Georgiano morto: incontro per rapporto sessuale

LADRO-VIA-PIAVE
L’incontro tra l’anziano udinese e il cittadino georgiano non sarebbe avvenuto perché lo straniero intendeva rapinare l’italiano ma per avere un rapporto sessuale.
Emerge da una ricostruzione più precisa fatta dalla Polizia. Il georgiano sarebbe salito in casa dell’ anziano aver pattuito un accordo. Dopo qualche ora, però, tra i due ci sarebbe stato un diverbio e lo straniero avrebbe colpito l’anziano almeno un paio di volte alla testa con un oggetto. L’udinese allora sarebbe scappato rifugiandosi in cantina, dove lo ha trovato la Polizia.
L’aggressore, forse nel tentativo di lasciare la casa e probabilmente in uno stato di alterazione alcolica, si è arrampicato sulla grondaia ma è caduto.
Il 34enne viveva in Italia da tempo ed aveva un regolare permesso di soggiorno rilasciato in un’altra città. A Udine era arrivato probabilmente da poco. È stato un passante, che lo ha trovato a terra, a chiamare i soccorsi.
L’anziano, invece, è stato portato in ospedale per accertamenti

20 gennaio ore 9 Un furto in appartamento finito in tragedia. Il georgiano che stava tentando il furto in una abitazione di Via Piave, proprio davanti alla prefettura, ha perso l’equilibrio per circostanze non ben definite finendo per cadere dal quarto piano sbattendo violentemente a terra. L’arrivo dei sanitari non è bastato per salvare l’uomo di cui non si conoscono ancora le generalità che è morto durante il trasporto in ospedale.
Negli ultimi minuti starebbero emergendo delle circostanze a sfondo sessuale fra il presunto derubato e la vittima del “volo.

966