DISABILITA': TELESCA, GRATI PER IMPEGNO ASSOCIAZIONE "LA PANNOCCHIA"

Codroipo, (Ud) 17 apr – Collaborazione fra territorio,
istituzioni e associazioni per dare risposte ai cittadini in una
società che sta cambiando così come cambia anche la disabilità.
Un tema da affrontare insieme anche con modalità nuove.

E’ questo in sintesi l’intervento dell’assessore regionale alla
Salute, Maria Sandra Telesca, tenuto, ieri, in occasione del
ventesimo anniversario dalla fondazione dell’associazione “La
Pannocchia” durante il quale l’assessore ha voluto ringraziare,
in particolare, i fondatori che “in questi vent’anni sono stati
un sostegno concreto per le famiglie che hanno dovuto affrontare
la disabilità”.

Nel ricordare l’attenzione dedicata dal Piano socio sanitario ai
temi della disabilità e cronicità, l’assessore ha anche
evidenziato la necessità di un confronto, sottolineato dalle
stesse associazioni, per affrontare il cosiddetto “dopo di noi”.
il tempo in cui i genitori dei ragazzi disabili verranno a
mancare.

“I genitori devono avere la tranquillità di sapere che anche
quando il nucleo genitoriale sparirà per naturale contrazione, il
loro figli non saranno soli” ha affermato.

La filosofia dei genitori risponde, infatti, all’esigenza di
costruire “il dopo di noi, durante noi”, da qui anche la
costruzione nei primi anni 2000, nella periferia Est di Codroipo,
della struttura di accoglienza residenziale con modulo diurno,
denominata “Una Finestra sul Futuro – Dopo di Noi”.

La onlus senza scopo di lucro è stata costituita il 14 luglio
1996 per libera adesione dai genitori e amici dei disabili
soprattutto per creare le condizioni per una migliore qualità
della vita nelle famiglie con disabili ed i loro ragazzi: offre
supporto ai genitori con figli disabili e sostegno ad iniziative
d’inserimento sociale, sia dei disabili che dei nuclei familiari.
Ha curato, inoltre, i rapporti con gli enti pubblici per la
conoscenza dei problemi sulla disabilità.
ARC/LP/ppd

Powered by WPeMatico

488