Bearzi

Gorizia: Hungarian state folk ensemble al Verdi – 11 apr 2015

hungarian_state_folk_ensembleGorizia, 8 aprile 2015 – Danza della tradizione ed elementi di danza contemporanea: un abbinamento che è il punto di forza dell’Hungarian State Folk Ensemble, compagnia che presenta tutti i generi folcloristici ungheresi. Un viaggio nelle musiche e nei ritmi magiari, che gli spettatori del Teatro Verdi di Gorizia potranno fare sabato 11 aprile, con inizio alle 20.45. Lo spettacolo, inserito nel cartellone dei Grandi eventi, rientra nell’Abbonamento Primavera, la promozione pensata dal Comune per permettere di assistere a tre degli appuntamenti conclusivi della stagione 2014/02015 a un prezzo particolarmente conveniente. Informazioni in biglietteria, aperta da lunedì a sabato dalle 17 alle 19.
Dal 1951 la Hungarian State Folk Ensemble conserva e diffonde i tesori del folclore ungherese. Dalla musica storica a quella popolare, dalla danza ai giochi drammatizzati e tradizionali, il suo repertorio variegato ne ha fatto uno degli ensemble più conosciuti del panorama mondiale. Oggi il repertorio della compagnia ha caratteristiche tradizionali e contemporanee: le prime danno una rappresentazione veritiera della vita tradizionale, mentre la danza-teatro mostra il folclore come linguaggio per comunicare un messaggio nuovo. L’Hungarian State Folk Ensemble nell’esecuzione di “Rapsodia ungherese” fornisce un esempio di danza ungherese comprendente tutte le peculiarità del genere, prendendo ispirazione dalla musica popolare e dalla danza della tradizione, con ritmi tumultuosi, emozioni forti e appassionate. Quasi un viaggio nel tempo, che trasmette un messaggio eterno: ancora oggi, in un’omogenea e superficiale cultura globale, abbiamo una cultura che è unica.
Con l’Abbonamento Primavera si potrà assistere agli ultimi tre spettacoli della stagione del Verdi: sabato 11 aprile si potrà fare un viaggio nel folclore magiaro con l’Hungarian State Folk Ensemble, per poi passare alla Prosa mercoledì 22 aprile con “Othello l’H è muta”, con i travolgenti Oblivion, per finire coni ritmi cubani del nuovo allestimento di “Havana song and dance” giovedì 7 maggio. I prezzi, di carattere promozionale, variano a seconda che si scelga Platea, Prima Galleria o Seconda Galleria, con la distinzione tra Intero, Ridotto e Giovani. Per fare un esempio, in Platea per la Prosa si va dai 15 euro dell’Intero ai 14 del Ridotto e agli 11 dei Giovani, per i Grandi eventi i costi variano dai 19 euro della Platea ai 16 della Prima galleria e ai 13 della Seconda.

facebook
646