The Syringa Tree 6-14 Marzo a Udine

rita maffei
Nasce fra Los Angeles e Udine la nuova produzione del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG che dal 6 al 14 marzo debutterà in prima edizione italiana al Teatro S. Giorgio di Udine. Si intitola The Syringa Tree ed è una piéce scritta da un’autrice e attrice sudafricana, Pamela Gien, che interpretandola lei stessa ne ha fatto un piccolo spettacolo di culto. Grazie a un continuo passa parola di spettatori entusiasti la piéce è infatti rimasta in scena per due anni ininterrotti nel quartier generale dei teatri newyorkesi, a Broadway, per due mesi al National Theatre di Londra, e poi affrontare una tournée in Nord America culminata a Cape Town, in Sud Africa.

Un anno fa, Rita Maffei, attrice e regista del CSS, legge il testo nella traduzione italiana appena terminata dall’amica traduttrice Maria Adele Palmeri, che vive a Cape Town e che conosce l’avventurosa e felice storia di questo spettacolo, e resta affascinata da quel racconto – un’epopea sul Sud Africa dai tempi delle discriminazioni dei neri nell’era dell’apartheid fino al Sud Africa libero di Nelson Mandela di oggi – ma anche dalla sfida interpretativa che attende ogni attrice lo voglia portare in scena.
The Syringa Tree prevede infatti che la sua interprete dia voce a ben 24 diversi personaggi – bianchi, neri, giovani, vecchi, bambini, di etnia xhosa o zulu, afrikaans, inglesi o ebrei – in un vortice continuo di trasformazioni. Un colpo di fulmine per Maffei che è diventato realtà sul palcoscenico quando Larry Moss, regista della versione americana dello spettacolo, ha accettato di dirigerla nella prima versione in lingua italiana di The Syringa Tree. Per un mese Rita ha dunque provato lo spettacolo a Los Angeles, nello studio di recitazione diretto da Larry Moss, frequentato abitualmente da attori e star hollywoodiane come Helen Hunt, Hillary Swank, Jim Carrey, Jason Alexander. Da febbraio le prove sono riprese al Teatro S. Giorgio di Udine, dove lo spettacolo sarà presentato al pubblico per 9 sere, dal 6 al 14 marzo, nell’ambito della stagione di Teatro Contatto, mentre la replica 7 marzo sarà inserita nell’ambito di Calendidonna 2010, settima edizione della manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine, dedicata quest’anno agli universi culturali e artistici al femminile del Sud Africa.

The Syringa Tree è la storia intensa e profondamente evocativa del sentimento forte e contrastante che lega due famiglie, una di lavoratori neri, l’altra di bianchi, e di due bambine che sono nate nella stessa grande casa, ma cresciute in due ambienti completamente diversi.
Siamo nei primi anni Sessanta in un sobborgo di Johannesburg, in Sudafrica.
Narrate attraverso gli occhi di Elisabeth Grace, una bambina di sei anni che nel corso dello spettacolo diventerà una donna, le storie dei diversi destini di queste famiglie attraversano quattro generazioni. In una scena semplice in cui campeggia un’altalena e un fondale animato dalle luci e i colori dell’Africa dall’alba al tramonto, la storia di Pamela Gien dà vita con grazia al mondo della giovane Elizabeth, della sua famiglia e della sua servitù di colore… Evitando la retorica e il melodramma, la sua scrittura tratteggia con esuberanza il ritratto di una bambina sensibile in un Sud Africa nel periodo più buio della sua Storia, attraverso il tenero punto di vista di un’infanzia che ne testimonia al tempo stesso la bellezza e la brutalità.

The Syringa Tree ha ricevuto innumerevoli premi (uno fra tutti, il prestigioso Village Voice/Obie Award come miglior commedia dell’anno nel 2001 e per l’interpretazione di Pamela Gien), è diventata un romanzo, ne è stata tratta una versione televisiva, un dvd, e il viaggio verso Cape Town dello spettacolo è stato raccontato in un documentario.

Per informazioni e prevendita: Biglietteria ScenAperta, Udine, Teatro Palamostre, via Paolo Diacono, dal martedì al sabato, ore 17.30-19.30. tel.0432.506925. [email protected]; prevendite online circuito Vivaticket. Altre info al sito: www.cssudine.it

Lascia un commento

586