Bearzi

Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia situazione: la perturbazione estesa dall’Italia nord-orientale fino alle regioni meridionali tirreniche si muove verso sud favorendo il miglioramento del tempo sul nord-est e sulle regioni centrali. tempo previsto fino alle 24 di oggi Nord: residua nuvolosità su Friuli-Venezia Giulia e settore orientale di Veneto ed Emilia-Romagna con isolate precipitazioni, nevose intorno ai 600 metri sul Friuli Venezia Giulia e Veneto, ma in miglioramento dalla tarda mattina ad iniziare da nord. Prevalenti ampie schiarite sul resto del nord con qualche banco di nebbia nelle pianure al mattino e qualche nube sparsa sulle zone alpine. Centro e Sardegna: molte nubi sul centro peninsulare con precipitazioni sparse, nevose sull’appennino ben oltre i 1500 metri: migliora già nella mattina sulla Toscana e nel pomeriggio anche su Umbria e Lazio mentre il miglioramento su Marche ed Abruzzo inizierà dal tardo pomeriggio a partire dalle Marche. Variabile sulla Sardegna con addensamenti maggiori associati ad isolate piogge sul settore occidentale, in miglioramento nel pomeriggio. Sud e Sicilia: molto nuvoloso con precipitazioni sparse su Campania, Basilicata e Sicilia, anche a carattere temporalesco su Campania e Sicilia, in miglioramento dalla sera ad iniziare dalla Campania. Poche nubi sul resto del sud con qualche addensamento in più associato a sporadici piovaschi su Molise, Salento e Calabria meridionale. Temperature: massime in diminuzione al centro-nord, senza variazioni di rilievo al sud. Venti: dai quadranti settentrionali al centro-nord, forti sull’isola, da deboli a moderati al nord e centrali peninsulari. Moderati meridionali sul resto d’Italia, in rotazione dai quadranti settentrionali già durante la mattina sulla Sicilia e da quelli orientali sul resto del sud durante il pomeriggio. Mari: molto agitato il Mare di Sardegna con moto ondoso in lenta attenuazione dal tardo pomeriggio, agitato il Canale di Sardegna con moto ondoso in rapido aumento fino a molto agitato; mossi il basso Adriatico e, localmente, lo Ionio. Da mossi a molto mossi i restanti mari.

Fonte: ANSA

facebook

Lascia un commento

454