Tentato omicidio a Pordenone: colpisce più volte con mazza padre della compagna

Colpisce al capo il padre della convivente con una mazza da baseball dopo un’accesa lite, lasciandolo a terra privo di conoscenza e continuando ad accanirsi su di lui. Per questo un uomo di 44 anni, di Pordenone, è stato arrestato dalla Polizia con l’accusa di tentato omicidio.
 L’aggressione è avvenuta sabato sera in un’abitazione del quartiere di Torre. La vittima, 65 anni, è stata stabilizzata sul posto dall’equipe medica del 118 ed è stata trasportata in ospedale dov’è ricoverata in prognosi riservata.
All’arrivo degli agenti, l’anziano era a terra privo di sensi con una profonda ferita al capo. Poco distante c’era il compagno della figlia, che si è rivolto ai poliziotti con frasi sconnesse e in stato di alterazione alcolica, con gli abiti in disordine e sporchi di sangue. Nei pressi una mazza da baseball in metallo, anch’essa sporca di sangue. Da tempo tra i due c’era una rapporto conflittuale dal momento che la vittima non approvava la relazione sentimentale della figlia con l’uomo.

726