Udine: in provincia manifesti contro i partigiani

partigianiUdine, 25 aprile ’11 – Non è passato indenne l’ultimo 25 aprile giorno simbolo della liberazione dal fascismo e dalla successiva occupazione nazista . Ben 4 manifesti inneggianti contro i partigiani sono stati affissi in diverse località della regione.I primi due manifesti sono stati rinvenuti nella mattinata del 25 aprile a Gemona del Friuli e Tolmezzo. I fogli affissi di grandezza A3, ovvero il doppio di un normale foglio bianco da computer, contestavano i festeggiamenti per la Liberazione insultando i partigiani definiti “Gruppi di vigliacchi, traditori, assassini e nemici della patria che si danno appuntamento il 25 aprile travestiti da eroi liberatori”.

I carabinieri hanno rimosso i manifesti nel corso della mattinata di ieri per poi trovarsi nuovamente di fronte al medesimo manifesto con il medesimo messaggio nella mattinata del 26 aprile a Mortegliano e a Castions di Strada. Unica differenza il formato: in questa occasione si trattava di A4.

Inoltre sono state rinvenute anche critte contro l’Unita’ d’Italia e inneggianti al ‘Friuli Libero’ hanno imbrattato la notte scorsa il monumento ‘Faro’ dedicato agli Alpini della ‘Julia’ caduti nel secondo conflitto mondiale e le mura dello storico ‘Forte di Monte Bernadia’ nei pressi di Tarcento. Sull’episodio, che ha suscitato notevole indignazione nella popolazione, sono in corso indagini dei Carabinieri. L’area del Monte Bernadia e il monumento agli Alpini caduti sono considerati un importante simbolo dell’Unita’ nazionale.

Lascia un commento

1.133