Studenti in sella: sabato 6 maggio 2017

04.05.2017-Foto 13
Un sabato in bicicletta per studenti e docenti all’insegna della spensieratezza, dello sport, della salute, del divertimento, del rispetto dell’ambiente e dell’ecologia. Ecco lo spirito di “Studenti in sella”, la ciclo-ecologica giunta alla terza edizione che si terrà sabato 6 maggio e si snoderà lungo il tracciato dell’Ippovia del Cormôr da Udine a Buja e ritorno (per info: www.studentiinsella.it). Sono già circa 500 le adesioni di studenti delle scuole superiori provenienti anche da Latisana e dalla Provincia di Pordenone. Oggi, giovedì 4 maggio, a palazzo Belgrado, la presentazione della kermesse organizzata dalla Polisportiva Studentesca dell’Isis Malignani, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Udine, in collaborazione con la Consulta provinciale degli studenti, dell’Ufficio scolastico regionale, dell’Afds e delle associazioni sportive ciclistiche di Buja che forniranno assistenza ai cicloamatori e accoglienza in occasione della sosta nel parco cittadino. L’assessore della Provincia di Udine Beppino Govetto ha sottolineato la valenza dell’iniziativa, “occasione per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della mobilità sostenibile attraverso una giornata all’insegna del divertimento e dell’allegria ma anche della scoperta delle bellezze del territorio. Una giornata anche per ricordare la piacevolezza dello stare insieme, di creare reti sociali e di solidarietà tra coetanei al di fuori della scuola. La pedalata è, inoltre, un’occasione per invitare i ragazzi a praticare sport non solo a fini agonistici ma perché fa bene alla salute, è un elemento fondamentale per un stile di vita sano”.
La manifestazione si snoda su un tracciato di complessivi 40 chilometri alla portata di tutti. La pedalata ha registrato positivi riscontri nelle prime due edizioni (malgrado il maltempo che ha caratterizzato l’iniziativa nel 2016), anche in termini di coinvolgimento di enti e associazioni locali. Il presidente della Polisportiva Malignani Marco Michelutti ha ricordato le motivazioni della ciclo-ecologica, “divertirsi insieme in mezzo alla natura conoscendo anche il significato della fatica che un semplice tracciato, come l’Alpe Adria da Udine a Buja, propone a chi è meno allenato. La biciclettata è anche un momento per conoscere se stessi, trasmettere la voglia di conoscere e di stare insieme agli altri aiutandosi a vicenda”. “Studenti in sella è una manifestazione fortemente voluta dalla nostra scuola – ha aggiunto il preside del Malignani, Andrea Carletti ricordando il fondamentale apporto dei partner – che intendiamo continuare a far crescere includendo, nei prossimi anni, anche gli istituti comprensivi con un tracciato modulato ad hoc. Con questa iniziativa l’intento del Malignani è quello di offrire a tutti i ragazzi, anche a chi non pratica sport nelle associazioni, di fare un’attività motoria a tutto tondo molto gratificante sotto il profilo della socializzazione e molto interessante per quanto riguarda la valorizzazione del territorio”.
Plauso alla biciclettata che abbina sport, conoscenza della realtà locale e aggregazione giovanile da parte di Domenico Bisceglie (coordinamento degli insegnanti di educazione fisica-Ufficio scolastico Regionale), Domenico De Filippo (Federciclismo) e Roberto Flora presidente Afds e Aldo Segale.
Location della pedalata, l’ippovia del Cormôr da Udine (ritrovo nel parco cittadino alle 8.30 e partenza “alla francese” cioè a scaglioni tra le 9 e le 9.30) a Buja da dove, dopo il rinfresco avrà inizio il rientro al parco del Cormôr dove si svolgeranno le premiazioni e la festa finale; una quarantina i chilometri da percorrere sulle due ruote con passaggi a Tavagnacco e Colloredo di Monte Albano, Urbignacco interpretando le parole di Albert Einstein scelte quale slogan della manifestazione: “La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti”. E gli organizzatori assicurano che non mancheranno le sorprese: al via, sono attese, infatti, biciclette particolarmente innovative frutto della creatività e dell’inventiva degli studenti. Originalità che verrà premiata dal comitato organizzatore che riserverà riconoscimenti alle prime 5 scuole con il maggior numero di iscritti, alle 3 scuole che parteciperanno con almeno 5 biciclette d’epoca, alla scuola con la bici più innovativa, e alle bici speciali. A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione. La quota di iscrizione è di 7 euro.

1.853