Aperitivo a Grado

Udine: giornate del Tiepolo – 6/13 giugno 2015 – il Programma

facebook

foto pirone_tiepolo“Con molta soddisfazione, ha affermato il dott. Pirone, siamo lieti di annunciare il ritorno delle Giornate del Tiepolo per cui ringrazio, a nome dell’amministrazione comunale, il Museo Diocesano. Si tratta di un’importante collaborazione assai significativa affinché tutta la città promuova l’obiettivo comune di sentirsi ed essere città del Tiepolo. La nostra idea è che le Giornate siano una delle iniziative promosse all’interno di un’unità di intenti tra i luoghi del Tiepolo presenti a Udine, in un percorso unitario che promuova una vera rete museale cittadina coordinata tra i servizi, gli orari e le attività e che sia un valore per il profilo turistico del territorio. Insieme al Museo Diocesano e al Museo del Duomo, riteniamo indispensabile rilanciare questo profilo e ci siamo già attivati in questo senso per strutturare ulteriormente la nostra collaborazione.”
Il prof. Bergamini ha dichiarato che “Udine, dopo Venezia, è stata la seconda patria di Giambattista Tiepolo, luogo in cui ha lasciato importantissime opere. I siti in cui si può ammirare l’arte del maestro sono la Cattedrale, il Castello, l’Oratorio della Purità e il Palazzo Patriarcale, le cui sale furono affrescate dal grande artista tra il 1725 ed il 1728. All’interno di quest’ultimo, sede del Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo, il visitatore può ammirare il coinvolgente affresco sul cielo dello scalone d’onore che conduce alla scoperta degli altri affreschi tiepoleschi nella Galleria degli Ospiti e nella Sala rossa.
Bergamini fa presente che è necessario rilanciare le destinazioni turistiche del Friuli Venezia Giulia puntando ad una logica di sistema in cui le eccellenze siano in grado di offrire una reason why ai viaggiatori. Per raggiungere questo obiettivo è opportuno creare il brand “Udine città del Tiepolo” per rendere visibile e tangibile il trait d’union esistente tra il Tiepolo e Udine attraverso iniziative che si ripetano annualmente, nel periodo di Pentecoste, in una logica di sistema che unisca il turismo alla cultura, all’arte e all’agroalimentare.”
Già da quest’anno la collaborazione tra Comune e Museo prevede diverse iniziative, come il biglietto unico che dal 1° giugno 2015 al 30 settembre 2015 consente la visita al Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo e ai Civici Musei del Castello di Udine ad un costo di 8,00 euro. Il biglietto può essere acquistato sia al Museo Diocesano che ai Civici Musei.
Per sabato 6 e sabato 13 giugno alle ore 11.00 sono previsti due “Percorsi Tiepolo”. Nel primo (6 giugno), dal titolo “L’arte del Tiepolo tra architettura e scultura in città”, l’arch. Andrea Trincardi accompagnerà i visitatori in una gradevole passeggiata in città alla scoperta dell’architettura e dell’arte scultorea al tempo del Tiepolo. Il percorso cittadino farà da premessa alla scoperta dei cicli di affreschi del Tiepolo in Duomo, nell’Oratorio della Purità fino a giungere il Palazzo Patriarcale dove la dott.ssa Mariarita Ricchizzi proseguirà la visita alla scoperta della bellezza degli affreschi tiepoleschi che ornano il piano nobile del Palazzo. Costo del biglietto 8,00 euro – partenza itinerario da Casa Cavazzini, Museo d’arte Moderna e Contemporanea.
Nel secondo (13 giugno), dal titolo “L’arte del Tiepolo nel Castello di Udine e in Palazzo patriarcale” si ammirerà l’arte del Tiepolo nelle due sedi museali cittadine, con partenza dal Castello dove la dott.ssa Martina Lorenzoni illustrerà gli affreschi del Salone del Parlamento, e i capolavori del pittore veneziano custoditi nella collezione della Galleria d’Arte antica dei Civici Musei. Giunti in Palazzo Patriarcale, sede del Museo Diocesano, la dott.ssa Mariarita Ricchizzi svelerà trucchi e curiosità del più celebre frescatore del Settecento europeo. Costo del biglietto 8,00 euro – partenza itinerario dal Castello di Udine.
A chiusura dell’iniziativa ci sarà anche lo spazio per la musica barocca, evento che verrà comunicato successivamente.

902