Udine

graphistudio_brescia

Finisce in parità l’eurosfida tra Graphistudio e Brescia che si dividono la posta in palio al termine di una gara avvincente e ben giocata da entrambe le squadre. Dopo venti minuti praticamente perfetti delle lombarde, che trovano il gol con Cernoia, il Tavagnacco acciuffa il pareggio con Sorvillo e poi esce alla distanza. Nel secondo tempo le friulane sfiorano a più riprese il gol ma una grande Brunozzi evita la capitolazione, mentre sul versante opposto le leonesse si rendono sempre insidiose dalle parti di Marchitelli. Parte subito a razzo il Brescia, e dopo solo tre minuti si fa già minaccioso con Sabatino che defilata sulla sinistra scaglia un tiro che sbatte sulla traversa. Le rondinelle, ben messe in campo da mister Grilli, iniziano a produrre un bel calcio, mentre la squadra di casa fatica a trovare le giuste distanze tra i reparti. Al 8′ ci prova Gozzi da fuori con un rasoterra insidioso ma Marchitelli non ha problemi e si fa trovare pronta. La squadra lombarda riesce a bloccare le geometrie gialloblu e passa meritatamente al 24′: sugli sviluppi di un corner, Alborghetti fa da ponte per Cernoia, la quale, nell’area piccola tocca appena la sfera, anticipando Marchitelli. Le ragazze di Bearzi, non si danno per vinte, e riescono a trovare il pari al 35′ per mano di Sorvillo: l’ex difensore della Torres, è abile a correggere di testa, la punizione dal limite di Bonetti. Il goal del pari galvanizza le ragazze di mister Bearzi che crescono, mentre, il Brescia, dopo il grande avvio, inizia a calare. Al 40′, ottimo filtrante di Bonetti per Di Filippo, ma il diagonale del capitano gialloblu esce di poco. Nel finale del primo tempo, sugli sviluppi di una punizione, dopo una corta respinta di Sorvillo, Zizioli spara alto. La prima frazione di gioco termina 1-1.
In avvio di ripresa il Brescia è il primo a pungere : al 53′ uscita da brividi di Marchitelli su una lunga punizione dalle retrovie bresciane, che costringe Donà a rifugiarsi in corner. Al 56′, azione solitaria in contropiede di Alborghetti con conclusione che viene respinta di pugno dal portiere friulano. La Graphistudio prova a rispondere con una debole punizione di Parisi. Al 64′, perfetta uscita di Marchitelli di piede su Alborghetti lanciata a rete di Cernoia. La squadra di Bearzi guadagna metri in campo e riprende in mano il pallino del gioco. Al 66′ sulla sinistra cross di Riboldi per la testa di Bonetti ma l’incornata è debole. Un minuto dopo, sulla fascia opposta, Bonetti innesca Riboldi, ma il bomber gialloblu stacca malamente con palla che va alta. Mister Bearzi, prova a mescolare le carte, inserendo Brumana e Stabile. Il Tavagnacco aumenta il forcing per cercare il goal vittoria e al 83′ Ilaria Mauro a tu per tu con Brunozzi si divora la rete del 2-1. Il suo rasoterra è telefonato e il portiere bresciano para in presa bassa. Le ultime due occasioni delle locali portano la firma di Parisi e Bonetti, ma i loro tiri mancano il bersaglio grosso. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro manda in archivio il big match della ventiduesima giornata che
accontenta il Tavagnacco e nobilita il Brescia.

GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO-BRESCIA FEMMINILE 1-1 (1°t. 1-1)
Reti: al 24′ Cernoia (Bs) e al 35′ Sorvillo.

GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO: Marchitelli, Neboli, Donà, Martinelli, Sorvillo,
Tommasella (Stabile 24st), Bonetti, Parisi, Mauro, Di Filippo (Brumana 24st), Riboldi.
All. Bearzi.

BRESCIA: Brunozzi, Ferrandi (Previtali 14st), D’Adda, Zizioli, Schiavi, Gozzi, Paliotti,
Alborghetti, Sabatino, Boni, Cernoia.
All. Grili.

Arbitro: Sergio Posado di Schio (Giaiotto/Gerometta di Udine).
Ammoniti: Neboli e Brumana (T); Zizioli (Bs).

Note: spettarori 400 circa; Angoli 6-1 per il Brescia. Giornata ventosa.

facebook
675