Udinese: Felipe va alla SPAL, si cerca il centravanti

felipeIl capitano era Danilo. Ma moralmente per tutti i tifosi friulani il capitano era Felipe. Una lunga militanza in bianconero cominciata nel 2002 e interrotta nel 2010 prima del riavvicinamento del 2015. Felipe è un giocatore non giovanissimo che però aveva ampiamente dimostrato di meritarsi una casacca della rosa friulana. Versatile in campo e spesso frontman dello spogliatoio nei momenti più difficili. C’erano stati rallentamenti  per il rinnovo e questo già faceva presagire che la dirigenza friulana non avesse troppa voglia di firmare il giocatore italo brasiliano. L’offerta della SPAL, si parla addirittura di un triennale, offre al giocatore ormai ex bianconero la possibilità di giocare più di una stagione a buoni livelli. Alla fine si tratta di uno scambio in cui tutte e tre le parti in gioco ottengono un vantaggio. L’Udinese incassa 600mila euro e cede un giocatore in età, la SPAL al ritorno in serie A si dota di un giocatore versatile in difesa e infine il buon Felipe, che sarebbe rimasto ben più volentieri a Udine, potrà comunque prolungare la sua carriera per ben altri tre anni. A non essere contenti i tifosi.

ALTRI MOVIMENTI:

PORTIERE – in porta è arrivatto Bizzarri un portiere del 77 con millemila battaglie alle spalle e con il compito di fare da chioccia al probabile titolare del prossimo anno che dovrebbe essere Scuffet. Cessione in vista quindi per Karnezis e Meret.

DIFESA: il pacchetto centrale potrebbe essere composto da Danilo e dal recuperato Samir con l’arrivo sulla corsia di sinistra di Pezzella dal Palermo. Giovane under 21 potrebbe essere un ottimo colpo per coprire un buco storico da qualche anno a questa parte. Praticamente certa la cessione di Widmer alla Lazio i bianconeri potrebbero puntare forte su Zampano interessante terzino destro che ha giocato l’ultima stagione nel Pescara. Sul giocatore c’è anche il Chievo. Vista l’uscita di Felipe possibile riconferma per il resto del backup della difesa bianconera con Angella, Heurtaux e Adnan. IL francese interessa allo Sparta Praga alla cui guida tecnica si è insediato Stramaccioni

CENTROCAMPO: è arrivato lo svedese Ingelsson che è un esterno destro (probabile backup di De Paul sia in un 433 che in un 442) mentre a sinistra non si prescinde da Jankto reduce da un ottima annata. i due centrali in un 442 potrebbero essere Balic e Fofana anche se l’Ivoriano ha dimostrato di comportarsi meglio da mezzala e questo potrebbe indurre Delneri a cercare nuovi equilibri.

ATTACCO: dopo l’addio a Zapata, tornato a Napoli (temporaneamente), si sfoglia il catalogo delle punte per il casting dell’attore protagonista. Molti i nomi suggestivi da quello dello stesso Zapata, a quello dell’altro napoletano Pavoletti, Falcinelli dal Sassuolo, Inglese dal Verona e, ultimo arrivato, Alario dal River Plate. Il più probabile a nostro avviso è Inglese che costituirebbe pacchetto offensivo insieme a Thereau (che Delneri ipotizzava centravanti) Lasagna e Perica. Evangelista ceduto in Portogallo si tratta per il ritorno di Aguirre reduce da una ottima stagione al Nacional di Montevideo. Delneri quando ha giocato col 442 ha sempre puntato sulla boa e sul brevilineo; col 433 si profilerebbe ancora una stagione a sinistra (si fa per dire) per Thereau con De Paul a destra

1.750