Aperitivo a Grado
facebook

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.
.

Al cinema e non solo.

.

theblingringBLING RING di Sofia Coppola

Dopo aver raccontato in Somewhere la vuota esistenza di un attore hollywoodiano che si trascina in una vita di plastica fatta solo di apparenze, Sofia Coppola si ferma ad osservare, nel suo ultimo film, un gruppo di teenager che hanno come obiettivo ottenere proprio quel tipo di vita. Ispirato ad un articolo di Vanity Fair incentrato su alcuni furti compiuti da un gruppo di ragazzi ai danni di alcune più o meno importanti figure dello spettacolo, Bling Ring traccia un quadro desolante di una generazione abbagliata dalle luci riflesse di uno star system che offre come modelli di riferimento figure vuote e patinate. I giovani raccontati dalla Coppola aspirano ad assomigliare ai loro idoli ed, in qualche modo, vivere la loro vita o almeno un surrogato di essa, festeggiando nelle loro case o possedendo un loro capo firmato. Anche la punizione, inevitabile, diventa per i protagonisti, non un’ occasione per interrogarsi sulla moralità delle proprie azioni ma uno step fondamentale nel percorso per ottenere una notorietà poco più che fittizia, spesso coadiuvati e sostenuti da adulti che falliscono nel loro ruolo di genitori o comunque di primari punti di riferimento. Bling Ring è un film che, affrontando un argomento attuale come la deriva della MTV e Facebook generation (ed in questo senso fa il paio con Spring Breakers di Korine), arriva dritto al punto e come un cerchio perfetto chiude le proprie riflessioni in maniera precisa e puntuale. Impossibile però non fare qualche doveroso appunto sul corpo centrale del film che sorregge l’ inizio e la fine: sembra infatti che, tra l’ introduzione del tema portante e del suo naturale esaurimento, il film tenda a girare eccessivamente su se stesso e di conseguenza le azioni stesse dei personaggi risultano unicamente ripetitive senza che apportino davvero qualcosa di significativo alla narrazione. Ne risulta quindi un film tematicamente solido ma strutturalmente riuscito solo a metà.
GRADIMENTO WELTALL 55%

.

Brevemente in sala (a cura di Kusa).

.

animalhouseANIMAL HOUSE DI John Landis (solo dal 7/10 al 9/10)

TOGA! TOGA! TOGA!
ATTESA KUSA 90%

Con tutto il rispetto e l’ affetto per John Landis e per Animal House, mi sono già abbondantemente “dissanguato” con Evangelion. Queste proiezioni “speciali” hanno un costo “speciale” e quindi non esattamente sempre alla giusta portata di tasca.
ATTESA WELTALL 40%

.

annifeliciANNI FELICI di Daniele Luchetti

Storia ambientata negli anni ’70 dal sapore marcatamente autobiografico in cui il regista Luchetti, tra Super8, 16 mm e 35 mm, ci racconta le vicende di una coppia in crisi, tra le velleita’ artistiche di lui e la voglia di normalita’ di lei. Il tutto visto dalla prospettiva dei due figli, uno dei quali (alter-ego del regista) riprende tutto con la sua cinepresa in Super8. Con Micaela Ramazzotti e Kim Rossi-Stuart nei ruoli principali, potrebbe pure interessarmi se non fosse che gli anni ’70 sono un periodo che personalmente trovo orrendo.
ATTESA KUSA 40%

Pare che questo racconto quasi autobiografico di Luchetti non sia nemmeno malaccio (stando alle recensioni che si possono leggere in giro per la rete) ma prenderne in considerazione la visione nella settimana di Gravity è un po’ difficile.
ATTESA WELTALL 40%

.

theheatCORPI DA REATO di Paul Feig

No, questo NON e’ il film con la Bullock da vedere questa settimana, anzi sembra quasi una presa in giro far uscire questa commediola proprio nel weekend in cui esce quell’altro film, quello in cui l’attrice americana da’ il meglio di se’. Comunque il regista e’ quello di Bridesmaids – Le amiche della sposa, pellicola da cui arriva anche la co-protagonista Melissa McCarthy, con tutto quello che ne segue per la “raffinatezza” (NOT) della comicita’ del film.
ATTESA KUSA 0%

Certo, il tempismo della distribuzione italiana fa quasi accapponare la pelle ma, anche senza la presenza del film di Cuaron, questo è da saltare a piè pari.
ATTESA WELTALL 0%

.

dianaDIANA – LA STORIA SEGRETA DI LADY D di Oliver Hirschbiegel

Come se non bastasse che non era per niente necessario farci un film, pare che questo biopic-gossipparo sugli ultimi due anni di vita della Principessa del Popolo sia pure di una bruttezza imbarazzante. Spiace per Naomi Watts che si sia fatta coinvolgere in questo progetto, ma magari all’inizio le era sembrata una buona idea…
ATTESA KUSA 0%

Il problema della partecipazione della Watts in questo progetto sta nel fatto che il ruolo lo ha rifiutato più volte prima di accettare…quindi, voglio dire, un po’ se l’è anche andata a cercare. Anyway, zero interesse per questo film buono soltanto per chi seguiva le gesta di Lady D sui rotocalchi scandalistici.
ATTESA WELTALL 0%

.

gravityGRAVITY di Alfonso Cuaron

Presentato al recente Festival di Venezia, il film di Cuaron arriva nelle nostre sale preceduto da un coro unanime di ottime recensioni e si presenta come una delle migliori pellicole dell’anno. Merito delle interpretazioni dei due protagonisti, Sandra Bullock e George Clooney, e di una storia di sopravvivenza estrema in cui il regista scava nei territori oscuri dell’anima dei suoi personaggi per tirar fuori tutta la loro umanita’. E con un 3D che per una volta pare funzionale alla storia.
ATTESA KUSA 85%

Si attendeva il ritorno di Cuaron tipo da sempre perchè, escluso il suo capitolo di Harry Potter, con I Figli degli Uomini ci aveva lasciato piuttosto entusiasti. E qui pare che il film si apra con un piano sequenza di circa venti minuti, una roba da distacco mascellare.
ATTESA WELTALL 90%

.

ilcacciatoredidonneIL CACCIATORE DI DONNE di Scott Walker

Tratto da una storia vera, il film racconta la caccia ad un serial killer che negli anni 80-90 in Alaska uccise piu’ di 30 donne e del detective che ne determino’ la cattura grazie al fondamentale apporto dell’unica sopravvissuta. Con Nicolas Cage, John Cusack e Vanessa Hudgens, The Frozen Ground (questo il titolo originale) sembra il classico serial-thriller di normale medieta’ che si puo’ comodamente aspettare per un passaggio televisivo, a meno che non si sia fan di Nicholas Cage e/o John Cusack. E io lo sono.
ATTESA KUSA 60%

Sono fan del buon Nick ma questo lo si evita in sala senza troppi sensi di colpa.
ATTESA WELTALL 0%

.

lasacaciasLAS ACACIAS di Pablo Giorgelli

Un camionista solitario con un insolito carico da trasportare, una ragazza e la figlia appena nata, per un viaggio lungo 1500 km in cui inevitabilmente i due, dapprima diffidenti, impareranno a conoscersi e a rompere i rispettivi silenzi. Non il mio genere grazie.
ATTESA KUSA 0%

Ma poi, indipendentemente dal genere, tra le uscite della settimana questa non ricadrebbe certamente tra le prime scelte, anzi!
ATTESA WELTALL 0%

.

Consigli per gli acquisti.

.
Dopo la bomba Into Darkness, ennesima settimana fiacca per l’ Home Video. Ottobre inizia in sordina ma recupererà in fretta.
.
.

568