Barcolana 2011 – 9/10 ottobre 2011

barcolanaL’edizione 43 della Barcolana si svolge a Trieste domenica 9 ottobre con partenza alle 10, ma all’avvio degli eventi collegati mancano pochi giorni: si comincia infatti il primo ottobre, con la Barcolina, sostenuta anche quest’anno da Fondazione CRTrieste.

Sarà un’edizione tutta dedicata all’ospitalità e alla passione per la vela: in mare, con tante regate e un maggior numero di ormeggi gratuiti a disposizione, grazie alla collaborazione dell’Autorità Portuale e della Trieste Terminal Passeggeri; a terra, con un ricco programma di eventi collaterali contestualizzati in un Villaggio Barcolana tutto nuovo, più vivibile e con tanti appuntamenti per chi ama il mare, la vela, l’enogastronomia tipica e il divertimento.

L’evento, presentato a Trieste nel Magazzino 26 del Porto Vecchio, vuole sottolineare la partnership avviata tra la Società Velica di Barcola e Grignano e PortoCittà srl, la società che sta progettando il recupero urbanistico e il riutilizzo del Porto Vecchio di Trieste. Una legame che si aggiunge allo storico ruolo del main sponsor della manifestazione, le Assicurazioni Generali, al sostegno garantito dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il marchio di promozione turistica, e dal Comune di Trieste nel ruolo di co-organizzatore, oltre all’appoggio di Enti e Istituzioni.

UN GRANDE FESTIVAL DELLA VELA – Nel Golfo di Trieste, a partire dal primo ottobre, Barcolina (1-2/10), Sail Trieste (3-7/10), la Regata dei Venti (6/10), la Veleggiata degli Agrumi (2/10), Barcolana di Notte Jotun (7-8/10) e Barcolana Classic Portopiccolo (8/10 con lo Yacht club Adriaco) permetteranno di sfidarsi a tutte le età e in tutte le tipologie di barche, dalle derive ai legni d’epoca, dalle barche da crociera agli agguerritissimi monotipi, passando anche per i windsurf, in attesa della grande Barcolana di domenica 9 ottobre. “La filosofia – ha spiegato il presidente della Svbg, Vincenzo Spina – è quella di dare a tutti gli appassionati di vela la possibilità di essere protagonisti. Sail Trieste permette di personalizzare le singole sfide, scegliendosi uno o più avversari, Barcolana Classic Portopiccolo è l’appuntamento con gli scafi d’epoca, bellissimi e pronti a farsi ammirare, la Barcolina è la festa dei ragazzi in Optimist, Laser e Windsurf, la Barcolana di Notte Jotun è la sfida agguerrita tra monotipi. Tutti protagonisti nella grande festa, prima di trovarsi tutti insieme alla Barcolana, dove c’è chi si iscrive per vincere e chi partecipa per esserci, condividendo la festa della vela più grande che c’è”.

Il neo presidente della Svbg sarà in acqua – come da tradizione per i presidenti del sodalizio – durante la regata, a bordo della propria imbarcazione, un Elan 310, con la quale parteciperà all’evento da iscritto “qualsiasi”: “questo l’ho imparato dal nostro Fulvio Molinari, che ci manca tanto, e che solo un anno fa con il suo Big Beluga veleggiava in regata”, ha ricordato Spina, parlando dello storico presidente della Svbg, scomparso lo scorso aprile. Vera e genuina anima della regata, a lui sarà dedicato, a partire da quest’anno, un importante premio, che valorizzerà l’armatore meglio classificato nella presente edizione che abbia partecipato, anche con imbarcazioni diverse, ad almeno 20 precedenti edizioni della Barcolana, potendosi così fregiare del titolo di “old sailor”.

ATTESE 400MILA PERSONE – Accanto allo sviluppo delle regate collegate, l’appeal del Villaggio Barcolana si basa quest’anno anche sulla possibilità di vivere gli eventi in corso in mare restando a terra, grazie alle immagini e alla cronaca in diretta sui maxischermi posizionati lungo le Rive all’interno del Villaggio. La Società Velica di Barcola e Grignano ha lavorato con impegno quest’anno per potenziare la dimensione ludica dell’evento. Per chi non naviga, e per chi ha finito di navigare ma non vuol perdersi la grande festa, c’è solo da scegliere: dal 5 al 9 ottobre Trieste si animerà con gli eventi della Gas Natural Arena Barcolana sulle Rive della città, i concerti a ingresso gratuito del Barcolana Music Festival in piazza dell’Unità d’Italia, ocn la musica jazz del nuovissimo “Barcolana Jazz” lungo le vie del centro storico, tutto per connettere la regata al resto della città. Si continua con gli incontri con gli autori di libri di mare in di Barcolana di Carta – ospite d’onore Enzo Maiorca, sabato in Gas Natural Arena Barcolana – feste e degustazioni, eventi di carattere divulgativo ed educativo come “Diamoci all’ittica”, progetto di valorizzazione del pesce nella dieta mediterranea. Non mancheranno ospiti di riguardo ed equipaggi conditi da vip del mondo dello spettacolo.

TORNANO I FUOCHI D’ARTIFICIO SUL MARE – Tra le novità, un ritorno atteso da molti appassionati: lo spettacolo di fuochi d’artificio sul mare, offerto dalle Assicurazioni Generali, in programma sabato 8 ottobre alle 23.30, e uno stand delle società del Gruppo assicurativo in cui si potrà ammirare la Ducati da corsa di Valentino Rossi. Tra i tanti ospiti, oltre a Enzo Maiorca, che in Barcolana di Carta presenterà il suo ultimo libro, anche Aldo Montano che con il team Red Carpet parteciperà alle regate della Sail Trieste.

LA CACCIA AI GADGET – Se la polo M&N, quest’anno color ciclamino, resta il gadget principe dell’evento, assieme all’intera collezione di abbigliamento Barcolana e la sacca da marinaio che viene donata agli armatore al momento dell’iscrizione, sono già in vendita e stanno avendo grande successo gli orologi Zzero dedicati alla regata e collegati al 150.o anniversario dell’Unità d’Italia, che la Barcolana festeggia ufficialmente, essendo inserita negli eventi che il Governo ha scelto per le celebrazioni. Ma non basta: più di 3500 “welcome shopper” saranno dedicate agli ospiti degli alberghi triestini, un modo speciale per dare il benvenuto alla Barcolana a chi soggiorna a Trieste.

NAVIGANO CON NOI – Accanto al Main Sponsor Generali, e al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso Turismo FVG, la Barcolana ha visto quest’anno importanti conferme sul fronte degli sponsor. Il marchio Wind, entrato nel 2010 nel pool dei sostenitori dell’evento, ha scelto anche per il 2011 di investire sulla regata: il logo Wind, che nella scorsa edizione era in particolare collegato ai concerti, quest’anno espanderà la propria presenza anche in mare, e nello specifico sulle bandiere di Regata presenti in ogni imbarcazione per segnalare la classe di appartenenza. Anche il marchio Gas Natural sarà attivo in Barcolana, firmando l’Arena, lo spazio dedicato a presentazioni, dirette televisive dal mare, eventi e incontri. Confermata la partnership con Portopiccolo, che continua a promuoversi in particolare associando la propria immagine a quella della Barcolana Classic. Entra, quest’anno, a far parte della Barcolana il marchio Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse. Sempre presenti anche la Jotun, che promuove le regate notturne e Fondazione CRTrieste, che da anni sostiene la Barcolina e che per l’edizione 43 ha voluto legare il suo nome anche ad alcuni eventi culturali a terra. Continua anche la sinergia con Acqua Pradis, fornitore ufficiale dell’acqua in Barcolana, e con Ersa per la promozione dei prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia. In Barcolana anche il marchio Umana, con la quale la Svbg ha concluso un accordo che renderà possibile per gli espositori richiedere lavoratori in somministrazione per la gestione dei propri stand. Tra gli storici partner anche Zzero che, con il suo orologio, è l’official time keeper della regata e Murphy&Nye che produce la polo da collezione dell’edizione 43.
IL CALENDARIO 2011 – EVENTI IN MARE

1/2 OTTOBRE 2011: BARCOLINA, AI GIOVANI L’APERTURA DEL GRANDE EVENTO
Spetta come ogni anno alla Barcolina, in programma sabato 1 e domenica 2 ottobre, con l’ormai consolidato sostegno della Fondazione CRTrieste, aprire la grande festa della 43.a edizione della Barcolana: quello di inizio ottobre sarà un fine settimana dedicato alla vela dei giovani, della classe Optimist in particolare, ma non solo. Barcolina si conferma, dopo la sperimentazione del 2010, tappa finale del prestigioso circuito Volvo Cup dedicato ai timonieri più giovani, quelli under 15. Sono attesi oltre 300 velisti da tutta Italia per vincere la coppa del miglior velista Optimist del circuito. Barcolina sarà anche una regata all’insegna della velocità: confermato l’appuntamento anche per gli appassionati di windsurf, con regate nel Bacino San Giusto. In acqua, in particolare, i giovanissimi della classe Techno 293. In regata anche i Laser (Radial, Standard e 4.7) in una prova Zonale, e una interessante novità: arriverà a Trieste per a prima volta, sempre nell’ambito del circuito Volvo Cup, anche la classe D-One, progettata da Luca Devoti, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sydney, che effettuerà una serie di dimostrazioni in mare.

Il 2 ottobre i ragazzi della Barcolina saranno anche testimoni dell’avvio di una nuova iniziativa della Barcolana, che si attiva quest’anno con importanti prospettive per il futuro: la domenica della Barcolina arrivera a Trieste infatti la Veleggiata degli Agrumi, un evento organizzato dalla Svbg con il Circolo Nautico di Rodi Garganico: dal Gargano partirà un gruppo di imbarcazioni – cariche di agrumi che verranno donati a fini benefici – che poi parteciperà alla regata. Obiettivo futuro dell’evento quello di essere il catalizzatore di una veleggiata dal Sud Adriatico verso Trieste a fine settembre, in modo da dare agli armatori del Centro-Sud Italia la possibilità di trasferire lo scafo in sicurezza e in compagnia.

3/7 OTTOBRE: SAIL TRIESTE
Terza edizione per un evento innovativo, in forte crescita ed evoluzione. Sail Trieste è la regata su misura, che ogni equipaggio – sfidando uno o più armatori – si costruisce personalmente. La Svbg mette a disposizione, tra il 3 e il 7 ottobre, un campo di regata, un comitato tecnico, i giudici e l’organizzazione: spetta ai contendenti presentarsi puntuali e partire, per una regata davvero unica. In molti hanno già accolto la sfida: entrano nel programma Sail Trieste le regate con i monotipi G34 di Cino Ricci, ma anche il prestigioso appuntamento organizzato in collaborazione con la Lega Navale, prova in programma venerdì 7 ottobre e aperta a imbarcazioni italiane affiliate a qualsiasi sezione del sodalizio. In acqua in Sail Trieste anche i monotipi Meteor, che regateranno il 7 ottobre in una prova pomeridiana, e una serale con inizio alle 18. In regata anche i ragazzi dell’Overwind Sailing Team e della Polisportiva Fuoric’entro, che durante l’anno partecipano al progetto In Rotta: un gruppo di ragazzi e ragazze a rischio di esclusione sociale, affiancati da velisti e istruttori di vela hanno svolto nel corso dell’anno attività legate alla pratica della vela quali uscite in mare, regate, corsi di vela, e regateranno nell’ambito di Sail Trieste.

6 OTTOBRE: L’ITALIA DEI VENTI
In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’unità d’Italia la Barcolana organizza con “Italia a Vela” e lo skipper Cino Ricci una serie di regate a bordo dei monotipi G34. Dieci equipaggi si sfideranno in particolare giovedì 6 ottobre in una regata sulle boe pomeridiana, e poi, dalle 19 nel Bacino San Giusto in una regata finale in notturna, alla quale accederanno solo i migliori equipaggi. La regata notturna sarà visibile lungo le Rive di Trieste.

7/8 OTTOBRE: BARCOLANA DI NOTTE JOTUN, GLI UFO IN BACINO SAN GIUSTO
Quest’anno uno degli eventi più longevi collegati alla Barcolana – la Barcolana di Notte, ideata da Mauro Pelaschier alla fine degli anni Novanta – raddoppia l’appuntamento e grazie alla diretta sui maxischermi e sull’emittente Telequattro coinvolge anche il pubblico a terra. Non più solo una prova, ma due: venerdì 7 e sabato 8 ottobre i Monotipi Ufo si sfideranno a partire dalle 19 e alla luce delle fotoelettriche nel Bacino San Giusto, su un percorso a bastone a pochi metri da terra. La Jotun Cup è una regata arbitrata a mare, ovvero con una giuria inappellabile che a bordo di gommoni assegna e risolve eventuali penalità, aumentando così la spettacolarità dell’evento e la sua dinamicità. L’evento è organizzato dalla Svbg con la collaborazione tecnica dello yacht club Adriaco. Prima della regata notturna, alle 18, il Bacino San Giusto diventerà il campo di regata per una prova dedicata alla classe 2.4 che permette a velisti normodotati e disabili di regatare ad armi pari: sarà una sfida accesa, che vedrà protagonista il noto velista Andrea Stella.

8 OTTOBRE: BARCOLANA CLASSIC PORTOPICCOLO
Organizzata dalla Società velica di Barcola e Grignano con il supporto tecnico dello Yacht Club Adriaco e dell’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), nonché il patrocinio del CIM (Comitè International de la Mèditerranèe), la Barcolana Classic Portopiccolo è ormai divenuta un’elegante anteprima alla sorella maggiore Barcolana, dalla quale ha imparato a macinare record e successi. I numeri parlano chiaro: dai 20 iscritti della prima edizione nel 2006, alla sua quinta uscita nel 2010 Barcolana Classic Portopiccolo ha di poco mancato i 100 iscritti, divenendo così il raduno più popoloso del Mediterraneo. Anche quest’anno l’ammissione è riservata agli scafi d’epoca, ai classici e a quelli disegnati da Carlo Sciarrelli, mentre come ormai da “tradizione locale” una classifica a parte verrà stilata per le passere. La sfilata delle barche lungo le Rive e a seguire la regata si svolgeranno sabato 8 ottobre a partire dalle 11: l’evento sarà trasmesso in diretta su Telequattro e, con commento tecnico, anche sui maxischermi lungo le Rive.

9 OTTOBRE: BARCOLANA 43 – LE NOVITA’
Partenza alle 10, percorso consolidato, con una precisazione in merito alla cartografia, che permette a quanti utilizzano il Gps di avere rotta chiara lungo il quadrilatero di regata. Su richiesta dei regatanti stessi, quest’anno la Svbg posizionerà un rimorchiatore all’altezza della prima boa per evitare tagli. Si tratta di una iniziativa necessaria per evitare che imbarcazioni che compiono il percorso completo siano penalizzate rispetto a chi, nel concitato momento del primo passaggio, sceglie di “mancare” la prima boa.

Un altro elemento importante riguarda la gestione delle proteste: diversamente dagli anni scorsi, le udienze della giuria per la discussione delle proteste si apriranno immediatamente dopo lo scadere del tempo limite della presentazione delle proteste stesse, ovvero le 18.30 di domenica 9 ottobre. Verranno discussi prima i casi che riguardano i primi cento arrivati, indipendentemente dall’ordine di presentazione delle domande, e a seguire tutti gli altri in ordine cronologico, anche nei giorni successivi e fino ad esaurimento creando un calendario compatibile con gli impegni degli armatori, in particolare quelli che provengono da lontano.

Ulteriore novità riguarda il sistema di premiazione della Barcolana, che cambia: oltre al premio al primo assoluto e ai primi tre di ogni categoria, a partire da quest’anno non verranno premiati il 10% degli arrivati in ogni classe, ma il primo assoluto di ogni classe monotipo presente in regata con più di dieci barche iscritte. Si potrà quindi vincere di categoria, ma anche vincere tra barche dello stesso modello e misura. Faranno classe a sé, uscendo dalla quinta categoria, i monotipi Ufo.

facebook
951