Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

guardiansofthegalaxyGUARDIANI DELLA GALASSIA di James Gunn

.
C’era da aspettarselo. Perlomeno, chiunque sia cresciuto a pane e fumetti Marvel o che ancora oggi si immerge nelle avventure della Casa delle Idee, se lo aspettava. Dopo lo straordinario successo di Avengers, che in qualche modo ha consacrato la Marvel nel difficile sottogenere dei cinecomics, il passo successivo era quello ancora più ambizioso di puntare allo spazio, allargare l’ormai riconosciuto MCU (Marvel Cinematic Universe) al cosmo infinito che da sempre ha ospitato personaggi più o meno famosi ed è stato il muto teatro di guerre tra imperi antichissimi. Per farlo alla Marvel hanno operato una scelta che va oltre l’ambizione, e se vogliamo la possiamo definire davvero rischiosa, puntando tutto su i Guardiani della Galassia. Recentemente “resuscitati” con un mensile a loro dedicato, Peter “Starlord” Quill, Gamora, Drax, Rocket e Groot, nonostante una storia editoriale lunghissima, sono dei personaggi per lo più sconosciuti al grande pubblico, soprattutto a quello strettamente cinematografico, e non esattamente iconici come un Captain America o uno Spider Man, giusto per fare un paio di esempi. Eppure, questo peculiare gruppo di antieroi, dopo essere riuscito a ritagliarsi le simpatie dei lettori è riuscito anche a vincere la sfida con il botteghino decretando un successo davvero inaspettato. I motivi di questa vittoria (commerciale, ma non solo) non devono essere imputati unicamente ai personaggi protagonisti (anche se la caratterizzazione di Rocket e Groot ha avuto certamente un ruolo fondamentale) ma anche all’ambientazione che ha risvegliato nel pubblico un desiderio nostalgico di quell’epica spaziale che manca fin da quando George Lucas ci portò in quella “galassia lontana, lontana”. C’è poi il fattore James Gunn. La Marvel, almeno fino a Captain America The Winter Soldier, ha puntato ad avere dalla sua degli onesti mestieranti o autori da sfruttare come richiamo ( l’esempio lampante è Kenneth Branagh per il primo Thor) senza che ci fosse alcun apporto creativo. Ma Gunn ribalta la situazione e con una trovata semplice ma efficace crea un contrasto incredibilmente accattivante: l’ambientazione fantascientifica incorniciata da una sensazionale selezione di brani pop anni ’80, unico legame di Peter Quill con la sua vecchia e lontana vita da terrestre.Un insieme di elementi nel complesso inediti per un cinecomics Marvel, ma miscelati ad una struttura ormai consolidata di azione e commedia che qui trova forse il punto di maggior equilibrio e compattezza. Che la Casa delle Idee fosse sulla strada giusta lo si era già intuito ma, se le premesse sono queste, c’è davvero di che stare allegri per il prossimo futuro.
GRADIMENTO WELTALL 80%

Oh, YEEEAAAHHHHHH !!!!!!
GRADIMENTO KUSA 85%

.

Brevemente in sala (a cura di Weltall).

.

confusiefeliciCONFUSI E FELICI di Massimiliano Bruno

.
Marcello è uno psichiatra che affronta la sua professione in maniera stanca e cinica, almeno fino a quando non si trova lui stesso a cadere in depressione decidendo così di abbandonare attività e pazienti. E sono proprio questi ultimi, affezionati al medico ma soprattutto ancora bisognosi delle sue sedute, e far di tutto per aiutarlo. Un Bisio ormai lanciatissimo nella commedia “morale”, dove il protagonista impara dai suoi errori ad essere una persona migliore. Peccato non lo faccia anche il cinema.
ATTESA WELTALL 0%

Psichiatria e commedia sono un binomio piu’ che consolidato al cinema. Ma anche senza scomodare blasfemi confronti con il maestro Woody Allen, penso che la versione Bisio la si possa saltare senza rimorso alcuno.
ATTESA KUSA 0%

.

draculauntoldDRACULA UNTOLD di Gary Shore

.
Ma visto che ormai i vampiri ce li propinano in tutte le salse, perchè non narrare le origini del non morto più famoso di tutti? Magari trasformando il tutto in una roba tamarra-tamarra con una bella spruzzatina di fantasy post Lord of the Ring, che non guasta mai? Questo è quello che potete evincere buttando un occhio sul trailer di questo Dracula Untold. Spero vi basti.
ATTESA WELTALL 0%

E a garantire una (superficiale) continuita’ con il mondo tolkeniano come protagonista c’e’ Luke Evans, interprete della (inutile) trilogia dello Hobbit.
ATTESA KUSA 0%

.

follepassioneUNA FOLLE PASSIONE di Susanne Bier

.
Il nuovo film di Susanne Bier racconta della vita di George e Serena Pemberton, del loro amore passionale e dell’impero del legname che costruirono insieme tra le montagne della Carolina negli anni ’20. La loro vita comincia ad andare in pezzi quando Serena scopre le ombre nel passato di George. Un film molto spinto a livello promozionale, soprattutto per la coppia di protagonisti, per nulla inedita, formata da Bradley Cooper e Jennifer Lawrence.
ATTESA WELTALL 0%

Serena, titolo originale del film della Bier, sa molto di tentativo di sfruttare la coppia Cooper – Lawrence a traino dei loro due precedenti successi, firmati entrambi alla regia da David Russell. E se qualcuno pensa che chiunque ci sia a dirigere un attore sia la stessa cosa, beh si sbaglia. Tanto e’ vero che il film oltreoceano e’ stato abbastanza stroncato. Con Jennifer ho gia’ appuntamento per il 21/11 con MockingJay – Part One, quindi mi basta.
ATTESA KUSA 0%

.

lanottedeimortiviventiLA NOTTE DEI MORTI VIVENTI di George Romero (solo il 31/10)

.
Per i più piccoli ci sono dolcetti o scherzetti ma per i più grandi che volessero trascorrere la notte di Halloween al cinema? Per loro arriva nelle sale il capolavoro di George Romero, il primo capitolo della storica trilogia (allargata di altri due capitoli in tempi recenti) sui morti viventi. Imperdibile, non c’è da aggiungere molto altro.
ATTESA WELTALL 90%

Non sono un particolare fan del sottogenere dell’horror che riguarda i morti viventi, ma di fronte a una pellicola come quella di Romero, capostipite e capolavoro del genere, nonche’ classico esempio di horror politico di quelli che non se ne fanno piu’, non posso che accodarmi al collega nel raccomandarlo, soprattutto per una visione di mezzanotte nella notte di Halloween… Buahahaha….
ATTESA KUSA 80%

.

laspiaLA SPIA di Anton Corbijn

.
Arriva postumo l’ultimo film interpretato dal compianto Philip Seymour Hoffman, tratto da un romanzo di John Le Carrè (La Talpa) e diretto da Anton Corbijn, famoso fotografo ormai votato alla regia dopo il bel Control e il meno bello The American. Visto il materiale di partenza è lecito aspettarsi un bel thriller di spionaggio.
ATTESA WELTALL 60%

Sara’ che i film postumi di un attore cosi’ prematuramente scomparso mi lasciano sempre un po’  l’amaro in bocca, sara’ che di film tratti da John Le Carre’ ho gia’ fatto il pieno con il pur bello La Talpa,  anche perche’ la’ c’era un enorme cast di attori (per lo piu’ british, che non guasta), ma la pellicola di Corbijn mi attira decisamente poco, per non dire per nulla.
ATTESA KUSA 0%

.

lastoriadellaprincipessasplendenteLA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE di Isao Takahata
(solo il 3, 4 e 5 novembre in sale selezionate)

.
Con molto meno ritardo rispetto a Si Alza il Vento, arriva nelle sale italiane, solo per pochi giorni e in circuiti selezionati, uno degli ultimi lavori dello Studio Ghibli diretto da Isao Takahata. Come per Pom Poko, anche qui ci si rifà alla tradizione e alle leggende giapponesi nel raccontare la storia di Kaguya, una piccola creatura caduta dalla Luna e trovata da un tagliatore dentro un bambù. La creatura cresce in fretta e diventa presto una giovane donna che attira le attenzioni di tanti pretendenti, perfino l’imperatore.
ATTESA WELTALL 80%

Sempre interessato alle pellicole d’animazione giapponesi che si basano sulle leggende di una cultura antica ed affascinante come la loro, pur non sapendo nulla di questo film do’ la mia incondizionata fiducia a prescindere.
ATTESA KUSA 80%

.

Consigli per gli acquisti.

.
Il mese di ottobre finisce un po’ in sordina, con nessun titolo che valga davvero la pena segnalare.
.
.
.

540