Trieste: Capitaneria di Porto sequesta 110 Kg di Mormore

18 Gennaio 2012 – La Capitaneria di porto ha sequestrato stamani 110 chilogrammi di mormore e la rete da posta, lunga 500 metri, con cui i pesci sono stati illecitamente catturati nel porto di Trieste, in zona vietata alla pesca. Una motovedetta di controllo ha avvistato i pescatori di frodo, intervenendo tra il pontile Siot e la Ferriera, ove era in corso di svolgimento la battuta di pesca clandestina. Il Nucleo Operativo di Intervento Portuale ha comminato al Comandante del peschereccio, pescatore di professione che ora rischia la sospensione della licenza,una sanzione amministrativa di 2.000 euro in misura ridotta. Il pescato sarà devoluto alla Fondazione “Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin”, che supporta famiglie d’altri Paesi in difficoltà, e al Convento dei Frati Cappuccini di Montuzza.

Lascia un commento

429