Aperitivo a Grado
facebook


Il calcio di rigore di Totò Di Natale – giunto a quota 22 centri in campionato – permette all’Udinese di superare il Bari in una gara difficilissima e volare a quota 50 punti in campionato realizzando, allo stesso tempo, la serie record – a livello storico – di risultati utili, ben undici, nella massima serie. E la zona Europa è rafforzata pesantemente.

Il copione della gara è quello delle previsioni con l’Udinese che fa la partita e il Bari, copertissimo, che prova a colpire in contropiede. Al 9’ Pinzi imbecca Di Natale, ma Copelli lo ferma per offside, poi, al 16’, sempre il capitano bianconero prova la “volée” di destro, su respinta della difesa ospite, ma non inquadra lo specchio della porta. Ancora bianconeri al 20’ con Inler che trova il varco giusto per Sanchez, ma il cileno, a tu per tu con Gillet, si fa ipnotizzare dal portiere belga. Occasionissima, quindi, per il Bari al 24’ con Huseklepp che sfugge a Zapata, ma Handanovic e Benatia lo chiudono, alla fine, in corner. Al 35’ Mutti perde Belmonte per infortunio – dentro Rossi – e al 41’ è straordinario Handanovic ad opporsi da campione qual è all’esterno destro di Ghezzal dai sedici metri.

Nella ripresa l’Udinese pigia sull’accelratore e, in un minuto, ha due occasioni per passare: prima Gillet è super ad opporsi a Cuadrado da due passi e, sul corner seguente, Zapata non trova il bersaglio grosso da buona posizione. Al 16’, quindi, splendida serpentina di Sanchez che arriva fino al limite e scarica un destro che sibila di poco a lato della porta difesa da Gillet, Armero non trova lo specchio dalla media distanza al 24’, ma il Bari non cede e Guidolin manda in campo Corradi e Pasquale per Cuadrado e Armero. Passano centottanta secondi e l’Udinese ha l’occasione del match per passare quando Parisi stende in area Sanchex, rigore sacrosanto: batte Di Natale e fa 22 in campionato!!! Mutti si gioca le ultime due sostituzioni con Rivas e Rudolf a disegnare una formazione fortemente a trazione anteriore. Ci prova Pinzi, siamo al 39’, ma non crea grattacapi a Gillet, poi Massa concede quattro minuti di recupero al Bari. E all’ultimo istante è Handanovic a salvare tutto con una parata da fenomeno vero sulla botta a colpo sicuro di Rudolf.
Battuto il Bari: si vola a undici risultati utili consecutivi!































Marcatori. Nella ripresa, al 30’ (rig.) Di Natale.

Udinese (3-5-2). Handanovic; Benatia, Zapata, Domizzi; Cuadrado (26’st Corradi), Pinzi, Inler, Asamoah, Armero (26’st Pasquale); Sanchez, Di Natale (40’st Abdi). (A disposizione: Belardi, Coda, Badu, Denis). All. Guidolin.

Bari (4-3-2-1). Gillet; Masiello A., Glik, Belmonte (35’ Rossi), Parisi (36’st Rivas); Bentivoglio, Codrea, Gazzi; Huseklepp (36’st Rudolf), Ghezzal; Okaka. (A disposizione: Padelli, Donati, Romero, Kopunek). All. Mutti.

Arbitro. Massa di Imperia (Copelli e Marzaloni – IV° uomo: Baracani).

Note. Ammoniti: Codrea, Gazzi, Ghezzal, Parisi, Masiello A. e Cuadrado. Angoli: 5-4 per l’Udinese. Recupero: 2’ e 4’.

Fonte udinese.it

557