Aperitivo a Grado

Associazione Udinese Club: vertici riconfermati

facebook

aucDopo la gran bagarre succeduta alla conferenza stampa di ri-presentazione del tecnico Marino e le polemiche innescate fra tifoseria e società i vertici dell’Associazione Udinese Club aveva rassegnato le dimissioni. Nell’assemblea di stamattina è stata riconfermata la fiducia al consiglio ribadendo che i tifosi hanno fatto pienamente la loro parte, rimandando così al mittente le accuse di disfattismo avanzate dal direttore generale GasparinIl giorno 14 marzo alle ore 10:00 si è riunita l’Assemblea  ordinaria dell’Associazione Udinese Club che ha visto la   partecipazione di circa cinquantacinque Presidenti di Club su  settantadue affiliati al sodalizio e dell’intero Consiglio Direttivo.

All’ordine del giorno l’approvazione dei bilanci (consuntivo e  preventivo), la relazione delle attività  svolte nel 2009 e la  programmazione delle attività sociali 2010. Come ultimo atto, già   peraltro annunciato, il Consiglio Direttivo ha formalmente rimesso il  proprio mandato all’Assemblea. Tale decisione, maturata in seguito  alla conferenza stampa del giorno 20 febbraio scorso, presso la sede  dell’Udinese Calcio, e da quanto di conseguenza scaturito, è  stata  presa in esame dai Presidenti che, dopo un’attenta analisi delle motivazioni, hanno respinto all’ unanimità  le dimissioni di  Presidente e Consiglieri.

Dalla discussione, alla quale sono intervenuti diversi Presidenti di  Club, è emerso che i tifosi appartenenti al sodalizio reputano i   risultati ottenuti dal Direttivo in questi anni, ottimi e aderenti al  mandato. Gli stessi si sentono pienamente rappresentati dai vertici  dell’Associazione e quindi intendono rinnovare la piena ed  incondizionata fiducia al Consiglio.

Le innumerevoli attività organizzate ed eccellentemente portate a  termine, il costante impegno dimostrato e l’incessante opera di   coinvolgimento delle più svariate realtà  del territorio, finalizzata  ad avvicinare quanti più sportivi possibile alla tifoseria organizzata  friulana, non possono passare inosservati

Riguardo le relazioni con l’esterno è emerso che i Soci ritengono il  comportamento del Consiglio pienamente in linea con lo statuto sociale   e soprattutto con lo spirito sportivo della gente friulana. Anche in   situazioni di particolare delicatezza, l’Associazione, tramite i suoi  rappresentanti, ha sempre mantenuto toni pacati e cordialità,  proponendosi costruttivamente come trait d’union con i sostenitori  bianconeri e limitandosi a spronare, in nome dei tifosi
rappresentati,  Società  e squadra al conseguimento di sempre migliori
risultati.
E’ inoltre emerso che, trattandosi di una libera Associazione di  volontari, i soci non possono essere chiamati a rispondere e risolvere  problematiche che non rientrano nel proprio ambito. In sede di  assemblea gli stessi reputano di aver pienamente ricoperto il proprio  ruolo di sostenitori e nel contempo si oppongono fermamente a  qualsiasi forma di ingerenza.

I Soci infine, sempre attraverso i loro Presidenti, si sono detti  convinti che il Direttivo sarà  in grado di risolvere l’attuale  situazione di stallo venutasi a creare con la dirigenza dell’Udinese  Calcio ed hanno spronato lo stesso ad un forte impegno in tal senso.
Per questo motivo e per consentire a Presidente e Consiglieri  dell’UC di portare a termine con slancio il proprio mandato,  l’Assemblea ha stabilito lo slittamento delle elezioni previste  inizialmente per il mese di maggio, per l’inizio del prossimo  campionato di calcio di serie A, che coincide con la fine naturale del  mandato.

Assemblea e Consiglio, al termine dell’incontro, hanno rinnovato il  già  convinto ed incondizionato supporto alla squadra, priorità   assoluta del sodalizio, e si sono detti certi del raggiungimento degli  attuali obiettivi sportivi stagionali.

Prima dell’inizio dei lavori è stato ricordato Mario Boemo, scomparso  due giorni fa a Udine; spontaneamente l’intera Assemblea si è alzata  in piedi tributando un commosso e lungo applauso all’indimenticabile  amico.

376