Aperitivo a Grado

Enemonzo: Picco Lega Nord, “Quinis va preservato”

facebook

quiinisParte dal presupposto che “prevenire è meglio che curare”. E sollecita opere di manutenzione urgenti per mettere in sicurezza l’abitato di Quinis nel Comune di Enemonzo. Perché “l’area presenta chiari segnali di cedimento. È necessario realizzare lavori di consolidamento delle aree soggette a dissesti statici”. Enore Picco, consigliere regionale della Lega Nord, esorta la giunta regionale a “fare presto” attraverso un’interrogazione presentata alla giunta regionale.  Ricorda che “il 9 dicembre 2005 la Direzione Centrale Ambiente e Lavori Pubblici-Servizio Geologico trasmetteva al Comune di Enemonzo il Decreto di delegazione amministrativa per l’esecuzione delle opere di stabilizzazione  e risanamento di aree soggette a cedimenti e dissesti statici in località Quinis”. Ancora Picco: “L’amministrazione comunale di Enemonzo, conscia del problema, ha affidato di recente un incarico all’Università degli Studi di Trieste tramite un accordo di collaborazione per l’elaborazione di un modello idrogeologico del sottosuolo e per definire la fase del dissesto (importo complessivo di 251mila euro”. Picco spiega: “E’ necessario rispettare i tempi accademici, ma per i cittadini ogni giorno di attesa è tempo buttato. Servono lavori urgenti di prevenzione. Non sottovalutiamo il problema. Ritardare interventi di questo tipo equivale a giocare col fuoco”.

636