Bearzi

Friuli Future Forum: 14 ottobre al 29 novembre. Dialogo per un nuovo sviluppo

Udine, dal 14 ottobre al 29 novembre, al centro di una riflessione internazionale sul futuro, con esperti internazionali a dialogo con il mondo produttivo e la società civile
Il programma sempre aggiornato su fotureforum.it. #esserenuovi è l’hashtag della manifestazione

Sta per prendere avvio a Udine, dal 14 ottobre al 29 novembre, la prima edizione del “Future Forum, Essere nuovi / Be new”, rassegna che porrà il Friuli al centro di una riflessione internazionale sul futuro, con l’obiettivo di affrontare con strumenti più adeguati i cambiamenti che attendono nei prossimi anni l’economia e la società. È amplissimo il network di enti coinvolti in Future Forum, che è dunque il risultato di un impegno corale, a partire dalla Camera di Commercio di Udine con il suo percorso d’innovazione Friuli Future Forum, dall’Università di Udine e dall’associazione vicino/lontano, passando attraverso la Regione Fvg e il Comune di Udine e istituzioni come Friuli Innovazione, Catas, tutte le associazioni di categoria, le scuole, i distretti, e con la collaborazione di Rai Fvg e Messaggero Veneto. E soprattutto le partnership internazionali che partecipano all’intero progetto: Institute for the Future di Palo Alto, OCSE (Organizzazione per la la cooperazione e lo sviluppo in Europa) e Copenhagen Institute for Future Studies.
Future Forum è stato presentato oggi in Cciaa a Udine alla presenza di tutti i rappresentanti delle realtà coinvolte e si concretizzerà in incontri, conferenze, workshop, case history e dibattiti in varie sedi e luoghi della città e del territorio (con iniziative anche nelle scuole udinesi), per sviluppare, nel corso di più settimane e con uno o più appuntamenti giornalieri, visioni e riflessioni sul futuro e su come cambieranno modi, stili, sistemi e regole nei prossimi quindici-venti anni, rivolgendosi con particolare attenzione al mondo delle imprese, della formazione, delle professioni, del lavoro. Tutto il programma aggiornato e gli ospiti sono consultabili su www.futureforum.it (accessibili anche dalla home di www.friulifutureforum.com), che sarà anche l’hub informativo della manifestazione, “socializzata” con l’hashtag #essere nuovi anche su Facebook (sulla pgina Friuli Future Forum) e Twitter (@friuliforum). Al Future Forum sono stati chiamati a confrontarsi i massimi esperti delle maggiori organizzazioni internazionali, a partire da quelle partner, che dialogheranno con studiosi e ricercatori italiani attorno agli scenari che modificheranno la nostra società, rispondendo ad alcune domande chiave: nei prossimi 15/20 anni come cambieranno l’industria, le piccole e medie imprese, il welfare? Come cambieranno l’artigianato, il turismo, il green growth? Come cambieranno la trasmissione dei saperi, la scuola, la formazione, i nuovi media? Come cambieranno le città, i centri storici, con il riuso, con le forme di autogoverno? Come cambieranno la natura, l’alimentazione, la nutrizione, l’energia?
Il Forum offrirà a imprenditori, amministratori pubblici e alla società civile strumenti concreti di lavoro e azione sui territori grazie al confronto con esperti dei massimi think tank mondiali: una settimana per ciascun tema, per dimostrare che non basta sperare in un domani migliore, ma bisogna essere capaci di costruirlo giorno dopo giorno, idea dopo idea, rischio dopo rischio.

«Future Forum è espressione in un progetto, Friuli Future Forum, di attività e iniziative annuali dedicate agli scenari futuri e all’innovazione. Percorso che la Cciaa di Udine ha avviato tre anni fa, quando la crisi investiva strutturalmente il sistema produttivo del Fvg», ha affermato il presidente camerale Giovanni Da Pozzo. «A fianco dei consueti strumenti di sostegno alle imprese abbiamo dunque voluto sperimentare un progetto originale, per promuovere una maggiore cultura dell’innovazione nel sistema produttivo, offrendo agli imprenditori, come alla società civile, occasioni di confronto con chi nel mondo sta costruendo futuro e superando la crisi con nuove modalità. La rassegna delle prossime settimane diventa momento speciale di questo percorso, realizzato con un lavoro di squadra fra istituzioni, esprimendo un territorio intero che si impegna per il futuro, e mettendo a disposizione del sistema produttivo e dei cittadini l’esperienza di alcuni fra i più noti e apprezzati “esperti di futuro” a livello mondiale, che stanno lasciando il segno indicando nuovi modelli di sviluppo». «Future Forum invita a guardare il futuro, come recita il titolo, a “Essere nuovi/Be new”», ha spiegato poi il project manager Renato Quaglia. «Il futuro non basta attenderlo, bisogna partecipare a costruirlo giorno dopo giorno. Essendo nuovi già da oggi. Ecco perché – ha aggiunto Quaglia – un programma che non si concentra in pochi giorni spettacolari, ma in un più durevole e costante lavoro di proposta e confronto, condotto con gli attori principali del sistema produttivo, dell’educazione, dell’impresa e della ricerca. Non vogliamo un Future Forum che punti sulla quantità, bensì sull’esperienza: per chi lo vivrà vogliamo sia un’occasione per imparare, per guardare le cose con “occhiali nuovi”, per condividere. Ecco perché abbiamo voluto rivolgerci, oltre che al mondo imprenditoriale, anche al mondo delle scuole, coinvolgendo direttamente tanti istituti superiori, perché saranno i giovani a vivere in prima persona i cambiamenti che con la nostra rassegna andremo ad anticipare». Quaglia ha evidenziato anche come Future Forum «non sia un’iniziativa tematica, ma interdisciplinare – ha ribadito –, poiché il futuro è trasversale e perché dalla correlazione di più materie nasce nuovo sviluppo. Abbiamo scelto 5 argomenti di fondo, che però sono aperti e declinabili su tante sfaccettature, così come sono diversi i modi in cui saranno affrontati, dalle conferenze pubbliche ai laboratori basati sull’esperienza diretta, anche riservati a piccoli gruppi di persone e imprenditori, fino alle testimonianze di chi sta già vivendo o sperimentando oggi il futuro. Tra gli ospiti avremo personalità che nel mondo sono veri e propri punti di riferimento nell’anticipare ciò che ci aspetta in futuro, che studiano i processi di cambiamento legati a ogni aspetto della vita, dal welfare alle reti d’impresa, dalle forme di finanziamento delle aziende alle tecnologie applicate alla comunicazione e alla formazione, dagli sviluppi della scienza e della ricerca alla logistica, fino alle nuove città o agli stili di vita».
Future Forum vuole porsi come una delle risposte possibili alla crisi. «L’innovazione – ha detto Da Pozzo – è un fattore chiave dello sviluppo e la mancanza d’innovazione una delle molte ragioni della crisi. Soffriamo di una forte difficoltà nel rinnovamento di strumenti e dei processi, nell’export, nel lavoro e nell’impresa giovanile. Qui nella nostra regione però possiamo e dobbiamo rimettere in movimento lo sviluppo, e solo uno sguardo nuovo al futuro può far emergere qualità e valore. Cerchiamo di capire che cosa ci aspetta per tarare meglio le azioni che metteremo in atto, come imprenditori, come studenti, come lavoratori, come cittadini. Trasformiamo e sviluppiamo quel concetto di “fasin di bessoi”, partendo dalla nostra identità e tradizione, ma aprendoci a un nuovo modo di guardare le cose, lavorando in rete, che è ciò che i cambiamenti di questi anni ci imporranno sempre più».
La rassegna comincerà ufficialmente con la conferenza pubblica d’apertura lunedì 14 ottobre, alle 17, nella Sala Valduga della Camera di Commercio, con un dialogo su “Quale futuro migliore” con il Ceo del Copenhagen Institute for Future Studies Claus Kjeldsen, che dialogherà con il direttore del dipartimento per l’Imprenditorialità, le Pmi e lo Sviluppo locale dell’Ocse Sergio Arzeni.

COME CAMBIERANNO NEI PROSSIMI QUINDICI/VENTI ANNI IL LAVORO, L’INDUSTRIA, LE PERSONE E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE?
La crisi attuale ha mostrato quanto poco siano stati pianificati i cambiamenti e lo sviluppo dei processi di gestione della piccola e media impresa, quanto il sistema sia dipendente dal credito, e quanto sia ora decisivo individuare e progettare nuovi modelli per lavoro, industria, impresa e welfare. Quali tipi di relazioni industriali si imporranno? Quale idea di organizzazione imprenditoriale e produttiva dovremo mettere in campo nei prossimi quindici/venti anni, e cosa resterà del welfare come lo conosciamo?

14-18 OTTOBRE
A cura di Guido Nassimbeni, Renato Quaglia, Paolo Ermano, Roberto Calugi

14 OTTOBRE
SERGIO ARZENI Direttore del Dipartimento per l’Imprenditorialità, le PMI e lo Sviluppo locale dell’OCSE, Parigi, CLAUS KJELDSEN CEO del Copenhagen Institute for Futures Studies, Copenaghen
QUALE SAREBBE IL FUTURO MIGLIORE? – Conferenza pubblica
ORE 17.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Sergio Arzeni Direttore del Dipartimento per l’imprenditorialità, le PMI e lo sviluppo locale dell’OCSE. È esperto in materia di imprenditorialità e innovazione, creazione di nuovi posti di lavoro, sviluppo locale, finanziamento e internazionalizzazione delle PMI. Economista, da vent’anni all’OCSE, ha condotto e diretto numerosi studi nelle aree di sua competenza. Ha svolto incarichi per la Commissione europea, il Parlamento italiano e le organizzazioni sindacali italiane. Tiene corsi e seminari di Economia internazionale e di Imprenditorialità e innovazione in università italiane e straniere. Autore di saggi, collabora con numerose e autorevoli testate.
Claus Kjeldsen Amministratore delegato del Copenhagen Institute for Future Studies, think tank con sede in Danimarca e centro di ricerca internazionale tra i più autorevoli. Esperto di strategia, innovazione, marketing e consumer trends, tiene conferenze in tutto il mondo. Ha collaborato con istituzioni governative, organizzazioni internazionali, istituti finanziari e aziende private su progetti strategici di larga scala. È stato amministratore delegato e consulente in numerose start up.

15 OTTOBRE
RICHARD DONKIN Editorialista e saggista, ANDREA FUMAGALLI Economista all’Università di Pavia
LA FINE DELLE PENSIONI E IL REDDITO DI CITTADINANZA – Conferenza pubblica
ORE 11.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Richard Donkin Esperto di tematiche relative all’occupazione e alle nuove modalità di organizzazione del lavoro, collabora come editorialista a numerose e autorevoli testate. Già firma del Financial Times, ne ha curato per molti anni la rubrica “Work”. È autore di saggi di successo. Nel suo ultimo libro, pubblicato anche in Italiano, Il futuro del lavoro (IlSole24Ore 2011) esamina le forze che influiscono su quella che è di fatto una silenziosa rivoluzione nei comportamenti sociali, ed esplora i cambiamenti in atto nel mondo del lavoro in seguito all’impatto delle nuove tecnologie, convinto che “le trasformazioni in corso stanno marcando una svolta nella vita lavorativa degli individui non meno significativa di quella impressa dalla nascita della fabbrica al tempo della Rivoluzione industriale”.

15 OTTOBRE
CLAUS KJELDSEN CEO del Copenhagen Institute for Futures Studies, Copenaghen
LE VISIONI SUL FUTURO DELLE IMPRESE DEL COPENHAGEN INSTITUTE FOR FUTURES STUDIES – Workshop
ORE 17.00 Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine

16 OTTOBRE
RICHARD DONKIN Editorialista, autore di “Il futuro del lavoro”
COME LAVOREREMO (E VIVREMO) NEL FUTURO? – Workshop
ORE 09.00 Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine

16 OTTOBRE
ALESSANDRA BECHI Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali dell’AIFI, ROBERTO CALUGI Responsabile Area “Sviluppo delle imprese” Camera di Commercio di Milano, BARBARA LUNGHI Responsabile dei mercati per le PMI di Borsa Italiana, MARCO MORGANTI Direttore generale di Banca Prossima
COME FINANZIARE IL FUTURO? – Conferenza pubblica
A cura della Camera di Commercio di Milano
ORE 14.30 Sala Convegni CONFAPI FVG – Viale Ungheria 28 – Udine
Per prenotazioni: [email protected]
Alessandra Bechi Direttore dell’Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali dell’AIFI, l’Associazione italiana del private equity e venture capital. Costituita nel maggio 1986, l’Associazione raggruppa gli investitori istituzionali e ha lo scopo di sviluppare, coordinare e rappresentare, in sede istituzionale, i soggetti attivi sul mercato italiano dell’investimento in capitale di rischio. Intende inoltre favorire lo sviluppo di un adeguato contesto normativo e istituzionale e facilitare i rapporti di collaborazione con le istituzioni scientifiche universitarie e di ricerca, nazionali e internazionali.
Roberto Calugi Responsabile dell’Area “Sviluppo delle imprese” alla Camera di Commercio di Milano, dove si occupa di accesso al credito, innovazione e internazionalizzazione delle aziende. Per Promos, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano per le attività internazionali, ha seguito lo sviluppo di innovativi strumenti finanziari per l’internazionalizzazione di impresa e la promozione delle aziende milanesi nei Paesi Arabi. Responsabile per la Camera di Commercio di importanti eventi internazionali, ha curato la realizzazione delle prime sette edizioni della Conferenza Euromediterranea. Ha tenuto corsi presso le Università Bocconi, Cattolica del Sacro Cuore e Politecnico di Milano.
Barbara Lunghi Responsabile dei mercati per le PMI di Borsa Italiana, segue il segmento STAR, il mercato AIM Italia e il neo-nato programma ELITE. AIM Italia, nato dopo l’integrazione con la Borsa di Londra, offre nuove possibilità di sviluppo alle aziende interessate a raccogliere capitali a servizio della crescita, rendendo più immediato l’accesso al mercato dei capitali, grazie a un modello di mercato che propone un equilibrio interessante tra le esigenze di semplificazione delle PMI e le esigenze di tutela degli investitori. ELITE è una piattaforma di servizi integrati pensati per supportare la crescita delle PMI, grazie a visibilità, formazione, tutorship sui sistemi manageriali e organizzativi e network con società quotate, professionisti e investitori.
Marco Morganti Direttore generale di Banca Prossima, banca del Gruppo Intesa Sanpaolo fondata nel 2007 e dedicata esclusivamente al mondo non-profit. Già nel 2003 aveva sviluppato, con Corrado Passera, i primi progetti “sociali” di accesso al credito (prestito agli studenti universitari, start up di asili nido, interventi sull’usura, microcredito per immigrati e cassintegrati) come responsabile del “Laboratorio Banca e Società” di Banca Intesa. È membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Lombarda Antiusura e di FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore). Dal 2012 fa parte del GECES (Gruppo di Esperti della Commissione Europea sull’Imprenditoria Sociale).

17 OTTOBRE
BRUNO LAMBORGHINI Presidente dell’AICA e docente all’Università Cattolica, Milano
FUTURO DEL LAVORO E LAVORO DEL FUTURO – DA ADRIANO OLIVETTI ALLA SOCIETÀ DELLA CONOSCENZA – Workshop
ORE 11.00 Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine
Bruno Lamborghini Presidente di AICA (Associazione Italiana di Informatica e Calcolo Automatico) di Milano, dell’Associazione Archivio Storico Olivetti di Ivrea e dell’Associazione Prometeia di Bologna. È docente del Master in Comunicazione digitale all’Università Cattolica di Milano, dove ha insegnato Organizzazione aziendale. Già direttore centrale della Olivetti oltre che amministratore e presidente di società del Gruppo Olivetti, è autore di libri, saggi e articoli di economia industriale con particolare riferimento alle tecnologie digitali. Tra i lavori recenti: L’impresa web. Social Networks e Business Collaboration per il rilancio dello sviluppo (Franco Angeli 2009).

17 OTTOBRE
ENZO RULLANI Economista alla Venice International University, FULVIO MATTIONI Economista
NUOVI ORIZZONTI PER LE AGGREGAZIONI D’IMPRESA DELLA BASSA FRIULANA – Conferenza pubblica
ORE 14.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Enzo Rullani Presidente di TeDIS e docente di Economia della conoscenza e di Strategie di impresa alla Venice International University. È stato direttore del tLab, centro di studi sull’economia dell’immateriale e sull’innovazione nelle imprese di servizi del CFMT di Milano. Si occupa di economia della conoscenza e dell’immateriale, di terziario innovativo e dell’impatto del capitalismo globale sui distretti industriali e sulle reti trans-territoriali. Tra i suoi libri: La fabbrica dell’immateriale. Produrre valore con la conoscenza (Carocci 2004); Il capitalismo personale. Vite al lavoro (con A. Bonomi, Einaudi 2005); Innovare. Re-inventare il Made in Italy (con M. Plechero, Egea 2007); Modernità sostenibile. Idee, filiere e servizi per uscire dalla crisi (Marsilio 2010).
Fulvio Mattioni Economista, è uno degli esperti afferenti all’Agenzia regionale del lavoro del Friuli Venezia Giulia. Ha svolto attività di consulenza per conto della Regione nell’ambito dei programmi strutturali della UE. Per 25 anni ha operato presso l’Istituto di ricerche economiche e sociali del Friuli Venezia Giulia, dove ha svolto attività di ricerca, formazione e consulenza. Collabora con quotidiani e riviste. Ha pubblicato I numeri del Friuli Venezia Giulia. Economia, società, innovazione nel periodo 1997/2007 (Forum 2008). In corso di stampa lo studio sul periodo successivo e un’analisi dei risultati ottenuti dal Friuli Venezia Giulia in 50 anni di autonomia speciale.

18 OTTOBRE 2013
MIRCO CERVI Consulente Marketing Senior di GC&P
QUALI COMPETENZE PER NUOVI SVILUPPI COMMERCIALI INTERNAZIONALI: DIREZIONI E CHIAVI DI LETTURA OLTRE IL WEB 2.0 – Workshop
ORE 9.30 Sala Convegni CONFAPI FVG – Viale Ungheria 28 – Udine
Per prenotazioni: [email protected]
Mirco Cervi Consulente e formatore. Esperto in marketing strategico, marketing internazionale e marketing digitale, collabora con importanti università e business school in seminari di Marketing e Digital Marketing. Si occupa di consulenza di direzione per le PMI e di ristabilire l’assetto commerciale delle aziende reclutando e formando nuovi venditori e organizzando il comparto vendite delle imprese. Ha lavorato presso multinazionali come resident manager e partner nei paesi dell’Est Europa.

18 OTTOBRE
ROBERTO BONZIO Giornalista
DAL WEST AL WEB, STORIE DI ITALIANI CHE COSTRUISCONO NUOVE IMPRESE IN AMERICA – Incontro con gli studenti
ORE 09.00 – 11.00 Auditorium ITIS Malignani – via Leonardo da Vinci 10 – Udine
Roberto Bonzio Giornalista. Dopo trent’anni di esperienza nelle redazioni di varie testate, ha lasciato l’agenzia Reuters per realizzare il progetto multimediale “Italiani di frontiera”. Racconta lo spirito di impresa degli italiani di ieri e di oggi per sfidare, con un giornalismo creativo, le contraddizioni del nostro paese, che continua a esprimere talenti capaci di immaginare il futuro, ma pare diffidente del domani e destinato alla decadenza. Avviato nel corso di una esperienza nella Silicon Valley, il progetto ha oggi uno sviluppo online e uno dal vivo, con l’organizzazione di conferenze e seminari-spettacolo multimediali sull’innovazione.

18 OTTOBRE
ROBERTO BONZIO Giornalista
ITALIANI DI FRONTIERA – Conferenza pubblica
ORE 16.00 Sala Ajace – piazza Libertà – Udine

COME CAMBIERÀ NEI PROSSIMI 15-20 ANNI IL MODO DI FARE IMPRESA? QUALI LE PROSPETTIVE DI ARTIGIANATO, TURISMO, AMBIENTE, GREEN GROWTH?
Una parte considerevole dello sviluppo futuro si giocherà sulla rivoluzione delle modalità di fare impresa. Come si evolveranno le produzioni e i servizi? Come e quanto le tecnologie e i nuovi stili di vita ne cambieranno i processi e l’offerta? Quale sarà il punto di equilibrio fra ambiente e sviluppo produttivo?

21-25 OTTOBRE
A cura di Daniele Pittèri, Giudo Nassimbeni, Luca Nardone

21 OTTOBRE
SERGIO CAMPODALL’ORTO Responsabile Business development di PoliHub, Politecnico di Milano, GIOVANNI CAPRARA Giornalista scientifico del Corriere della Sera, CRISTIANA COMPAGNO Presidente di Friuli Innovazione, STEPHEN TAYLOR Direttore Servizio Trasferimento Tecnologico AREA Science Park, Trieste
TRASFERIRE TECNOLOGIE PER COSTRUIRE FUTURO – Conferenza pubblica
ORE 11.00 Friuli Innovazione – Parco scientifico e tecnologico L. Danieli – Via J. Linussio 51 – Udine
Per prenotazioni: http://www.friulinnovazione.it/eventi/future-forum-trasferire-tecnologie-per-costruire-futuro
Sergio Campodall’Orto Docente di Imprenditorialità e design al Politecnico di Milano e responsabile del Business development di PoliHub, la nuova struttura per le start up del Politecnico. Si è sempre interessato di innovazione e nuove tecnologie, in particolare del loro impatto sulle organizzazioni complesse. È uno dei maggiori esperti di telelavoro, che ha studiato, approfondito e implementato in imprese private e amministrazioni pubbliche. Ha svolto una intensa attività di studio sui modelli di diffusione dell’innovazione e del trasferimento tecnologico. È stato consulente di decisori pubblici per i modelli strategici di implementazione delle politiche dell’innovazione. Ha costituito e avviato il Consorzio Politecnico Innovazione (oggi Alintec), primo esempio italiano di struttura di interfaccia tra mondo della ricerca e sistema delle imprese, specializzandosi nella individuazione di giovani imprese start up e nel supporto alla loro crescita.
Giovanni Caprara Giornalista, è responsabile delle pagine scientifiche del Corriere della Sera. Per la versione digitale della testata cura il forum online “Scienza e spazio”. Ha vinto, nel 2010, lo Euroscience Senior Science Writer Award, riconoscimento europeo per il giornalismo scientifico. Nel 2000 l’International Astronomical Union dell’Università di Harvard ha assegnato il suo nome a un asteroide scoperto in orbita tra Marte e Giove come riconoscimento dell’attività di divulgazione astronomica e spaziale. Dal 2011 è presidente dell’UGIS, Unione Giornalisti Italiani Scientifici. Autore di numerosi saggi, ha pubblicato tra gli altri: Scienziati. Grandi uomini e scoperte da Pitagora a Internet (Bolis 2013); Storia italiana dello spazio (Bompiani 2012); L’avventura della scienza (Fondazione Corriere della Sera 2009).
Cristiana Compagno Professore ordinario di Strategie di impresa alla facoltà di Economia dell’Università di Udine, ne è stata Rettore dal 2008 al 2013, prima donna a ricoprire tale ruolo in un’università italiana con più di 15mila studenti. È direttore dell’incubatore d’impresa Technoseed al Parco scientifico e tecnologico Luigi Danieli di Udine, presidente del centro di ricerca e trasferimento tecnologico Friuli Innovazione e del Consorzio FriuliFormazione. Dal 2010 è uno dei cinque membri esperti del Comitato per la diffusione della cultura scientifica designati dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca,. Gli ambiti di ricerca, nei quali ha prodotto numerose pubblicazioni nazionali e internazionali, sono relativi al management dell’innovazione e del cambiamento organizzativo, alle imprese familiari, al management strategico delle PMI e agli assetti organizzativi e di governance delle università e dei centri di ricerca. Ha avviato e diretto numerosi progetti di ricerca in collaborazione con le istituzioni e il sistema economico regionale e nazionale. Negli ultimi anni si è dedicata alla creazione di network nazionali e internazionali per lo sviluppo e la diffusione di best practice nella ricerca.
Stephen Taylor Amministratore delegato dell’incubatore Innovation Factory – società in house di AREA Science Park – con delega per il coordinamento delle attività di supporto alla competitività delle imprese nonché alle attività internazionali. Già direttore del Servizio di Trasferimento Tecnologico del Consorzio per Area di Ricerca di Trieste, si è occupato dell’elaborazione di strategie finalizzate all’ottimizzazione delle attività del dipartimento. In oltre vent’anni di esperienza, la maggior parte dei quali in qualità di Direttore e Senior Consultant, ha affiancato importanti aziende e agenzie di governo in Europa e negli Stati Uniti nell’accesso alle più recenti conoscenze e competenze per l’analisi e la pianificazione di nuove strategie di business, ricerche di mercato, sviluppo di nuovi prodotti e commercializzazione delle tecnologie.

21 OTTOBRE
ELISA MICELLI Responsabile incubatore Techno Seed, FABRIZIO ROVATTI Direttore di Innovation Factory, AREA Science Park, Trieste
LO SCOUTING TECNOLOGICO: CERCARE ALTROVE CIÒ CHE ANCORA NON C’È – Workshop
ORE 17.00 Friuli Innovazione – Parco scientifico e tecnologico L. Danieli – Via J. Linussio 51 – Udine
Per prenotazioni: www.friulinnovazione.it/eventi/future-forum-lo-scouting-tecnologico-workshop
Elisa Micelli Responsabile dell’Area Fare impresa del Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico Friuli Innovazione, che fornisce supporto alla creazione di nuove imprese (incubatore Techno Seed) e sostiene lo sviluppo di piccole e medie imprese con potenzialità di crescita (acceleratore Techno Growth). Si occupa di progettazione, gestione e coordinamento di progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico a livello regionale, nazionale ed europeo, assistenza e consulenza ai gruppi imprenditoriali nella fase di sviluppo del progetto e supporto alle start up nella fase di avvio d’impresa, redazione di business plan per la nascita e lo sviluppo di nuove imprese. È stata project manager della business plan competition Start Cup Udine nel 2003 e 2004 e consulente per la redazione di piani di valorizzazione di risultati della ricerca. E’ membro della Commissione incubatori dell’APSTI (Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani).
Fabrizio Rovatti Direttore di Innovation Factory, società in-house e incubatore di primo miglio di AREA Science Park, il più importante parco scientifico e tecnologico italiano. Le principali linee di attività riguardano la nascita di imprese innovative, la gestione di progetti di valorizzazione della ricerca a livello nazionale e il technology foresight. Già coordinatore del Centro MOVE all’Università di Trieste, è stato project manager di progetti nazionali ed europei. Per il Servizio Trasferimento Tecnologico di AREA Science Park ha sviluppato progetti sui temi della diffusione dell’innovazione, del trasferimento tecnologico e della crescita dimensionale delle imprese, collaborando con prestigiosi istituti, dal Massachusetts Institute of Technology allo Stanford Research Institute International.

21 OTTOBRE / 9 NOVEMBRE
FABLAB UDINE – PROVE TECNICHE DI MAKERS!
Stampanti 3d, LIM a basso costo per le scuole, laboratori di robotica, Arduino e Raspberry pi, single board computer, crowdfunding, Internet of Things, tecniche di programmazione avanzata… Una serie di workshop ed incontri per comprendere e sperimentare di persona il mondo dei maker e degli artigiani del futuro. Uno spazio dedicato a imprenditori, professionisti e studenti che non si accontentano di guardare, ma vogliono mettersi alla prova costruendo.
Iniziativa promossa da Comune di Udine, Confartigianato Udine, Future Forum
Comune di Udine, progetto PITAGORA, ADRIATIC IPA
FabLab – via Stringher 12 – Udine
Info e prenotazioni: www.udine3d.it

22 OTTOBRE
ANGELA WILKINSON Counselor for Strategic Foresight OCSE, Parigi
PREVEDERE IL PROPRIO SCENARIO PER COSTRUIRE IL PROPRIO DOMANI – Conferenza pubblica
ORE 11.00 Aula 3 – Polo economico-giuridico – Università di Udine – via Tomadini 30 – Udine
Angela Wilkinson Analista autorevole, è Counsellor for Strategic Foresight all’OCSE. È esperta di corporate strategy and planning, politiche pubbliche, rischio e gestione delle crisi. Ha avviato e diretto innovativi programmi di ricerca in Future Studies all’Università di Oxford. Nella sua carriera trentennale ha condotto più di cento studi previsionali e diretto importanti progetti internazionali.

23 OTTOBRE
MASSIMO PANICCIA Presidente CONFAPI FVG
LA FINANZA DI DOMANI – Strategia d’impresa: operazioni straordinarie, fusioni, acquisizioni, aggregazioni e operazioni di management by out – Workshop
A cura di Finanziaria Internazionale Holding SpA
ORE 10.00 Sala Convegni CONFAPI FVG – Viale Ungheria 28 – Udine
Per prenotazioni: [email protected]
Massimo Paniccia Presidente della Federazione Regionale delle Piccole e Medie Industrie del Friuli Venezia Giulia (CONFAPI FVG). Imprenditore, è presidente e amministratore delegato della Solari, azienda leader nei sistemi di informazione al pubblico e di orologeria industriale. Ha presieduto e fatto parte dei consigli di amministrazione di numerose aziende, associazioni di categoria e istituzioni bancarie. Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana, gli sono state conferite la laurea ad honorem in Scienze politiche dall’Università di Trieste e in Economia aziendale dall’Università di Udine.

23 OTTOBRE
FRANCO ISEPPI Presidente Touring Club Italiano, ANDREA POLLARINI Presidente Scuola Superiore del Loisir
IL FUTURO È GIÀ QUI (ma non tutti lo vedono). Le nuove frontiere del turismo e lo sviluppo delle imprese e dei territori – Conferenza pubblica
Al termine della conferenza SHOW CASES a cura di Friuli Innovazione
ORE 11.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Franco Iseppi Insegna Teorie e tecniche di comunicazione dei media alla Facoltà di Ingegneria del cinema e dei media al Politecnico di Torino. Dal luglio 2010 è presidente del Touring Club Italiano. Produttore, curatore e ideatore di numerosi programmi televisivi, ha ricoperto vari incarichi dirigenziali in Rai, di cui è stato direttore generale dal 1996 al 1998. È consulente e manager di associazioni, istituzioni e imprese operanti nel campo della convergenza tra televisione, telecomunicazioni e internet. Osservatore ed esperto di apparati di comunicazione di massa, ha scritto e collabora a riviste specializzate nazionali e internazionali. Ha pubblicato saggi e ricerche sul sistema televisivo e dei media italiani e sui consumi culturali.
Andrea Pollarini Presidente e fondatore della Scuola Superiore del Loisir e degli Eventi di Comunicazione di Rimini, un istituto di ricerca e consulenza che dal 2001 esplora sistematicamente l’area dei consumi vocazionali e dei “nuovi turismi” originati nella sfera del loisir. Studia i modi attraverso cui questi consumi interfacciano il sistema delle imprese e i sistemi turistici locali, arrivando a configurarsi come la prima struttura italiana specializzata in Tourism Design. Da oltre trent’anni si occupa – dal punto di vista professionale e didattico – di eventi di comunicazione e di consumi culturali. Ha collaborato con numerosi enti territoriali, istituzioni culturali, aziende e fiere alla realizzazione di eventi culturali e progetti di marketing territoriale. Ha tenuto e tiene corsi e seminari presso diverse università italiane (La Sapienza di Roma, Bocconi e IULM di Milano).

23 OTTOBRE
BERTRAM NIESSEN Project manager di cheFare
CHE FARE? UN PROGETTO D’INNOVAZIONE CULTURALE – Incontro con gli studenti
ORE 11.00 Istituto Statale d’Arte G. Sello – piazza I Maggio – Udine
Bertram Niessen Sociologo e artista elettronico. Si occupa di un ampio spettro di argomenti: spazi urbani, economia della cultura, DIY 2.0 e manifattura distribuita, culture della rete e della collaborazione, innovazione dal basso. È project manager di “cheFare”, un premio per progetti di innovazione culturale promosso da Doppiozero. Ricercatore, insegna Metodologia della ricerca, Sociologia della cultura, Sociologia urbana e Nuove tecnologie per la ricerca sociale in corsi graduate e post-graduate all’Università di Milano. È membro fondatore del collettivo sperimentale di arte elettronica Otolab, con il quale investiga la rappresentazione drammaturgica del suono. Insegna Performance Audiovisiva alla NABA di Milano. Collabora con Doppiozero, il Center for Digital Ethnography, la Foundation for P2P Alternatives. Scrive per Digicult e IL.

23 OTTOBRE
BERTRAM NIESSEN Project manager di cheFare
MANIFATTURE DIGITALI E TRASFORMAZIONI SOCIO-CULTURALI – Conferenza pubblica
ORE 17.00 BCC Manzano Filiale di Udine – via Gorghi 37 – Udine

24 OTTOBRE
MARCO DI CIANO LivingLabs Puglia, GIUSEPPE GRANIERI Saggista, promotore di Potenza Smart, RICCARDO LUNA Giornalista, Direttore Responsabile di Che Futuro!
TRA INFRASTRUTTURA TECNOLOGICA E INNOVAZIONE SOCIALE: DAL FABLAB AL LIVINGLAB –
Conferenza pubblica
Iniziativa promossa da Comune di Udine, Confartigianato, Future Forum
ORE 11.30 Casa Cavazzini – via Cavour 14 – Udine
Marco Di Ciano Responsabile degli Apulian ICT Living Labs della Regione Puglia, un “ecosistema aperto” dove l’utente partecipa attivamente al processo di ricerca e di sperimentazione di soluzioni innovative, ideate attraverso l’uso delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (ICT). Adottando questa metodologia, la Regione Puglia mette a disposizione delle piccole e medie aziende del settore gli strumenti finanziari per sviluppare e valorizzare – attraverso conoscenza condivisa e scambio tra ricercatori, imprese e gruppi organizzati di cittadini – nuovi prodotti e servizi per le aziende e le famiglie dell’intera regione.
Giuseppe Granieri Studioso dei fenomeni della rete, è uno degli esperti più autorevoli per quanto riguarda il web. Lavora come consulente per l’innovazione e insegna all’Università di Urbino, dove tiene laboratori di Social media e di Web 2.0. Esperto informatico – con laurea umanistica – è l’autore del primo blog aggregator. Scrive di innovazione e processi sociali per l’Espresso e la Stampa, le cui versioni online ospitano i blog a sua cura “Media Shift” e “Terza pagina”. È autore dei saggi Blog Generation (Laterza 2005); Società Digitale (Laterza 2006) e Umanità Accresciuta (Laterza 2009).
Riccardo Luna Giornalista, è stato il primo direttore dell’edizione italiana di Wired. Appassionato di “storie, idee e persone che cambiano il mondo”, dal settembre 2011 scrive di innovazione su Repubblica. È direttore responsabile di CheFuturo!, un blog e al contempo un progetto per sostenere l’innovazione in Italia, ed è uno degli autori del blog ilPost, diretto da Luca Sofri. È presidente di Wikitalia, una associazione che si propone di diffondere trasparenza, open data e partecipazione nella politica italiana usando la rete. È coordinatore dell’Innovation advisory board di Expo2015 e membro del board di Oxfam e di Building Green Futures.

24 OTTOBRE
BRUCE STERLING Scrittore e saggista
LE FORME DEL FUTURO – Conferenza pubblica
ORE 19.00 Aula 3 – Polo economico-giuridico – Università di Udine – via Tomadini 30 – Udine
Bruce Sterling Scrittore e giornalista, è autore di romanzi di fantascienza e saggi. Celebre per Mirrorshades – antologia di racconti del 1986 che ha contribuito a definire il filone cyberpunk – , critico della Rete e teorico del cyberspazio, è uno dei più attenti osservatori dell’impatto delle nuove tecnologie sulle nostre vite. Collabora con autorevoli testate internazionali (tra cui Time, Newsweek, The Wall Street Journal, the New York Times, Der Spiegel). Dal 2007 vive a Torino e scrive per La Stampa, dove cura insieme alla moglie Jasmina Tešanovi? la rubrica “Globalisti a Torino”. Collabora a Repubblica e all’edizione italiana di Wired. Tiene corsi intensivi di Media e Design alla European Graduate School. Tra i suoi romanzi più recenti: Cronache dal basso futuro (Mondadori 2005;) Artificial kid (Mondadori 2006); Il chiosco (Delos Book 2008); Atmosfera letale (Mondadori 2009). Tra i saggi: Giro di vite contro gli hacker (Mondadori 2004); Tomorrow Now. Come vivremo nei prossimi cinquant’anni (Mondadori 2004). È stato appena ripubblicato La forma del futuro (Apogeo Education 2013), una sorta di manifesto del design del XXI secolo.

Iniziativa ospite
25 OTTOBRE
APERTURA DI FACTORY BANCA MANZANO
ORE 18.00 BCC Manzano Filiale di Udine – piazzale 26 luglio – Udine
Per prenotazioni: [email protected]

COME CAMBIERANNO NEI PROSSIMI 15-20 ANNI LA TRASMISSIONE DEI SAPERI, LA SCUOLA, LA FORMAZIONE, I MEDIA, LE TECNOLOGIE DI CONNESSIONE E DI INTERAZIONE?
Lo sviluppo di una società basata sulla conoscenza richiede un investimento imponente nella formazione del capitale umano e sociale. Come si modificheranno in futuro i processi di trasmissione del sapere? Che ruolo giocheranno le nuove tecnologie? Basterà la complessità degli strumenti di cui già disponiamo? Aumenterà o diminuirà il peso del fattore umano in questi processi?

4-13 NOVEMBRE
A cura di Armando Massarenti

4 NOVEMBRE
CARSTEN BECK Copenhagen Institute for Future Studies, Copenaghen
NEW WAYS OF LEARNING, NEW TECHNOLOGIES, NEW WAYS OF WORKING – Workshop
ORE 9.00 Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine
Carsten Beck Economista e analista del Copenhagen Institute for Future Studies, think tank con sede in Danimarca e centro di ricerca internazionale tra i più autorevoli. Si occupa di analisi di settore, sviluppo del mercato del lavoro, sostenibilità, retail and consumer trends, megatrends, scenari futuri. Ha lavorato come project manager per agenzie governative, importanti aziende pubbliche e private in oltre 20 paesi di tutto il mondo.
4 NOVEMBRE
CARSTEN BECK Copenhagen Institute for Future Studies, Copenaghen
NEW WAYS OF LEARNING – NEW WAYS OF WORKING – Conferenza pubblica
ORE 17.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine

5 NOVEMBRE
SALVATORE GIULIANO Ideatore del progetto “Book in progress”, AGOSTINO QUADRINO Direttore editoriale di Garamond, MARIO ROTTA Project manager E-Form
LA SCUOLA DIGITALE. BOOK IN PROGRESS – Conferenza pubblica
ORE 17.00 Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Salvatore Giuliano Dirigente scolastico dell’ITIS Majorana di Brindisi, è ideatore e promotore del progetto “Book in Progress”, che ha messo in rete numerosi istituti scolastici di tutta Italia e coinvolge, al momento, oltre 800 docenti. Grazie alla piattaforma fornita dal progetto, i libri di testo delle varie discipline sono elaborati dai singoli insegnanti e poi stampati all’interno delle scuole. Book in progress consente così di variare i contenuti dei manuali sulla base delle reali esigenze didattiche e formative, valorizzando la funzione docente e migliorando significativamente l’apprendimento degli allievi. La piattaforma del progetto prevede inoltre video-lezioni e assistenza online a favore degli studenti. Per le famiglie l’iniziativa si traduce in un sensibile risparmio sulla spesa per l’acquisto dei libri di testo. L’istituto scolastico capofila del progetto è l’Itis Majorana di Brindisi.
Agostino Quadrino Direttore editoriale di Garamond. Ha insegnato per molti anni nelle scuole superiori di Roma e svolto attività di formazione e aggiornamento per docenti su temi di metodologia didattica e uso educativo delle tecnologie digitali e di rete. È autore di saggi filosofici sul pensiero di E. Lévinas e di testi scolastici per le scuole medie e superiori. Da 15 anni dirige Garamond, casa editrice impegnata nell’innovazione della scuola con la pubblicazione online di strumenti e contenuti per la didattica digitale – come l’ultimo nato “EduCloud” – in una logica di condivisione aperta dei saperi e di costruzione collaborativa della conoscenza come bene comune.
Mario Rotta Project manager, responsabile dei progetti di e-learning e formatore del Consorzio interuniversitario E-Form di Firenze. Si occupa di progettazione multimediale, progetti didattici in rete e formazione di e-tutor e figure professionali orientate all’e-learning. Già docente del master “Progettista e gestore di formazione in rete” all’Università di Firenze, ha collaborato con altre università, aziende e agenzie formative. Ha coordinato progetti di e-learning per conto di imprese, editori e per la pubblica amministrazione. È autore di diversi volumi sulla comunicazione multimediale, Internet ed e-learning, tra cui: Progettare Multimedia (Garamond 2000); Fare formazione in Internet (Erickson 2000); E-Tutor: identità e competenze (con M. Ranieri, Erickson 2005).

6 NOVEMBRE
MARCO MASELLA Presidente Scuola di Palo Alto
LA VALUTAZIONE DEL POTENZIALE – Conferenza pubblica
ORE 15.00 Sala Convegni CONFAPI FVG – Viale Ungheria 28 – Udine
Per prenotazioni: [email protected]
Marco Masella Presidente della Scuola di Palo Alto e CEO di Profiles International Italy. Studia e approfondisce le dinamiche aziendali relative al passaggio dall’economia industriale all’economia della conoscenza, con particolare attenzione alla valorizzazione dell’individuo come elemento cardine sul quale investire per garantire rapporti di mutuo profitto. La sua attività è focalizzata sullo sviluppo strategico, in una logica di costante attenzione e anticipazione delle esigenze emergenti nel mercato formativo sulla base dei mutamenti legati agli scenari economici e industriali. Key-note speaker con esperienza internazionale, svolge attività di consulenza strategica a livello imprenditoriale e direzionale. È autore di Sputnik Moment e co-autore di Le sfide del Fare e de La Bibbia da Bagno del Business, volumi editi dalla Scuola di Palo Alto.

7 NOVEMBRE
DERRICK DE KERCKHOVE Sociologo Università di Napoli Ferdinando II
IL BATTITO DEL WEB. COME LE EMOZIONI IN RETE MOTIVANO L’ATTIVISMO POLITICO, INFORMATIVO E PUBBLICITARIO – Incontro con gli studenti
ORE 9.00 Aula Magna – Liceo Scientifico N. Copernico – Udine
Derrick De Kerckhove Massmediologo di fama internazionale, insegna Sociologia della cultura digitale e Marketing e nuovi media all’Università di Napoli. Allievo ed erede intellettuale di Marshall McLuhan, è uno dei massimi studiosi della web society oltre che uno dei più autorevoli teorici della comunicazione. I suoi concetti di brainframes e di intelligenza connettiva sono al centro del dibattito contemporaneo. Ha diretto dal 1983 al 2008 il McLuhan Program in Culture & Technology dell’Università di Toronto, dove è tuttora docente. Poliglotta, tiene seminari in tutto il mondo. Tra i suoi saggi tradotti in italiano: Brainframes: mente, tecnologia mercato (Baskerville 1993); L’architettura dell’intelligenza (Testo&Immagine 2001); Transpolitica: nuovi rapporti di potere e di sapere (con V. Susca, Apogeo 2008); Il sapere digitale (con A. Buffardi, Liguori 2011).

7 NOVEMBRE
ALBERTO COTTICA Economista
WIKICRAZIA – DEMOCRAZIA NELL’ERA DELLA RETE – Conferenza pubblica
ORE 11.00 Sala Ajace – piazza Libertà – Udine
Alberto Cottica Economista, si occupa di economia creativa e digitale, con un forte interesse per le politiche di sviluppo. È esperto di politiche pubbliche collaborative e partecipazione online. Lavora al Consiglio d’Europa e all’Università di Alicante. Ha collaborato con il Ministero dello sviluppo economico come direttore di “Kublai”, il primo progetto dell’amministrazione centrale italiana basato sulle logiche del web 2.0. Il suo impegno è volto a rendere l’azione di governo più aperta, utilizzando Internet per attingere all’intelligenza collettiva dei cittadini. È autore di Wikicrazia (Navarra 2010). Come musicista ha suonato con i Modena City Ramblers, di cui è tra i fondatori.

7 NOVEMBRE
DERRICK DE KERCKHOVE Sociologo Università di Napoli Ferdinando II
IL BATTITO DEL WEB. COME LE EMOZIONI IN RETE CONDIZIONANO I COMPORTAMENTI DELLE IMPRESE E DEI MERCATI – Workshop
Al termine della conferenza SHOW CASES a cura di Friuli Innovazione
ORE 17.00 Friuli Future Forum – Via dei Calzolai 5/a (angolo via Savorgnana) – Udine

7 NOVEMBRE
LUCA DE BIASE Giornalista, STEFANO QUINTARELLI Responsabile area digital Gruppo 24 ore
Con la partecipazione di Telecomitalia
UDINE CITTÀ DELLA LUCE. LA RETE COME ACCELERATORE PER LE IMPRESE DEL TERRITORIO – Conferenza pubblica
Nell’ambito di FabLab
Iniziativa promossa da Comune di Udine, Confartigianato, Future Forum
ORE 17.30 Sala Ajace – piazza Libertà – Udine
Luca De Biase Giornalista del Sole 24 Ore. È presidente di Ahref, fondazione che si occupa della qualità dell’informazione nei social media, e direttore scientifico della Digital Accademia, centro per lo sviluppo della cultura digitale. È co-fondatore dell’associazione Italia Startup. Docente di Giornalismo e nuovi media presso l’Università IULM di Milano, è fondatore e direttore di “Nòva24”, l’inserto settimanale di scienza, tecnologia e creatività del Sole 24 Ore. Nel suo blog si occupa di economia della conoscenza, informazione e social media. È redattore del trimestrale Problemi dell’Informazione, edito da il Mulino. Ha scritto, tra gli altri, Giornalisti online: manuale di giornalismo nell’epoca di internet (Yema 2003); Economia della felicità. Dalla blogosfera al valore del dono e oltre (Feltrinelli 2007); Cambiare pagina. Per sopravvivere ai media della solitudine (Rizzoli 2011) e Scienza della conseguenza (40k 2012).
Stefano Quintarelli Informatico, è responsabile dell’area digital del Gruppo 24Ore. Viene considerato un pioniere del digitale in Italia: nel 1989 ha fondato MINERS (Milano Network Researchers and Students), associazione telematica studentesca italiana che, all’Università di Milano, ha realizzato la prima rete indipendente di posta elettronica in Italia e il primo sistema telematico per l’iscrizione agli esami universitari. La sua terza startup, I.Net – fondata nel 1994, quotata in Borsa e poi ceduta a British Telecom – è stata il primo Internet service provider professionale italiano. Il suo nome, in una indagine del Corriere della Sera, compare tra i “30 imprenditori più innovativi in Italia”. Appassionato di digitale, crede fermamente che la cultura dell’innovazione migliori la società e la vita delle persone.
Iniziativa ospite
8 NOVEMBRE
UDINE3D FORUM – VISIONI 3D DEL FUTURO
ALBERTO BARBERIS fondatore ProTocuBe e docente di Prototipazione rapida al NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano, MAURIZIO CAPORALI AIDILab, partner sviluppo progetto UDOO, MIRKO DANELUZZO fondatore e senior designer a Disguincio&co srl, docente di Computational design all’accademia di arti applicate LABA di Rimini, ANTONIO DE LORENZO Fondatore Computer Grafica e 3DArtist e docente di computer grafica.
LE FRONTIERE DI TECNOLOGIE 3D, MAKERS E BIG DATA NELLE VISIONI DI ALCUNI PROTAGONISTI – Convegno
Iniziativa promossa da Confartigianato Udine
ORE 09.00 Centro Culturale delle Grazie – via Pracchiuso 21 – Udine
Info e prenotazioni: www.udine3d.it

Alberto Barberis Ingegnere progettista, è project manager e fondatore di ProTocuBe, società che – nata nel 2006 dopo aver vinto la prima edizione del concorso per idee d’impresa ad alto contenuto tecnologico e innovativo “Start Cup-Torino-Piemonte” promosso dal Politecnico di Torino – offre competenze specifiche e consulenza lungo il processo di lavoro, dalle fasi ideative sino alla presentazione a terzi. Dal 2007 insegna disegno per la Prototipazione Rapida presso la Nuova Accademia delle Belle Arti di Milano. Ha collaborato con una importante società di ingegneria nel settore commerciale e promozionale ed è stato progettista e direttore lavori di interventi a carattere residenziale e commerciale.
Maurizio Caporali Ricercatore al Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Siena nel gruppo IDA Design Laboratory. Ha lavorato come product manager e interaction designer in aziende private, all’Università di Scienze Applicate della Svizzera occidentale e presso Arsnova, Accademia delle Arti Digitali. Laureato in matematica all’Università di Siena, con specializzazione in informatica, ha conseguito un dottorato di ricerca in Tecnologie dell’informazione e della comunicazione presso il Dipartimento di Ingegneria elettronica dell’Università di Firenze.
Mirko Daneluzzo Architetto progettista, è fondatore e senior designer di Disguincio & co a Pordenone. Insegna progettazione computazionale e Laboratorio di Progettazione presso l’Accademia delle arti applicate LABA di Rimini. Suoi lavori sono stati esposti a livello internazionale in sedi e contesti prestigiosi, tra cui la 12 ° Biennale di Architettura di Venezia, la Biennale di Pechino 2010, l’Albertina Passage a Vienna, il Beyond Media Festival a Firenze.
Antonio De Lorenzo Giornalista e docente di animazione e grafica 3D presso l’Istituto Quasar di Roma, struttura di ricerca e formazione orientata allo studio e alla progettazione dell’ambiente, degli oggetti e delle nuove forme comunicative. Più volte vincitore del premio Kodak per la computer grafica, è tra i primi in Italia a viverne pionieristicamente la nascita su workstation prima e su personal computer poi. Nel ’95 ha fondato con il fratello la Imago Edizioni, casa editrice specializzata in riviste e manuali dedicati alla computer grafica 3D. Ha tenuto e coordina corsi presso diverse università e scuole, collabora con numerose testate ed è attivo in produzioni grafiche 3D.

VIKTOR MAYER-SCHÖNBERGER Internet Institute Università di Oxford
BIG DATA: A REVOLUTION THAT WILL TRANSFORM ECONOMY AND SOCIETY – Conferenza pubblica
ORE 11.30 Centro Culturale delle Grazie – via Pracchiuso 21 – Udine
Info e prenotazioni: www.udine3d.it

Iniziativa ospite
8 NOVEMBRE
MAURIZIO CINELLI Giuslavorista esperto di welfare, DOMENICO GAROFALO Esperto di mercato del lavoro, TIZIANO TREU Senatore ex Ministro del Lavoro, GIUSEPPE TUCCI Privatista
WELFARE E DIRITTI. LAVORO E PREVIDENZA GUARDANDO AL FUTURO – Convegno
A cura di Marina Brollo e Valeria Filì, Università di Udine
ore 14.30 Aula 3 – Polo Economico-giuridico – Università di Udine – via Tomadini 30 – Udine
Maurizio Cinelli Insegna Diritto del lavoro all’Università di Macerata. Avvocato, fa parte del comitato scientifico della Scuola Superiore dell’Avvocatura, Fondazione del Consiglio nazionale forense, ed è stato componente di diverse commissioni al Ministero del lavoro e al Ministero della Giustizia (riforma previdenziale; testo unico della legislazione previdenziale; riforma del processo del lavoro). Dirige la Rivista del diritto della sicurezza sociale oltre ad alcune collane editoriali di settore. È autore del manuale Diritto della previdenza sociale (Giappichelli 2012) e di numerose pubblicazioni in materia di diritto del lavoro e diritto civile.
Domenico Garofalo Professore ordinario di Diritto del lavoro all’Università di Bari, è docente dei Master in Diritto del lavoro e gestione del personale e di Diritto del rapporto di lavoro alle dipendenze delle Pubbliche amministrazioni. È membro del direttivo dell’Associazione italiana di diritto del lavoro e della sicurezza sociale e autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto del lavoro, diritto del mercato del lavoro e diritto della previdenza sociale.
Tiziano Treu Senatore della Repubblica Italiana, è vice presidente della Commissione permanente su Lavoro e previdenza sociale. Già ministro del Lavoro nei governi Dini (1995), Prodi (1996) e ministro dei Trasporti nel governo D’Alema (1998), dal 2001 ha fatto parte, come senatore, di numerose commissioni ministeriali. Il suo nome è legato al cosiddetto “Pacchetto Treu” da cui trae origine la legge 196/97 (“Norme in materia di promozione dell’occupazione”) con cui il lavoro interinale e altre forme contrattuali di lavoro atipico hanno ottenuto riconoscimento legislativo da parte dell’ordinamento italiano. Docente emerito e già professore ordinario all’Università Cattolica di Milano, ha insegnato anche all’Univesità di Pavia e in atenei stranieri, tra cui Parigi X, Università Cattolica di Lovanio, Sophia University di Tokyo. Autore di numerose pubblicazioni, nella sua attività di studioso ha tenuto una stretta collaborazione con il sindacato (in particolare la Cisl) e con diverse associazioni internazionali di diritto del lavoro e relazioni industriali.
Giuseppe Tucci Già Professore ordinario di Diritto civile all’Università di Bari, collabora e svolge in modo
continuativo attività di ricerca presso l’Istituto Internazionale per l’unificazione del Diritto Privato. Avvocato, è autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto civile.

VIKTOR MAYER-SCHÖNBERGER Internet Institute Università di Oxford
LA GESTIONE DEI BIG DATA – Workshop
ORE 18.00 Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine
Viktor Mayer-Schönberger Professore di Internet Governance and Regulation all’Internet Institute dell’Università di Oxford. Già docente della School of Management all’Università di Harvard, si occupa di Internet governance e del ruolo dell’informazione in una economia di rete. È consulente del World Economic Forum e di numerose istituzioni e aziende, tra cui Microsoft, oltre che del governo austriaco per quanto concerne l’innovation policy. Tra i suoi saggi, è stato pubblicato anche in italiano il pluripremiato Delete. Il diritto all’oblio nell’era digitale (Egea 2013). Le proposte avanzate nel libro si stanno traducendo in politiche effettive dell’Unione Europea.

Iniziativa ospite
8-9 NOVEMBRE
UDINE3D FORUM – VISIONI 3D DEL FUTURO
WORKSHOP TECNICI
Una serie di 20 workshop tecnici sui principali software di disegno e modellazione 3d su tre filoni dedicati a architettura e design, ingegneria e prototipazione, grafica e animazione con: Rainbow Academy, Andrea Vattovani Architecture, Federico Lenarduzzi (Fermat Design – Archicad), Daniele “Danko” Angelozzi (Z-Brush), Autodesk, Riccardo Gatti (Rhinoceros), Francesco Milanese (Blender), Alberto Barberis (Protocube), Cinema 4d, Wakom, Officine Arduino.
Iniziativa promossa da Confartigianato Udine
ORE 9.00 Centro Culturale Alle Grazie – via Pracchiuso 21 – Udine
Info e prenotazioni: www.udine3d.it

12 NOVEMBRE
ALBERTO ABRUZZESE Sociologo, scrittore e saggista, IVANHOE LO BELLO Vice presidente per Education di Confindustria, ARMANDO MASSARENTI Responsabile del supplemento culturale “Domenica” del Sole 24 Ore.
OLTRE LA SCUOLA, OLTRE L’IMPRESA – Conferenza pubblica
ore 15.00 – Sala Valduga – Camera di Commercio – piazza Venerio 8 – Udine
Alberto Abruzzese Insegna Sociologia dei processi culturali e comunicativi allo IULM di Milano, dove è responsabile scientifico del Master in Management dei processi creativi. Esperto delle problematiche legate alla comunicazione e ai new media, ha svolto attività di ricerca e consulenza per aziende private e pubbliche, per il CNR e per il Ministero dei Beni Culturali. Autore di numorese pubblicazioni, vanta un’intensa attività pubblicistica su quotidiani e periodici (Rinascita, Manifesto, Espresso, Mattino) e interviene sulle strategie espressive e sulle politiche culturali di cinema, tv, informazione. È autore di saggi sulla comunicazione e sui nuovi media, tra i quali: L’Intelligenza del mondo, fondamenti di storia e teoria dell’immaginario (Meltemi 2001), L’occhio di Joker. Cinema e modernità (Carocci 2006); Contro l’Occidente. Analfabeti di tutto il mondo uniamoci (Bevivino 2010); Il crepuscolo dei barbari (Bevivino 2011); Forme estetiche e società di massa (Marsilio 2011).
Ivanhoe Lo Bello Vice presidente per l’Education di Confindustria e vice presidente di Unioncamere. Imprenditore, è socio e amministratore di altre società industriali. È stato presidente di Confindustria Sicilia e ha fatto parte del Direttivo e della Giunta di Confindustria.
Armando Massarenti Giornalista e filosofo, è responsabile del supplemento culturale “Domenica” del Sole-24 Ore, dove si occupa di storia e filosofia della scienza, filosofia morale e politica, etica applicata, e dove tiene la rubrica “Filosofia minima”. È direttore della rivista Etica ed economia e autore di numerose pubblicazioni. Ha ricevuto per la sua attività giornalistica e pubblicistica diversi prestigiosi premi.

13 NOVEMBRE
PAOLO CACCIATO Presidente di Asian Studies Group ed esperto di marketing internazionale in Cina, MAURA DI MAURO Progettista esperta di sistemi formativi e di cultura d’impresa in America Latina, PAOLO PALAMITI Consigliere parlamentare europeo e docente di economia internazionale, economia e filosofia, politica economica europea, JOHN SHEHATA Responsabile Desk Africa, Medio Oriente e Golfo presso Orrick, Herrington & Sutcliffe
FUTURO CON L’ANIMA: Far ripartire la crescita economica investendo sulle future generazioni – Conferenza pubblica
A cura di Annalisa Chirico e Paolo Palamiti
ORE 11.00 – Aula Magna Liceo C. Percoto – via Leicht – Udine
Paolo Cacciato Direttore editoriale di Corriere Asia-Hong Kong e managing director di Asian Studies Group, associazione multidisciplinare specializzata in formazione specialistica, consulenza, mediazione progettuale e marketing strategy in Cina, Giappone e Corea. È direttore di ADMEA-Advisory for Development and Marketing on Eastern Asia, studio di consulenza per lo sviluppo e il marketing di impresa in Asia orientale; consulente d’impresa per programmi di internazionalizzazione e b2b assistito in collaborazione con enti paragovernativi e camere di commercio; docente e formatore per programmi di business culture e business mediation inerenti all’area East Asia, con particolare attenzione all’aspetto socio-linguistico e all’analisi del mercato secondo diversificazione di prodotti e brand awarness.
Maura di Mauro Formatrice, coach e consulente interculturale. È specializzata nell’analisi delle esigenze formative, nella progettazione ed erogazione di percorsi di valutazione e sviluppo di competenze manageriali per lo sviluppo e l’internazionalizzazione d’impresa. Si occupa di Diversity Management, comunicazione e management interculturale, lavorando in Italia e all’estero. È nel board di SIETAR (Society for Intercultural Education, Training and Research)-Italia ed Europa e di AIF (Associazione Italiana Formatori)-Lombardia. Ha scritto diversi articoli e ha partecipato a numerosi convegni sul tema della formazione interculturale. È autrice di Organizzazioni e differenze. Strumenti, pratiche e percorsi formativi (Franco Angeli 2010).
Paolo Palamiti Consigliere parlamentare europeo, ha lavorato come funzionario presso la Direzione generale per la Presidenza. Al servizio delle istituzioni europee da dieci anni, si è occupato di regolamentazione del mercato interno, di normativa europea sull’ambiente, di relazioni esterne dell’Unione Europea e di bilancio comunitario. Laureato in economia alla Bocconi, si è specializzato in politica internazionale presso l’ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale), in matematica presso la Normale di Parigi e l’Università di Milano e in filosofia con un Master in filosofia ed economia presso l’Erasmus University di Rotterdam. Prosegue la sua attività di ricerca e d’insegnamento presso l’Università Bocconi, l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale e l’Istituto Universitario Sophia
John Shehata Special Counsel presso lo studio legale internazionale Orrick, Herrington & Sutcliffe, assiste imprese italiane e straniere nella gestione e prevenzione dei rischi connessi all’attività d’impresa in Africa, Medio Oriente e nel Golfo Persico. Ha una consolidata esperienza nel settore Life Sciences & Healthcare. Avvocato, con Master in International Healthcare Management, Economics and Policies conseguito presso la SDA Bocconi School of Management, è ora dottorando di ricerca in Economia e management della sanità all’Università Cattolica di Roma, dove partecipa attivamente al Centro di Salute Globale per i rapporti col mondo arabo.

13 NOVEMBRE
LUIGINO BRUNI Professore ordinario in Economia politica all’Università Lumsa di Roma e direttore del Comitato Scientifico della Scuola di Economia Civile, ENRICO CASTROVILLI AEE Italia, GABRIELLA ZANOCCO Dirigente scolastica, PAOLO PALAMITI Consigliere parlamentare europeo e docente di economia internazionale – economia e filosofia – politica economica europea
FUTURO CON L’ANIMA: Far ripartire la crescita economica investendo sulle future generazioni: il caso del Liceo Economico Sociale – Workshop
A cura di Annalisa Chirico e Paolo Palamiti
ORE 16.00 – Sala dell’Economia – Camera di Commercio – piazza Venerio 9 – Udine

Luigino Bruni Professore Ordinario di Economia Politica presso il Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne dell’Universita? Lumsa di Roma, è vicedirettore del Centro Interuniversitario EconomEtica e coordinatore del progetto “Economia di Comunione”. Attento studioso dei processi economici, ha proposto – con Stefano Zamagni – una teoria economica di mercato alternativa a quella capitalistica, l’economia civile, che persegue come fine il bene comune, disegnando un modello etico di sviluppo globale. Editorialista di Avvenire, è autore di numerosi libri, tradotti anche in altre lingue. Tra gli altri: Economia civile (con S. Zamagni, Il Mulino 2004); Il prezzo della gratuità (Città Nuova 2006); L’Impresa civile (Egea 2009); Microeconomia (con L. Becchetti e S. Zamagni, Il Mulino 2010); Le nuove virtù del mercato nell’era dei beni comuni (Città Nuova 2012); Economia con l’Anima (Emi 2013).
Enrico Castrovilli Presidente dell’Associazione Europea per l’Educazione Economica AEEE-Italia dal 2000 al 2013, fa ora parte del Consiglio direttivo dell’associazione. Ha insegnato Diritto ed Economia negli istituti tecnici e negli ultimi anni si è impegnato a sostenere la necessità dell’educazione finanziaria nelle scuole, in particolare nei nuovi licei economico-sociali. Giornalista pubblicista, è autore di testi scolastici (per Simone-Esse Libri e per Marietti-Petrini, con Roberto Fini) e dei libri Dalla scuola al lavoro (con T. Pedrizzi, La Nuova Italia 2001); Cultura economica nei licei (con T. Pedrizzi, Franco Angeli 2008) e Educazione finanziaria a scuola (Guerini e Associati 2011).
Gabriella Zanocco Dirigente scolastica dell’ISIS “Caterina Percoto” di Udine dal 2010, ha rivestito la stessa funzione presso l’ISIS “Pio Paschini” di Tolmezzo ed è stata docente di Lettere presso diverse scuole secondarie di II grado della provincia. È referente di alcuni progetti regionali per le scuole in relazione alla formazione linguistica, all’avvio di progetti europei e all’educazione alla salute. È consigliere dell’Associazione “Casa per l’Europa” di Gemona.

PROSSIMAMENTE FUTURE FORUM NOVEMBRE
Come cambieranno nei prossimi 15-20 anni le città, i centri storici, le periferie, i modi dell’autogoverno, le forme collaborative?
Quale sarà il destino dei centri storici delle città medio-piccole? E quello delle aree periferiche? Il riuso dei materiali diventerà la regola di un nuovo sistema di valori? Quali saranno le nuove forme collaborative su cui si reggerà il patto di cittadinanza? E fin dove si spingeranno i modelli di autogoverno delle città e dei territori?

18-22 NOVEMBRE
A cura di Alessandro Verona
Ne discuteranno tra gli altri: Debra Mountford/OCSE, Francesco Cazzaro/Federazione Comuni Camposampierese, Andreas Delleske/Forum di Vauban, don Antonio Loffredo, Claudio Cipollini/ReteCamere, Lionel Devlieger/ROTOR, Enzo Barazza e allievi ITC Deganutti, Paola Annoni/Commissione Europea, Dilip Rahulan/Pacific Controls, Michele De Nigris/RSE, Roberto Siagri/Eurotech, Norman Longworth/Università di Stirling, Cristina Conti, Stefano Maurizio, Vittorio Foramitti, Rossano Ercolini, Antonello Caporale

Come cambieranno nei prossimi 15-20 anni la ricerca, il biotech, il cibo, la nutrizione, l’energia?
Il futuro che ci attende sarà basato su un nuovo accordo fra le esigenze dell’umanità e quelle dell’ambiente. Come contribuirà a questo equilibrio la ricerca scientifica e quali limiti saranno posti alla sperimentazione? Come potremno produrre tutto ciò che servirà alla popolazione futura, già sapendo che quanto oggi abbiamo non sarà sufficiente? Le ricerche sul DNA porteranno a nuove tipologie di cibo e di prodotto? Come verrà prodotta l’ingente quantità di energia che continua a esserci necessaria e sta finendo?

25-29 NOVEMBRE

A cura di Michele Morgante
Ne discuteranno tra gli altri: Barbara Mazur/DuPont, Kurt Schmidinger/Future FOOD, Michele Morgante/Università di Udine, Brinda Dalal/Institute for the Future, Ivana Capozza/OCSE; Stefano Baroni e Raffaella Rumiati/SISSA

Il programma è in costante evoluzione e potrebbe subire alcune modifiche o integrazioni. Gli aggiornamenti sono sempre disponibili sul sito www.futureforum.it (accessibile anche dalla home page di Friuli Future Forum, www.friulifutureforum.com)

Camera di Commercio di Udine
Progetto Friuli Future Forum

Con il patrocinio di
Regione Friuli Venezia Giulia
Comune di Udine

Comitato d’onore
Giovanni Da Pozzo (Presidente)
Debora Serracchiani
Alberto De Toni
Sergio Arzeni

Partner scientifici
OCSE, Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico – Parigi
Institute for the future Iftf – Palo Alto
Copenhagen Institute for future studies – Copenhagen

in collaborazione con
Università degli Studi di Udine
Friuli Innovazione
Associazione culturale vicino/lontano
Enterprise Europe Network

Progetto
Renato Quaglia (project manager)
Daniele Pittèri
Maria Lucia Pilutti
Alessandro Verona
Paolo Ermano
Michele Morgante
Manuela Croatto

Comitato scientifico
Marina Brollo
Maria Chiarvesio
Claudio Cipollini
Leopoldo Coen
Fabio Feruglio
Vittorio Foramitti
Gianluca Foresti
Francesco Marangon
Armando Massarenti
Michele Morgante
Gioacchino Nardin
Guido Nassimbeni
Roberto Siagri

Curatori tematici
Armando Massarenti
Michele Morgante
Guido Nassimbeni
Daniele Pittéri
Renato Quaglia
Alessandro Verona

Curatori di sezione
Roberto Calugi
Annalisa Chirico
Walter Filiputti
Giorgio Jannis
Paolo Palamiti
Vanni Treu
Gino Zottis

facebook
1.266