Udinese-Sampdoria 1-4, è tornata la Strama Udinese – le PAGELLE

stramaccioni-preoccupato-600x400Nel giorno della festa di Totò che domenica scorsa ha superato i 205 gol di Roberto Baggio viene affiancato in attacco da Geijo nella partita contro la Sampdoria. Per il resto davanti a Karnezis Stramaccioni schiera Widmer, Danilo, Domizzi, Piris. A centrocampo Kone e Hallberg affiancano Pinzi con Guilherme più avanzato a sostenere appunto Totò e Geijo. La aprtita non ha grande ritmo e la Samp trova il vantaggio al 25° quando Wszolek sulla linea di fondo scherza Guilherme e la mette in mezzo dove Soriano devia facile in porta. Sampdoria in controllo senza riuscire a impensierire ulteriormente la retroguardia. A inizio ripresa la samp calcia tre volte in 5 secondi a Muriel risponde prima Karnezis, sulla ribattuta palo di Duncan e successivamente salvataggio sulla linea di Domizzi ancora su Muriel. L’Udinese segna al 5° ma l’arbitro annulla per un fuorigioco molto dubbio e Widmer calcia sul palo esterno in un’altra occasione La Sampdoria raddoppia sulle conseguenze di una mischia su calcio d’angolo, la deviazione decisiva è ancora di Soriano. Terzo gol al 81°: contropiede di 60 metri dei rossocerchiati con Acquah che realizza solo davanti a Karnezis. Il gol della bandiera arriva all’86° con un rigore trasformato da Di Natale

 

KARNEZIS 6: non può nulla sul gol, salva nella tempesta di inizio secondo tempo
WIDMER 5,5: ancora preoccupanti amnesie in fase difensiva mentre in fase offensiva è sempre pericoloso
DANILO 5,5: le punte doriane non sfondano ma nel secondo tempo i buchi si aprono come voragini
DOMIZZI 5,5: regge un avversario difficile come Eto’o e salva sulla linea su Muriel poi nel finale crolla insieme a tutti gli altri
PIRIS 6,5: più presente del solito in fase offensiva, straordinario nelle chiusure in diagonale
KONE 5: come al solito non gioca con gli altri
dal 55° AGUIRRE 5,5: mossa della disperazione, senza colpe
PINZI 6: spostato di qualche metro la squadra perde il suo riferimento anche se lui mantiene la lucidità
HALLBERG 5,5: non riesce a incidere, convince poco ma non merita la croce, esce infortunato in barella
dal 70° HEURTAUX sv
GUILHERME 4,5: noi lo vediamo più laterale, tipo in panchina. Oggi non c’erano alternative comunque
DI NATALE 6: tenta qualcosa, scivola nell’unica occasione buona. trasforma il rigore che si guadagna
GEIJO 5: dalla Spagna con torpore
dal 46° THEREAU 6: cambia la marcia nell’attacco bianconero poi scompare dopo il secondo gol

553