PopSockets

Giornata internazionale Numero unico 112

Ricordare ai cittadini l’importanza del numero unico e, al contempo, far conoscere loro – attraverso una campagna social – chi sono gli operatori che quotidianamente svolgono questo importante compito a favore della collettività. È questo lo scopo della giornata internazionale del Numero unico di emergenza europeo 112, che si celebra ogni anno l’11 di febbraio e coinvolge anche quanti prestano servizio nella sede operativa di Palmanova.

Negli anni la campagna che punta ad accentuare la consapevolezza sull’importanza del numero unico di emergenza è stata veicolata attraverso visite guidate alle centrali uniche di risposta e con attività nelle scuole e nel corso di seminari e convegni. Quest’anno, a causa dell’emergenza coronavirus, il classico appuntamento con l’open day presso il centro operativo della Protezione civile di Palmanova non potrà svolgersi in presenza. Tuttavia sarà attiva una campagna social che permetterà ai professionisti dell’emergenza e coloro che hanno avuto bisogno di essere soccorsi di scambiarsi reciprocamente un ringraziamento. Per questo motivo sono stati creati gli hashtag ufficiali #112Day2021 e #thankyouchain che permetteranno di identificare i messaggi della campagna di sensibilizzazione e di promozione dell’attività legata la numero unico europeo dell’emergenza. 

“Condivido pienamente l’iniziativa europea – commenta il vicegovernatore della Regione con delega alla Protezione civile Riccardo Riccardi -, sono il primo a ringraziare gli operatori del numero unico di emergenza per il loro servizio prestato a favore dei cittadini del Friuli Venezia Giulia e invito tutti i corregionali a ringraziarli assieme a me sui social. È questo un momento di grande importanza perché permette da un lato di far uscire dall’ombra e dare la giusta visibilità a coloro che svolgono quotidianamente un preziosissimo lavoro a favore della collettività. Dall’altro lato, questa campagna social consente anche di promuovere un servizio di fondamentale importanza ed il cui valore lo si può provare ‘con mano’ nei momenti di criticità”. 

Il servizio del Numero unico di emergenza europeo è attivo in Friuli Venezia Giulia dal 4 aprile 2017 e ha sede presso il centro operativo della Protezione civile regionale di Palmanova. Sono 35 gli operatori che con turnazioni garantiscono la copertura h24, 7 giorni su 7. Complessivamente sono state processate quasi 2,5 milioni di chiamate e nell’anno appena trascorso, mentre sono state 640 mila le chiamate pervenute di cui 47% non di emergenza. Le chiamate di emergenza sanitaria sono state la maggioranza con il 30% seguite dalle richieste di soccorso per le forze dell’ordine 19% (Polizia, Carabinieri, Guardia Costiera) e dal soccorso tecnico urgente dei Vigili del Fuoco per il 4%. È attiva anche l’app salvavita Whereareyou scaricabile gratuitamente dagli store che consente la localizzazione immediata del chiamante oltre ai dati dello stesso, ottimizzando quindi il servizio di soccorso al cittadino.

facebook
267