Udine: “ritrovo di persone pericolose”, chiuso locale in Via Roma per sette giorni

Nel pomeriggio di ieri, 18 ottobre 2018, il personale della Questura di Udine ha notificato ad uno straniero titolare di un pubblico esercizio in “borgo stazione” la sospensione dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande per la durata di 7 giorni a decorrere dalla notifica.
In applicazione dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, il Questore di Udine ha sospeso la licenza dell’esercizio, sito in via Roma, in quanto abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose.
In sei controlli effettuati dal personale della Questura nelle ultime due settimane, nell’ambito dei servizi ordinari e non di controllo del territorio, si è rilevata una costante e considerevole frequentazione da parte di cittadini extracomunitari gravati da segnalazioni di polizia e precedenti penali; non erano peraltro mancate lamentele, da parte dei residenti in zona, per il disturbo alla quiete spesso cagionato dagli stessi.
La sospensione della licenza ha lo scopo, attraverso la chiusura del locale, di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale nonché finalità di prevenzione, e si aggiunge a quelle dei giorni precedenti: 6 le licenze sospese dal Questore di Udine negli ultimi 40 giorni, 5 delle quali di locali situati in “borgo stazione”.
I controlli a pubblici esercizi e luoghi di aggregazione nel capoluogo udinese proseguiranno anche nelle settimane successive.

2.284