Bearzi

Cividale: il Civiform ha premiato le sue eccellenze

civiformL’eccellenza è, soprattutto, una “Questione di Stile”. A credere fortemente in questo assunto è il Civiform di Cividale che il 23 gennaio ha premiato gli allievi che, nel corso dell’anno formativo 2013/14 si sono contraddistinti per stile relazionale e comportamento ottenendo risultati eccellenti. Per farlo, ha scelto la suggestiva cornice del Teatro Ristori dove gli allievi hanno inscenato un susseguirsi serrato e emozionante di performance canore corali e soliste, spettacoli di ginnastica ritmica e ballo hip hop, letture di Paolo Coelho accompagnate da elaborazioni digitali, concerti di pianola e di chitarra e basso. A coordinare e presentare lo spettacolo, l’attore e regista Davide Perissutti, fondatore e direttore artistico di Circo all’incirca impegnato dal 2003 nel teatro fisico e nella regia per la formazione.

La cerimonia si inserisce nel quadro del progetto “Una scuola in regola: studenti con la patente!” cofinaziato dall’Ambito distrettuale del Cividalese e sostenuto da Banca Popolare di Cividale e Chiurlo TEC, come momento apicale di un lungo cammino che vede impegnata tutta la scuola, in stretta collaborazione con le famiglie. Si tratta di un sistema che mira ad accrescere le competenze relazionali dei ragazzi, individuando un modello di intervento premiante e non solo sanzionatorio con un progetto educativo a lungo termine. Intende far maturare nei ragazzi solidi valori personali, spingendoli verso comportamenti consapevoli e responsabili. Il sistema disciplinare prevede l’utilizzo della “Patente a punti”: ed è proprio questo lo strumento che ha decretato l’eccellenza di quattro allievi, premiati con pergamena e tablet. Per la Ristorazione, Andrea Macuglia, per la Panetteria Pasticceria Gelateria Linda Simonetti, per i Grafici Asi Kathyren e, infine, per il Benessere, Angie Rinaldi. A premiare gli allievi c’erano il direttore di Civiform, Daniele Bacchet, l’avvocato Gabriele Damiani in rappresentanza del CdA, la dott.ssa Michela Fanna, coordinatrice Area Minori dell’Ambito Distrettuale del Cividalese, don Fabrizio Emanuelli del Bearzi di Udine e, in rappresentanza del comune di Cividale, l’assessore a Politiche Sociali e Servizi Scolastici, Flavio Pesante. In sala anche Amedeo Pascolo, presidente EffePi e direttore IAL FVG ed Elvio Di Lucente, presidente IAL FVG.

L’evento ha visto anche la testimonianza di due importanti progetti, Mano per Mano e Legalità. Il primo, promosso da Dinsi une man, ha visto sei allievi Civiform affiancare i volontari dei soggiorni estivi per disabili a Bibione, grazie a un docente che da anni collabora nell’associazione. In un video hanno raccontato come sia “facile” mettere le proprie potenzialità al servizio di chi ha bisogno, avvicinandosi al volontariato e sperimentandone la dimensione valoriale e sociale. Sul palco anche gli allievi che hanno preso parte al progetto Legalità, un percorso complesso ed avvincente su democrazia, giustizia e lotta alle mafie che ha visto anche la partecipazione ai campi di Libera, associazione che si occupa di riqualificare le terre tolte alla mafia e alle organizzazioni criminali.

L’evento dunque è stato più che una cerimonia di premiazione: una riflessione a più voci su cosa significhi costruire relazioni significative, lasciare un’impronta positiva con creatività, impegno e costanza, facendo leva sulle proprie risorse e dando il meglio di sé. L’idea alla base, che tutto lo staff Civiform persegue strenuamente, è che in ognuno di noi sia presente un talento, che si può far emergere e valorizzare. Perché tutto, in fondo è una questione di stile: il “sapere”, il “saper fare” ed “il saper essere”.

facebook
936