un decennio la manifestazione al Parco del Rivellino. Per loro, per il colorato e pacifico universo multiculturale che si è sempre radunato intorno al festival, si è pensato a un weekend che radunerà insieme gli aficionados per dare un segnale tangibile che l’esodo spagnolo non è volontario, e che è sempre viva la speranza che vengano archiviate al più presto, com’è logico e giusto, le indagini che tante polemiche hanno suscitato e che finora non hanno avuto sviluppi. In tutti questi mesi Rototom ha avuto la solidarietà trasversale di molti esponenti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo come, tra gli altri, Don Ciotti, Altan, Moni Ovadia, Vinicio Capossela, e ha portato il “caso” Sunsplash all’attenzione dell’opinione pubblica con la campagna “Non processate Bob Marley”, a tutela della libertà di espressione, che ha coinvolto diverse città italiane, come Roma, Milano, Bologna, Bergamo.
La due giorni sarà organizzata come un piccolo Sunsplash, con palchi per la musica, aree per i dj set e luoghi adibiti alla ristorazione, alle bancarelle e ai tanti stand delle associazioni che si sono sempre agganciate alla manifestazione. Niente campeggio, però, anche se si prevede un afflusso davvero notevole in corrispondenza di questa due giorni di eventi.
Il Rototom Sunsplash nel frattempo in Spagna ha già ricevuto il riconoscimento e il patrocinio della UNESCO come Evento Emblematico del Decennio Internazionale per una Cultura di Pace e Non Violenza (ONU – UNESCO dal 2001 al 2010) e come attività connessa di Cultura Sin Fronteras, CSF, e del Seminario Interdisciplinario Mundial permanente de “La Cultura de Paz y No Violencia” dell’ONU, ed ha potuto confermare la presenza alla manifestazione della ministra alla cultura ed allo sport della Jamaica, che verrà accompagnata dagli atleti giamaicani più acclamati in visita a Valencia, prossima capitale europea dello sport per il 2011.

Lascia un commento

619