Bearzi

AMBIENTE: VITO, PER LAGHI CAVAZZO E BLED ECCO PROGETTO INTERREG VOJAGE

Trieste, 2 settembre – Un Progetto intitolato Vojage per valorizzare il territorio transfrontaliero tra i laghi di Cavazzo e di Bled (Slovenia) attraverso la tutela del patrimonio naturale e culturale e la sua promozione a un turismo consapevole ed ecosostenibile. È la proposta che ha ottenuto oggi il via libera della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e all’Energia Sara Vito.

L’Esecutivo regionale ha autorizzato oggi il servizio Disciplina Servizio idrico integrato, Gestione Risorse idriche, Tutela Acque da Inquinamento della direzione centrale Ambiente ed Energia della Regione a partecipare con Vojage, in qualità di partner,  al Bando 03/2016 con questa proposta di progetto standard  a valere sul Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020.

Vojage punta a implementare la rete transfrontaliera della conoscenza sullo stato dei laghi alpini di Cavazzo e di Bled, a definire le criticità e i possibili interventi al fine di preservare l’integrità degli ambienti naturali e il loro utilizzo come risorsa per il territorio e a valorizzare, promuovere e migliorare gli ambienti dei laghi per lo sviluppo di un turismo ecosostenibile.

Il partner  guida è l’Istituto nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS), con il quale collaborerà l’Istituto di Scienze Marine (ISMAR) Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Insieme alla Regione Friuli Venezia Giulia gli altri partner  sono il Comune di Trasaghis (UD), il Comune di Bled (Slovenia), lo Slovenian national Institute of Biology (NIB) e il Geološki Zavod Slovenije (GEOZS). Il budget  totale del Progetto è di 1.490.000,00 euro, di cui 1.266.500,00 di quota Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e la parte restante, pari al 15 per cento del totale, in capo alla Regione e al cofinanziamento nazionale. La data di inizio del Progetto indicata è il 1° luglio 2017.

La delibera autorizza il direttore del servizio Disciplina Servizio idrico integrato, Gestione Risorse idriche, Tutela Acque da Inquinamento della Regione a sottoscrivere la domanda di finanziamento e l’accordo di partenariato e ogni altra documentazione necessaria per la partecipazione al Bando.

Se il Progetto avrà successo nella graduatoria finale, il direttore ha già il mandato per sottoscrivere gli atti successivi all’approvazione del Progetto e necessari per la sua attuazione quali, tra l’altro, contratti e convenzioni e ad adottare i relativi provvedimenti di spesa.

ARC/PPH/EP

Powered by WPeMatico

facebook
492