Bearzi

non solo bolero
vi segnaliamo gli spettacoli che andranno in scena nel mese di gennaio 2011 all’interno della stagione TEATRO CONTATTO 2010_2011 del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, della stagione di prosa del TEATRO PASOLINI DI CERVIGNANO DEL FRIULI e le date del nuovo spettacolo DON CHISCIOTTE una produzione CSS/Teatro Incerto.

TEATRO CONTATTO 2010_2011

SANTASANGRE
BESTIALE IMPROVVISO_PRIMA IPOTESI
14-15 GENNAIO 2011, ORE 21 E ORE 22
UDINE, TEATRO S.GIORGIO

Dalle visioni di Apocalisse di Seigradi, Contatto ci immerge in un nuovo esperimento multisensoriale ed emozionante dei romani Santasangre, questa volta attratti dal tema dell’energia nelle sue declinazioni e dalle diverse reazioni che il suo impiego può provocare. Bestiale improvviso insegue la meraviglia della natura, il suo sorprenderci, anche il suo spaventarci con una potenza sovraumana, in uno stratificarsi di visioni ancestrali e al tempo stesso tecnologiche che sempre sorprendono.

Ogni fenomeno presente in natura che si mostra nel suo essere facendosi chiamare meraviglia, porta con sé contemporaneamente un’equivalente dimensione di inquietudine, di terrificante bellezza che lascia all’uomo l’esperienza del proprio essere finito.

La meraviglia della natura ci sorprende e ci spaventa nello stesso istante.
E’ in questo duplice valore, sotteso al piano emotivo ed estetico, che in bilico ci muoveremo per essere nella bellezza della catastrofe, nessuna apologia della distruzione quanto piuttosto un canto per restituire alla natura ciò che l’uomo tenta di mistificare.

L’energia nucleare è una fonte di energia primaria presente in natura e che delle sue reazioni, fusione e fissione, solo quelle indotte fanno capo all’imprudente intervento e uso dell’uomo. Se una fusione indotta è responsabile della pericolosissima bomba all’idrogeno, quella spontanea ci regala una delle più preziose manifestazioni della natura, l’energia delle stelle.
Santasangre

DUE UOMINI E UN CULLO
TEATRINO DEL RIFO
22 GENNAIO 2011, ORE 21
UDINE, TEATRO S. GIORGIO

Due uomini e un cullo è la risposta del teatrino del Rifo a questi tempi di convivenze per solitudine, di Dico “scomparsi”, di coppie di fatto senza diritti, di matrimoni multietnici tabù, di unioni gay “scomunicate”, di figli nati dentro e fuori dal matrimonio, di bambini concepiti naturalmente e di nuove creature della fecondazione assistita. Una commedia che Giorgio Monte e Manuel Buttus presenteranno per la prima volta in forma di spettacolo dopo un percorso di scrittura e letture sceniche in progress che ha permesso a Due uomini e un cullo di “prendere forma”, sera dopo sera, spettacolo dopo spettacolo.

TEATRO PASOLINI 2010_2011

NON SOLO BOLERO
KLEDI KADIU/COMPAGNIA MVULA SUNGANI
11 GENNAIO 2011, ORE 21
CERVIGNANO DEL FRIULI, TEATRO PASOLINI

Non solo Bolero è un intreccio di trame dal forte sapore etnico che si susseguono in una scansione ritmica incalzante. Una storia ispirata a grandi opere, come la Carmen di Prosper Mérimée, i Carmina Burana di Carl Orff, Amores di Ovidio ed il Bolero di Ravel, unite da un fil rouge di rarefatta intensità.
Kledi Kadiu è nato a Tirana in Albania. Giovanissimo è entrato all’Accademia Nazionale di Danza dove si è diplomato nel 1992. Nello stesso anno è entrato a far parte del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Tirana dove ha ricoperto, fin dall’inizio, ruoli da solista. La prima esperienza televisiva arriva nel 1996 e dall’anno seguente Kledi è primo ballerino in programmi che lo rendono popolare al grande pubblico, da “Buona Domenica”, a “C’è posta per te” e “Amici”. Nel 2004 Kledi ha fondato la Kledi Dance. Nel 2007, per due anni, è protagonista di “Giulietta e Romeo” di Fabrizio Monteverde, con il Balletto di Roma.

NUOVA PRODUZIONE CSS TEATRO STABILE DI INNOVAZIONE DEL FVG/TEATRO INCERTO

DON CHISCIOTTE

PRIMA ASSOLUTA
27 GENNAIO 2011, ORE 20.45
CODROIPO, TEATRO COMUNALE BENOIS-DE CECCO

TOURNÉE
28 GENNAIO 2011, ORE 21
GEMONA DEL FRIULI, TEATRO SOCIALE
29 GENNAIO 2011, ORE 20.45
PONTEBBA, TEATRO ITALIA
31 GENNAIO 2011, ORE 20.45
LATISANA, TEATRO COMUNALE ODEON

Il Teatro Incerto ci propone il suo Don Chisciotte scombinato e in marilenghe, giocando dentro e fuori dal testo, domandandosi chi sia oggi il nobile cavaliere.
Il Teatro Incerto, dopo aver presentato il Don Chisciotte ai ragazzi che frequentano le scuole medie, ritorna sul testo di Cervantes in un’esilarante riscrittura per gli adulti che, com’è nello stile delle commedie della compagnia, unirà fulminea comicità a momenti di riflessione.

facebook

Lascia un commento

679