Aperitivo a Grado

Lettura continua della Bibbia in Friulano dal 3 Aprile

facebook

ARLEF_FLYER_RETRO

L’iniziativa “Leture continue de Bibie par furlan – Lettura continua della Bibbia in Friulano” è un evento unico nel suo genere in quanto per la prima volta la Bibbia verrà letta integralmente, no-stop, in una lingua minoritaria presso la Chiesa della Purità (Udine) da domenica 3 aprile 2011 a sabato 9 aprile.
Organizzata dall’ARLeF – Agjenzie Regjonâl pe lenghe furlane, dalla Provincia di Udine, dall’Arcidiocesi di Udine e dall’Associazione Culturale Glesie Furlane, vede anche l’adesione delle Province di Gorizia e di Pordenone, dell’Arcidiocesi di Gorizia e della Diocesi di Concordia-Pordenone e il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Udine.

Per focalizzare ancor più l’attenzione sull’iniziativa e sul luogo sede della lettura continua, sono state pensate 2 serate “collaterali” all’evento di aprile: il primo incontro, curato dall’Associazione Culturale Glesie Furlane, si svolgerà giovedì 3.03 alle ore 20.30 presso la Chiesa della Purità (Udine – a fianco al Duomo) e è intitolato “La Bibie par un Popul”, durante il quale interverranno i protagonisti della preparazione e dell’approvazione del testo tradotto:
– Monsignor Duilio Corgnali, nel 1977 vicario episcopale per la cultura dell’Arcidiocesi di Udine e coordinatore della Commissione interdiocesana dei biblisti e teologi per la preparazione della Bibbia. È stato il protagonista del riconoscimento ufficiale;
– Don Romano Michelotti e Don Antonio Cappellari, componenti della commissione e amici personali del traduttore Don Antonio Bellina.

L’altro incontro, “Un Popul cu la sô Bibie”, a cura del direttore artistico dell’evento, Federico Rossi, è previsto per giovedì 17.03 alle ore 20.30, sempre presso la Chiesa della Purità, e avrà come argomento l’importanza della dimesione antropologica e dell’identità culturale nell’orizzonte universalistico della Bibbia. Interverranno:
– Monsignor Rinaldo Fabris, docente di esegesi bibliche e Presidente dell’Associazione Bibblica Italiana;
– Prof. Franco Fabbro, neuropsicologo e docente di neuropsichiatria infantile all’Università del Friuli.
Sarà lo stesso Direttore Artistico dell’evento “Leture continue de Bibie par furlan” ad introdurre il dibattito.

Infine, è previsto per sabato 26 marzo alle ore 15.30 nella Cattedrale di Udine, l’incontro spirituale con l’Arcivescovo di Udine, Mons. Andrea Bruno Mazzocato, e i lettori-volontari. Sarà l’occasione per ringraziarli della loro disponibilità e sottolineare l’importanza del loro gesto a servizio della proclamazione della parola di Dio.

Si ricorda che la necessità di lettori è ancora forte! Ne occorrono più o meno 1300, che si presteranno alla lettura la quale durerà da 3 a 10 minuti a seconda del testo della Bibbia scelto o assegnato.

Il testo da leggere verrà consegnato con largo anticipo, prima dell’evento, e quindi il lettore avrà la possibilità di prepararsi per tempo potendo anche usufruire della disponibilità dell’ARLeF per eventuali chiarimenti.
A questo proposito l’ARLeF ha stabilito un calendario di date per un servizio di supporto ai lettori:
martedì 8 marzo, giovedì 10 marzo, martedì 15 marzo, giovedì 17 marzo, martedì 22 marzo, giovedì 24 marzo, martedì 29 marzo e giovedì 31 marzo.
In queste giornate, presso la sede dell’ARLeF (a Udine in piazza XX settembre, 23) dalle 15.30 alle 17.30 sarà possibile provare a leggere, affiancati dai collaboratori dell’Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, i pezzi assegnati, che a giorni verranno spediti via posta elettronica o consegnati direttamente a coloro i quali hanno dato l’adesione all’iniziativa. Insomma una sorta di prova generale per tutti coloro i quali sentono la necessità di un aiuto prima della lettura ufficiale.

È possibile iscriversi ancora, come lettore singolo o come gruppo di lettori, telefonicamente, chiamando il n. 0432/555979 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00, oppure scrivendo all’indirizzo bibie@regione.fvg.it. Notizie si possono reperire anche consultando il sito dell’ARLeF (www.arlef.it) e il profilo Facebook (ARLeF Bibie Par Furlan) appositamente creato e che conta già un numero significativo di “amici”. Attivo anche l’indirizzo www.bibie.eu.
Gli organizzatori ci tengono a ringraziare le numerose persone e gruppi già iscritti e sono entusiasti dell’apprezzamento che arriva all’unanimità da tutta la comunità friulana che ripaga a pieno dell’impegno intenso sul piano organizzativo per la realizzazione di un’iniziativa epica per la realtà regionale e non solo, i cui numeri parlano da soli, con il coinvolgimento di parecchi interlocutori e protagonisti.

455