Udine: illuminazioni natalizie, Franz: “Grazie a chi ha contribuito”

Voglio ringraziare personalmente le associazioni di via, le associazioni di categoria, le istituzioni e i comitati cittadini di Udine per avere risposto in maniera così massiccia e organizzata al bando del Comune per l’assegnazione dei contributi destinati alla realizzazione delle luminarie, dei presepi e degli addobbi natalizi. Se questo sarà un Natale in grande stile è anche grazie alla loro volontà e capacità di fare squadra con l’unico obiettivo di rendere viva e attrattiva la nostra città”. Con queste parole l’assessore alle attività produttive Maurizio Franz ha voluto commentare l’alto numero di richieste di contributo per le luci e gli addobbi natalizi pervenute al Comune di Udine e la qualità dei progetti presentati. L’amministrazione ha infatti stanziato, a tal fine, 25000 euro complessivi che sono stati attribuiti, tramite una graduatoria stilata sulla base di criteri predefiniti, a 14 soggetti richiedenti provvisti dei requisiti indicati nella documentazione. Ogni erogazione copre il 50% del progetto proposto, per un massimo di 2500 euro.

“La partecipazione con la quale questa nuova formula di aggregazione voluta dal Comune è stata accolta e gestita dalle associazioni e dai comitati – ha quindi aggiunto Franz – è la dimostrazione che c’è una grande voglia di contribuire a far rinascere questa città e che unendo le forze si possono fare grandi cose. Per questo mi auguro che la collaborazione che si è venuta a creare nei borghi e nei quartieri possa portare alla definizione di un metodo di lavoro utile anche per il futuro, soprattutto nell’ottica della rivitalizzazione di aree che negli anni sono state trascurate come le periferie”.

Nel dettaglio, i borghi e le vie illuminate grazie al contributo del Comune saranno le seguenti: borgo Gemona, da piazzale Osoppo fino a piazza San Cristoforo, con via Deciani, via Santa Chiara, via Giovanni da Udine ha ricevuto 2500 euro; stessa cifra per Borgo Pecile, con via dei Rizzani, via Cosattini, via dei Torriani, via D’Aronco, via Deganutti, via Asquini, via Zanon; il comitato di Udine sud che fa riferimento alla zona di via di Brazzà ha avuto 1000 euro; Udine est, e in particolare viale Forze Armate, 1900; via Mistruzzi, nella zona della parrocchia di San Pio X, 200; piazza Duomo 1000; Borgo Sole, nello specifico piazzale Carnia e largo Valcalda, 2500; la zona del centro, con via Paolo Sarpi, via Mercerie, via Cavour, via Canciani, via Battisti, via Savorgnana, riva Bartolini, via Rialto, via Manin, via Del Monte, piazza Delle Erbe, via Pelliccerie, via Valvason, via San Francesco, piazza S. Giacomo, corte Giacomelli, via Ginnasio Vecchio, hanno ottenuto 2500, come anche via Mercatovecchio e piazza Marconi; stesso importo per via Aquileia e piazzetta del Pozzo fino incrocio con via Gorghi; via Dante ha ottenuto 240 euro mentre via Vittorio Veneto 954; 2500 anche per l’area che comprende via Poscolle, via Muratti, viale Viola, via del Gelso, via Brenari, vicolo Raddi, vicolo Gorgo; 1400 infine per via Pracchiuso, largo delle Grazie, riva delle Grazie.

“Un grazie quindi a tutti gli esercenti e i cittadini delle oltre cinquanta vie che saranno illuminate per il loro contributo e il loro impegno, con una menzione particolare per il comitato di via Gemona, il cui progetto ha ottenuto il punteggio più alto”, ha concluso l’assessore.

La cerimonia per l’accensione delle luci natalizie si terrà venerdì 23 novembre alle ore 18:00 in via Lionello dove è stato collocato l’abete regalato alla città di Udine dal Comune di Sappada. Il dono non è solo un modo per ricordare ancora una volta il ritorno della località carnica al Friuli ma anche il simbolo della volontà della comunità di rialzarsi dopo i disastrosi eventi atmosferici delle scorse settimane: l’albero infatti è stato abbattuto, come tantissimi altri, dal maltempo che ha flagellato la zona. Saranno presenti all’evento il sindaco di Udine Pietro Fontanini e il primo cittadino di Sappada, Manuel Piller Hoffer.

706