Apre a Udine un nuovo format culinario per gli amanti del pesce

AQA Fish Lab è il primo ristorante della catena ad aprire nella città di Udine, un’idea innovativa
che porta in tavola la passione per il pesce crudo in tutte le sue forme e possibilità, partendo dalle
ricette tradizionali ed avvalendosi di prodotti ricercati. Il concept ristorativo è stato pensato per
tutti gli amanti del pesce, le materie prime sono esclusivamente Italiane e vengono unite alla
creatività e al pesce fresco che arriva quotidianamente nel locale.
Un ristorante giovane e chic a pochi passi da piazza San Giacomo, si compone di un dehor esterno
e due sale interne, di cui uno spazio bar destinato ad aperitivi e post cena, per un totale di quasi
100 posti a sedere. La creatività di Veronica Franci e Ilaria Vecchi, due giovani designer, si
esprime nell’interior donando un’atmosfera unica e diversa, volta a far vivere al cliente
un’esperienza completa e piacevole.

L’ambiente eccentrico trasporta chi vi entra in riva al mare.
Ogni elemento è stato pensato nel minimo dettaglio in maniera giocosa e non convenzionale,
rendendo l’esperienza unica. Un contesto monocromatico, azzurro intenso, da vita a linee morbide
e sinuose. Le finiture grezze delle pareti e le nicchie irregolari si presentano frastagliate come
rocce. Illustrazioni che appaiono elementari, risultano provocatorie e nascondono dei messaggi
che invitano gli ospiti a riflettere su tematiche contemporanee (artista Damiano Carraro).


Entrando nei bagni l’atmosfera cambia, dando la sensazione di trovarsi nei profondi abissi. Un
universo parallelo che gioca su oscurità e riflessioni. AQA fish lab è stato pensato per immergere i
suoi ospiti in un mondo inaspettato da scoprire in ogni sua parte.
Il locale sarà aperto tutti i giorni dalle 12:00 a mezzanotte e ci sarà anche il servizio di Deliveroo per la
parte di asporto. Un format casual, smart dedicato a tutti e grazie alle sue nicchie interne lo
rendono uno spazio perfetto per incontri di lavoro e di piacere in cui si desidera avere un po’ di
privacy. Il modello di business punta inoltre alla sostenibilità perché il packaging in cui vengono
serviti panini è fatto interamente di carta.
Una novità non solo per il panorama regionale ma soprattutto per quello nazionale, un menù
differente, un’opzione alla monotonia inerente alla scelta del ristorante nel weekend e durante la
settimana. Il menù variegato offre panini, bowls, fritture, tartare e tanto altro in una chiave
moderna e che dimostra di aver appreso molto dalla pandemia che ha colpito il settore della
ristorazione. Infatti le ordinazioni ai tavoli avvengono mediante tablet, in questo modo il cliente è
in grado di ordinare direttamente alla cucina, eliminando i tempi d’attesa e limitando il contatto.


Tutto questo permette di mangiare in completa sicurezza, in modo facile e veloce. Il claim “Wish
you Where Fish” prende ispirazione della canzone dei Pink Floyd, “vorrei che tu fossi qui” una
sorta di introspezione che viene rievocata nel cliente, un monologo interiore che auspica il ritorno
della parte più pura e più libera di sé, come un pesce.

10.924