Aperitivo a Grado

Udine: Via dei sapori fa tappa a Trivignano – 21 marzo 2018

facebook

frico_disciplinare_aquaMercoledì 21 marzo, all’Antico Folador di Villa Rubini a Merlana di Trivignano Udinese, prenderà vita il dinner show durante il quale 20 chef rivisiteranno alcuni piatti della tradizione regionale

Nel corso la serata sarà presentata la monografia “Tiramisù, una commedia golosa” a cura di Walter Filiputti, presidente del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori

Udine, 1 marzo. Difficile trovare un modo migliore per salutare la primavera, che non sia omaggiandola con cibo di stagione e musica di qualità. Mercoledì 21 marzo, nell’antico Folador di Villa Rubini a Merlana di Trivignano Udinese, prenderà vita il dinner show di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori in collaborazione con Ersa Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, per una evento in occasione dell’inizio della primavera. Ancora una volta, le star della ristorazione friulana metteranno in scena (e in tavola!) quanto di meglio e di più raffinato propone il Friuli Venezia Giulia.

Protagonisti, in questa serata d’eccezione, saranno i prodotti della tradizione a marchio AQUA, il marchio collettivo “Agricoltura Ambiente Qualità” riconosciuto dalla UE, concesso dalla Regione Friuli Venezia Giulia e gestito dall’Ersa: gli chef dei 20 ristoranti del gruppo Fvg Via dei Sapori si sfideranno nella loro rilettura, cucinando piatti facili da eseguire ma allo stesso tempo, capaci di trasmettere nuove suggestioni, direttamente davanti agli occhi del pubblico. Ma, ovviamente, nessun piatto di alta cucina potrà essere servito da solo. Così, ad accompagnare le ricette marchiate AQUA, ci saranno una selezione di vini proposta da 22 vignaioli di alcune tra le più prestigiose aziende vinicole friulane aderenti anch’esse al Consorzio FVG la Via dei Sapori che creeranno l’abbinamento perfetto.

Durante la serata prenderanno dunque vita piatti originali e contemporanei, che avranno come base i prodotti AQUA : torta iridea e salmerino, vongole veraci e cozze, formaggi, mele, patate, miele, asparago bianco e carne suina.

«Il consumatore sta acquisendo sempre maggiore consapevolezza dell’importanza che ha il mangiare bene e sano – afferma l’assessore regionale alle risorse agricole e forestali, Cristiano Shaurli – . A questo desiderio di qualità e di sicurezza alimentare il Friuli Venezia Giulia ha risposto con il marchio AQUA, uno strumento di filiera efficace grazie alla collaborazione tra chi produce le materie prime e chi le trasforma, le valorizza e distribuisce mantenendo il valore aggiunto del territorio».

I piatti, dunque, sono ideati e realizzati dagli chef dei ristoranti di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, che lavorano sempre secondo la filosofia che non banalizza la tradizione né rifiuta l’innovazione. Ognuno di questi venti ristoratori affonda le radici culinarie nella propria storia che va dalle montagne della Carnia al mare di Muggia, passando per le zone collinari e le Valli del Natisone, fino alla campagna friulana, elaborando con sapienza la tradizione – espressa dai prodotti a marchio AQUA – e interpretandola secondo il proprio istinto culinario.

Ecco dunque la lista dei ristoranti che aderiscono:

Al Gallo di Pordenone, Al Grop di Tavagnacco, Al Lido di Muggia, Al Paradiso di Paradiso, Al Ponte di Gradisca d’Isonzo, All’Androna di Grado, Campiello di San Giovanni al Natisone, Carnia di Venzone, Costantini di Tarcento, Da Nando di Mortegliano, Da Toni di Gradiscutta, Ilija Tarvisio, Là di Moret di Udine, La Primula di San Quirino, La Subida di Cormòns, La Taverna di Colloredo di Monte Albano, La Torre di Spilimbergo, Lokanda Devetak di San Michele del Carso, Mondscheine di Sappada, Sale e Pepe di Stregna, Vitello d’Oro di Udine.

L’evento sarà inoltre arricchito dalla presentazione della monografia Tiramisù, una commedia golosa”, del docente di enogastronomia, consulente enologico e presidente del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori Walter Filiputti, che verrà omaggiata ai presenti. Un volume che racconta la vera storia di uno dei dolci più amati al mondo e che proprio durante la serata sarà proposto nelle rivisitazioni degli chef: per l’occasione, infatti, diversi di loro proporranno l’assaggio di tiramisù descritti nel testo.

L’ouverture del dinner show, così come la chiusura con i dolci, i gelati, il caffè e i distillati, sarà affidata a 15 Artigiani del gusto, ovvero piccoli e grandi produttori agroalimentari di livello assoluto che, uniti a ristoratori, ai vignaioli e insieme ai prodotti AQUA contribuiscono a valorizzare il cibo e e il territorio del Friuli Venezia Giulia.

1.006