Udine: Forma free music, gran finale al Palamostre

emptysetFORMA Free Music Impulse, organizzato dall’associazione culturale Circolo Arci Hybrida, è stato il primo festival internazionale di arti elettroniche del Friuli Venezia Giulia.

Una media di 80 persone nei concerti in giro per il Friuli Venezia Giulia, Austria e Slovenia, 500 appassionati la sera del 3 novembre e 200 nella serata conclusiva del 4 novembre al Teatro Palamostre e 17 studenti delle scuole superiori udinesi impegnati con soddisfazione nel progetto di alternanza scuola/lavoro.
Dal 29 settembre e fino al 4 novembre: 6 settimane, 20 concerti, diversi momenti di ascolto, proiezioni e workshop di livello internazionale.
Una panoramica a 360° sulle pratiche che sfruttano in maniera totale le potenzialità messe a disposizione dalla tecnologia in ambito artistico.
Tra i molti artisti di fama mondiale, anche il compositore giapponese Ryoji Ikeda, il francese Kassel Jaeger, pseudonimo di Francois Bonnet e gli inglesi Sculpture e Emptyset.

«Un grande successo, decisamente oltre le nostre aspettative».
Così parla Renato Rinaldi, direttore artistico di FORMA Free Music Impulse, festival di arti elettroniche ideato dall’associazione Hybrida, al termine del mese di performance che hanno coinvolto il Friuli Venezia Giulia, l’Austria e la Slovenia e che ha visto nelle due serate conclusive del 3 e 4 novembre un Teatro Palamostre rispondere con incredibile entusiasmo.

805