Telegram

Collaborazione tra il Malignani di Udine e la Biofarma S.p.a

Collaborazione Malignani - Biofarma

Chi l’ha detto che a scuola si fa solo teoria? Coerentemente con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro e di sensibilizzarli verso i valori sociali che impregnano ogni contesto di vita, sia scolastico sia operativo, l’ISIS Malignani di Udine ha coinvolto gli alunni della classe terza ad indirizzo chimico ambientale in un piccolo grande progetto di solidarietà.
In collaborazione con Biofarma Spa, azienda leader nella formulazione e produzione conto terzi di cosmetici e integratori alimentari, il giovane team ha potuto destreggiarsi nella realizzazione di due creme naturali per il viso.
Si è trattato di un cammino che li ha coinvolti in tutti i processi che determinano la nascita di un prodotto finito: dalla formulazione, alla scelta del nome e dell’immagine delle creme sino alla loro realizzazione, il tutto con la supervisione dell’R&D di Biofarma che ha supportato i ragazzi in un continuo scambio di idee e progettualità.
L’iniziativa nasce dall’idea del professor Motisi e sostiene il “lato pratico” della scuola, fondamentale tassello di crescita, promotrice di attività concrete capaci di motivare allo studio e di preparare i ragazzi ad affrontare la vita. Coniugare la teoria alla pratica significa stimolare la creatività e accrescere il senso di responsabilità che portano le nuove leve a guardare al futuro con più passione e concretezza.
Biofarma, che da diversi anni sostiene questo progetto, ha rappresentato un’ottima palestra per sensibilizzare i ragazzi nei confronti di principi importanti quali la collaborazione, il rispetto, il confronto, la responsabilità e la gestione del tempo. Hydraline e Nutriline saranno presentate dai piccoli chimici il 5 marzo al Città Fiera di Udine: presso lo stand dedicato sarà possibile conoscere i protagonisti di questa attività e acquistare le creme: parte del ricavato verrà devoluto in beneficenza a favore della Fondazione Operation Smile Italia Onlus. Allora non perdiamo questa importante occasione per fare del bene e per ricordare che “la bellezza della ricerca è la ricerca della bellezza!”

facebook
2.958