Bearzi


La 20° edizione di Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia si festeggia con un ampio successo di pubblico e un’ottima partecipazione da parte delle cantine regionali che in questi giorni hanno aperto le loro porte agli enoturisti con degustazioni, visite in cantina e altre esperienze enogastronomiche di qualità.

Nonostante la splendida giornata di sole, il grande pubblico ha preferito le ricche proposte delle cantine alla prima gita al mare. Già il secondo giorno dell’evento si possono infatti stimare 200 mila presenze, di cui ben il 45% da fuori regione: un dato importante che significa che l’obiettivo di promuovere l’offerta enogastronomica del Friuli Venezia Giulia anche fuori dai suoi confini è stato raggiunto.

Forte è anche il coinvolgimento delle cantine: all’evento hanno infatti aderito 94 aziende vitivinicole della regione che per tre giorni accolgono appassionati ed enoturisti provenienti da Austria, Germania e tutto il Nord Italia.

Cantine Aperte, inoltre, coinvolge anche istituzioni e altri operatori del territorio: agriturismo, B&B, alberghi e ristoranti sono, infatti, gli altri protagonisti di una manifestazione che negli anni ha saputo diventare un esempio di come nel settore turistico la carta vincente sia fare sinergia.

 

Oltre alle iniziative legate all’enogastronomia sono state organizzate anche numerose iniziative collaterali: ben 70 micro-eventi, infatti, hanno avuto luogo nelle cantine per far conoscere al pubblico le tradizioni regionali legate a cultura, arte, cucina e sport. Un’opportunità unica di vivere il territorio del Friuli Venezia Giulia.

 

Cantine Aperte quest’anno, inoltre, si arricchisce di un’ulteriore giornata e prosegue anche domani, lunedì 28 maggio: oltre 30 aziende vitivinicole, infatti, restano aperte in vista della Pentecoste, festività particolarmente sentita dai turisti austriaci e tedeschi che potranno prolungare il loro soggiorno in regione. Si stima, infatti, un’elevata presenza anche per la terza giornata: moltissimi enoturisti proseguiranno la festa per conoscere un maggior numero di cantine, incontrare i produttori e partecipare alle degustazioni.

Domenica 27 maggio: 94 cantine partecipanti

Sabato 26 maggio: 50 aziende partecipanti

Lunedì 28 maggio: oltre 30 aziende partecipanti

Presenze stimabili: 200.000 presenze nel week-end, di cui il 45% da fuori regione

Sviluppo di notevole indotto di hotel, bed & brekfast, agriturismo, ristoranti,  600.000 euro indotto globale stimabile (vendita vino, alloggio, vitto, trasporti, etc)


















facebook

Lascia un commento

532