Bearzi

Friuli Venezia Giulia: passi in avanti nella copertura della fibra ottica

internet fibra

L’Italia è un Paese che al momento non sta brillando, soprattutto da un punto di vista economico. Eppure, le intenzioni sono quelle di porre rimedio ad alcune disattenzioni che hanno caratterizzato gli anni passati. Fra queste troviamo il ritardo nella digitalizzazione: un ritardo che, piano piano, si sta colmando in regioni come ad esempio il Friuli Venezia Giulia. L’intenzione dell’Agenda Digitale, infatti, è di portare l’Italia al livello delle altre nazioni europee: l’obbligo, invece, è di farlo entro in 2020. Nonostante le comprensibili pressioni da parte dell’Unione Europea, il nostro Paese ci sta mettendo un impegno tale da far ben sperare. E che potrebbe portarci a bruciare le tappe. Il discorso che tratteremo oggi si limita alla questione della fibra ottica, e all’installazione delle tecnologie necessarie per una copertura di livello. Qual è la situazione in Friuli Venezia Giulia?

Friuli Venezia Giulia: la fibra ottica diverrà realtà

Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni italiane che si stanno muovendo in un’ottica di prospettiva. Nonostante la presenza di alcune lacune, esse si stanno colmando con il passare delle settimane. Il territorio, infatti, per caratteristiche fisiche necessita di una programmazione molto particolare: la collocazione delle infrastrutture, qui più che altrove, richiede tempo e pazienza. Eppure, la fibra rientra ampiamente nei programmi a breve termine della regione: l’obiettivo è dotare quanto prima il territorio di una copertura all’avanguardia. Il progetto previsto per la banda ultra larga (BUL) punterà sull’installazione di oltre 250.000 chilometri di cavi in fibra: inoltre, la previsione è di coprire circa 217 comuni con questa tecnologia di connessione. Per farsi un’idea della situazione attuale oggi è comunque possibile controllare la copertura della fibra visitando siti come quello di Vodafone, dove si può verificare se un preciso numero civico risulta coperto o meno dalla banda larga.

Digitalizzazione: l’importanza di questo processo

Il processo di digitalizzazione che a breve investirà il Friuli Venezia Giulia, appare determinante per la crescita della regione. Non è un caso che il BUL preveda specificatamente la copertura degli uffici pubblici con la fibra: lo scopo è quello di migliorare i servizi, come ad esempio le pubbliche amministrazioni e gli ospedali. Anche le scuole saranno fra le prime a beneficiare della banda ultra larga: così come le università, che ne trarranno grandi vantaggi in termini di ricerca. Ma la portata di questo processo investe ovviamente anche la sfera del privato: le aziende in primis, che digitalizzandosi potranno rendersi più competitive e performanti. Ma anche le case dei friulani godranno dei benefici della fibra: le connessioni in fibra ottica, infatti, permetteranno di navigare ad una velocità di molto superiore rispetto all’ADSL. Per quanto riguarda le imprese, esse potranno contenere le spese grazie al digitale. E invadere i mercati esteri grazie all’e-commerce. Infine, automatizzeranno alcuni processi con i software appositi.

facebook
2.586