Gemona: cinema in friulano “Nûfcent” – 3 dic 2014

Nufcent2Gli ultimi due appuntamenti della rassegna cinematografica in lingua friulana a cura del Comune di Gemona e della Cineteca del Friuli, in corso al Cinema Teatro Sociale di Gemona, offrono l’occasione di vedere o rivedere due delle opere più interessanti nel panorama del cinema documentario friulano.
Mercoledì 3 dicembre alle 21, Dorino Minigutti presenta il suo Nûfcent: Videosclesis dal Friûl (2004-2007), sceneggiato da Paolo Patui e co-prodotto da R.A.M. (Ricerche Audiovisive e Multimediali) e RAI FVG. Questa serie di “brevi documentari di creazione” è un modo originale di raccontare il Novecento friulano attraverso dieci piccole storie, ognuna delle quali narra un decennio del secolo. Le immagini sono frammenti, fotogrammi da filmati storici tratti dagli archivi regionali (fra cui la stessa Cineteca del Friuli) home movie. Mostrano grandi eventi, momenti collettivi, vicende personali, e sono uniti e resi ancora più suggestivi dal commento di Paolo Patui. Senza avere la pretesa di illustrare tutta la storia del ‘900, Nûfcent fa riemergere la memoria personale e collettiva di questa terra rendendola non solo intellegibile ma significativa per il presente, e traccia un possibile percorso verso un rinnovamento dell’approccio alla storia e all’utilizzo degli archivi.

Regista e produttore indipendente, Dorino Minigutti è autore di numerosi documentari (tra i più recenti, Oltre il filo, sul campo di concentramento di Gonars). Nûfcent ha vinto il Premio Mario Quargnolo alla Mostre dal Cine Furlan (2007), il 1° Premio Renato Appi (2006) e la Menzione Videoland (2005) ed è stato presentato, fra gli altri, al Trieste Film Festival (2005) e al Festival Internacional del Cine de Uruguay (2008).

La rassegna in lingua friulana, realizzata in collaborazione con AUSER Alto Friuli e con il sostegno dell’ARLeF (Agjenzie Regionâl pe Lenghe furlane), terminerà mercoledì 10 dicembre con Farcadice Diaris di Viaç di Carlo Della Vedova e Luca Peresson, serie sull’emigrazione friulana in Argentina, Canada, Belgio, Sudafrica e Italia. A presentare il loro lavoro al pubblico ci saranno come sempre gli autori.
Ingresso libero. Info: 0432 980458.

853